Cronaca

Raccolta rifiuti, a Castello la differenziata arriva al 77%. Il sindaco Tinti: «Risultato oltre le aspettative»

Raccolta rifiuti, a Castello la differenziata arriva al 77%. Il sindaco Tinti: «Risultato oltre le aspettative»

La raccolta differenziata a Castel San Pietro è aumentata di 25 punti percentuali arrivando, nei primi due mesi di attivazione nelle nuove Isole Ecologiche Base, al 77%. La riorganizzazione dei servizi di raccolta dei rifiuti urbani, promossa dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Hera, si sta avvicinando a grandi passi all’obiettivo del 79% entro il 2020, stabilito dalla Regione Emilia-Romagna per i comuni di pianura come appunto Castel San Pietro Terme. «Un risultato oltre le aspettative – commenta il sindaco Fausto Tinti– il cui merito va esclusivamente a tutti i castellani che si sono dimostrati ancora una volta straordinari e pronti al cambiamento. I dati confermano la scelta vincente dell”Amministrazione Comunale, frutto anche del lavoro puntuale svolto da una struttura tecnica preparata con la supervisione costante e attenta dell”assessore Cenni».

In maggio e giugno la raccolta differenziata ha raggiunto una media del 77%, a fronte del 52% negli stessi mesi del 2017. Nelle 150 Isole Ecologiche di Base collocate sul territorio comunale, l’indifferenziato è più che dimezzato, rispetto al sistema precedente. Mettendo a confronto i risultati della raccolta carta a sacco di maggio/giugno 2017 con quelli della raccolta carta nei nuovi cassonetti con il coperchio blu negli stessi due mesi del 2018, si registra un aumento del 65% (da 50 tonnellate si è passati a quasi 83). Vetro, plastica e lattine sono cresciuti del 68%.Tra maggio e giugno, inoltre, sono state conferite dai castellani 272 tonnellate di organico, quasi 3 volte e mezzo l’organico raccolto nell’intero 2017, mentre il verde e le potature sono incrementate da 202 a 315 tonnellate. «Abbiamo capito fin da subito che la città stava rispondendo in modo importante – ha commentato l”assessore all”Ambiente Tomas Cenni – e che il nuovo sistema era fondamentalmente compreso da cittadini e imprese. Nei prossimi mesi continueremo insieme a Hera il monitoraggio delle IEB e i controlli sul territorio per sanzionare gli abbandoni e per essere sempre pronti ad intervenire per affrontare le eventuali criticità che i cittadini ci dovessero segnalare».

Entro l’estate, infine, verrà potenziata anche la raccolta stradale dell’olio alimentare con ulteriori tre contenitori che saranno posizionati da Hera a Poggio Grande davanti alle scuole, a Palesio in via Montecalderaro 131 e a Osteria Grande davanti al centro civico.

r.c.

Nella foto: l”isola ecologica base in via Scania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast