14 chili di droga e un telecomando nelle mutande

IMOLA
Un arresto e il sequestro di oltre 14 chili di droga e 17 mila euro in contanti. E’ questo l’esito di un’operazione congiunta delle volanti del commissariato di Imola con la Uigos (Ufficio investigazioni generali e operazioni speciali) che lo scorso 27 ottobre (ma la notizia è stata divulgata solo oggi) ha portato all’arresto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti di Giovanni De Luggo, 34enne residente a Imola, di professione operaio. Un personaggio già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, furti e rapine avvenute in particolare in Calabria, dove ha vissuto a lungo.

Gli agenti l’hanno fermato per un controllo stradale lungo via I Maggio. Vedendolo nervoso, sono passati alla perquisizione domiciliare. Nella sua abitazione, dove vive con moglie e figli (estranei ai fatti), sono stati trovati 40 grammi di marijuana e 1 grammo e mezzo di cocaina. I poliziotti, però, hanno scoperto che nella mutande nascondeva un telecomando che, hanno ricostruito gli agenti, apriva uno dei garage situati sotto il mercato scoperto di viale Rivalta-Zappi.

All’interno del box auto sono stati rinvenuti 44 involucri di cellophane contenenti 13 chilogrammi di marijuana, 430 grammi di cocaina pura (che, opportunamente tagliata, avrebbe consentito di ottenere 1 chilo e mezzo di sostanza), un chilo di hascisc, 2 bilancini di precisione, 1 macchina per confezionare in sottovuoto, 1 fucile calibro 22 con proiettili, 8 schede telefoniche, 1 casco da moto e ben 17 mila euro in contanti.

Sulla droga, tra l’altro, era stato spruzzato del detersivo per impedire ai cani di fiutarla. Per le forze dell’ordine, complessivamente la merce aveva un valore di mercato pari a circa 200 mila euro. Considerato l’ingente quantitativo, è probabile che il 34enne rifornisse coloro che poi spacciavano sul territorio. Proseguono comunque le indagini per ricostruire il giro di spaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *