Cronaca

Raccolta rifiuti, dal 23 luglio le isole ecologiche del circondario diventano sovracomunali

Raccolta rifiuti, dal 23 luglio le isole ecologiche del circondario diventano sovracomunali

Le undici stazioni ecologiche di Hera presenti nel circondario imolese dal prossimo 23 luglio diventeranno sovracomunali. Ciò significa che da quel giorno tutti gli abitanti del circondario potranno recarsi indifferentemente nelle stazioni ecologiche presenti nei paesi e nelle frazioni indipendentemente dal proprio comune di residenza. 

Una logica che finora è stata sperimentata solo in vallata e che ora è stata estesa anche agli altri territori per facilitare l’accesso e renderne più comodo l’utilizzo. Le Amministrazioni comunali hanno deliberato il documento di condivisione degli impianti mentre Hera ne ha predisposto i sistemi per consentire alle utenze di tutti i Comuni di identificarsi e conferire, necessario, ad esempio, per continuare ad ottenere i previsti sconti sulle bollette dei rifiuti della TariDa notare che per le singole utenze gli sconti rimarranno gli stessi previsti dai regolamenti del proprio Comune e saranno conteggiati indipendentemente dalla stazione ecologica utilizzata.

Complessivamente le stazioni ecologiche nel 2017 hanno registrato circa 198.000 accessi, con un utilizzo maggiore del 6% rispetto al 2016. Imola ne detiene il record con oltre 72.300 accessi, mentre Castel San Pietro supera quota 35.500; a seguire 28.300 a Medicina, 15.000 a Dozza, 12.500 a Castel Guelfo, 10.400 a Mordano e quasi 23.600 in totale nelle quattro stazioni ecologiche di Casalfiumanese, Borgo Tossignano, Fontanelice e Castel del Rio. 

Il netto incremento degli accessi è dovuto anche alla riorganizzazione della raccolta che ha eliminato la scontistica stradale e aumentato, invece, quella che si ottiene conferendo i materiali direttamente presso la stazione ecologica (per carta/cartone, vetro, plastica, lattine, oli minerali e vegetali, batterie auto/moto). È possibile ricevere uno sconto anche per il conferimento alla stazione ecologica di apparecchiature elettriche ed elettroniche (indipendentemente dal numero degli oggetti sono 4 euro in meno in bolletta per un massimo di 12 euro all’anno). (r.c.)

Nella foto: una stazione ecologica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast