Cronaca

Come funziona e a cosa serve il Fascicolo sanitario elettronico? Domani al Sersanti un incontro pubblico sul tema

Come funziona e a cosa serve il Fascicolo sanitario elettronico? Domani al Sersanti un incontro pubblico sul tema

Un incontro pubblico dal titolo Fascicolo sanitario elettronico: l’archivio della tua storia sanitaria che ti semplifica la vita! è in programma sabato 17 febbraio, alle ore 9.30, presso palazzo Sersanti (piazza Matteotti 8), grazie alla collaborazione tra Ausl e Fondazione Cassa di Risparmio.

All’incontro, aperto a tutta la cittadinanza, interverranno Fabio Bacchilega, presidente della Fondazione, Andrea Rossi, direttore generale Ausl, Anna Darchini, Cup 2000, Davide Carollo, direttore Direzione infermieristica e tecnica Ausl di Imola e Rosa Cilio, medico di Medicina generale dell’Ausl. A fine evento verrà data l’opportunità al pubblico in sala di aprire per sé e, se lo desiderano, anche per i propri familiari, il Fascicolo sanitario elettronico direttamente presso la sede di palazzo Sersanti.

Il Fascicolo sanitario elettronico (Fse) è una sorta di carta d’identità della salute, che racchiude la storia clinica e sanitaria di una persona: i referti delle visite specialistiche, le lettere di dimissione dall’ospedale, i verbali del Pronto soccorso, le prescrizioni farmaceutiche, le immagini radiografiche e i certificati vaccinali. Al tempo stesso è uno strumento che permette di accedere on line a tanti servizi, come il cambio del medico di famiglia, il pagamento, la prenotazione, lo spostamento e la disdetta di una visita e di un esame.
Al Fse si accede solo tramite credenziali personali (username e password) che è possibile attivare in due modi: pre-registrandosi creando un proprio account e successivamente completando l’operazione con il riconoscimento presso lo sportello, oppure svolgendo l’intera operazione presso lo sportello stesso.
Per chi vorrà aprire il fascicolo sarà necessario portare una copia del proprio documento di identità, che verrà ritirata dall’operatore (sia nel caso di preregistrazione che nel caso di attivazione diretta) e un indirizzo mail personale (a ogni indirizzo mail può essere associato un solo Fse). Se si desidera aprire il fascicolo anche per i propri famigliari è possibile farlo compilando le apposite deleghe e portando, anche in questo caso, copia dei documenti di identità sia del delegato che del delegante.

Nella foto: il Fascicolo sanitario elettronico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast