Cronaca

La stazione ferroviaria alla ricerca di un nuovo edicolante. C'è tempo fino al 26 marzo per le offerte

La stazione ferroviaria alla ricerca di un nuovo edicolante. C'è tempo fino al 26 marzo per le offerte

La serranda è abbassata da mesi, ma finalmente è stato pubblicato il bando predisposto da Ferservizi su mandato di Rete Ferroviaria Italiana per cercare qualcuno disposto a rilevare lo spazio occupato dall’edicola e riaprire una rivendita di giornali con spazio anche per altri prodotti, quali oggetti di cartoleria, carte telefoniche, ricariche, piccoli articoli per la persona e per l’igiene personale e prodotti alimentari confezionati (caramelle, biscotti).

La titolare, dopo 37 anni di attività, nel febbraio del 2017 ha deciso di chiudere i battenti. Una «perdita» rilevante per pendolari e non, che oggi non trovano più giornali e riviste da acquistare per poi leggerli durante il tragitto in treno. Da subito Rfi ha confermato di voler «garantire la continuità del servizio». A complicare le cose, però, c’era il fatto che la titolare possedeva solo la licenza, mentre lo stabile è di proprietà di Rfi. Le strade che si aprivano, quindi, erano due. La titolare poteva trovare qualcuno interessato a rilevare l’edicola e a subentrarle. Passati dodici mesi dalla comunicazione della sospensione dell’attività, però, la licenza decade e il nuovo edicolante dovrebbe ricominciare l’iter da capo, con una nuova autorizzazione e nuovi accordi con i fornitori. In alternativa, Rfi poteva fare un bando, cosa che sta avvenendo in questi giorni al termine dei lavori di riqualificazione della stazione. Il contratto prevede un affitto per sei anni, eventualmente rinnovabili di altri sei. La base dell’offerta è fissata in 4.100 euro (Iva esclusa) annui e, per partecipare, è necessario allegare un assegno circolare non trasferibile pari al 20% del canone. Le offerte vanno presentate entro le ore 12 di lunedì 26 marzo a mano o tramite raccomandata al notaio Rita Merone, via Del Monte 8, 40126 Bologna, con la dicitura «Gara per la locazione di un locale sito nel Comune di Imola (BO)». Maggiori informazioni e i moduli da compilare sono sul sito https:// awfp.ferservizi.it/PortaleVendite/ oppure è possibile scrivere all’indirizzo email bologna.immobili@ ferservizi.it.

La speranza è tornare ad avere al più presto un punto vendita dei giornali operativo. Di certo, però, l’universo dell’editoria e dei suoi canali di distribuzione tradizionali si è fatto più complicato: innegabile la contrazione delle vendite della carta stampata. Una crisi generale del settore che oggi deve fare i conti anche con internet, la possibilità di leggere in biblioteca e, per le edicole private, la concorrenza con i corner di giornali dentro ai supermercati, costringendo le redazioni a trovare nuove strade per «stimolare» i lettori e gli edicolanti a vendere anche prodotti che poco hanno a che fare con l’informazione.

gi.gi.

Nella foto: l”edicola della stazione ferroviaria di Imola con la serranda abbassata nel febbraio 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast