Sport

Solo un pari, c’è poca Imolese

Solo un pari, c’è poca Imolese

Allora, è finita o no? Di sicuro è durissima, dopo la vittoria del Rimini contro il Lentigione e il pareggio dell’Imolese a Città di Castello, contro il Sansepolcro. Dunque è finita 1-1, grazie al gol di Tattini al 39’ del secondo tempo, ma i rossoblù di Gadda sono stati sotto 1-0 per oltre 1 ora, dopo che i padroni di casa avevano segnato al 19’ con Romano. Sono 7 i punti che separano le due contendenti a 7 giornate dalla fine, con lo scontro diretto ancora da giocare.

Nella tana del Sansepolcro, campo ostico come spesso succede da quelle parti, l’Imolese ha subito un cross dalla destra e un piattone al volo. Ma la cosa preoccupante è che per tutto il primo tempo non si è visto un tiro nello specchio della porta. Poco Titone, poco Ferretti, poco Borrelli, con gli ultimi della classe a correre molto di più rispetto ai rossoblù.

Meglio l’Imolese nella ripresa. Tre-quattro occasioni, ma nulla di clamoroso, a parte un colpo di testa di Ferretti parato dal portiere e un colpo di Titone allo scadere che poteva valere i 3 punti vitali. Tanti cambi per Gadda, che ha provato a stravolgere la formazione, almeno rendendosi più solida e senza rischiare più nulla. Non male gli ingressi di Franchini e Tattini, ma serviva un gol in più, visto che questa Imolese una rete subita la deve sempre mettere in preventivo. E, se vogliamo essere onesti, non si è mai vista una squadra vincere un campionato con una media gol subiti così alta.

p.z.

Città di Castello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast