Cultura e Spettacoli

La cantante imolese Silvia De Santis al Pistoia blues festival: «Un'esperienza bellissima»

La cantante imolese Silvia De Santis al Pistoia blues festival: «Un'esperienza bellissima»

«È stata un”esperienza bellissima. Siamo saliti sul palco alle 20.45, quaranta minuti prima di James Blunt, suonando per mezz”ora. Abbiamo cominciato davanti a un migliaio di persone poi, un po” alla volta, se ne sono radunate tremila, il numero stimato dall”organizzazione degli spettatori di Blunt. Già quando, dopo che la Vrec ci ha proposti all”entourage di Blunt e a Live Nation Italia, è arrivata la conferma che eravamo stati presi, eravamo pazzi di gioia! Dopo l”esibizione, poi, non ne parliamo…». Giustamente soddisfatta, Silvia De Santis racconta l”esperienza vissuta lo scorso fine settimana quando, con i suoi Five to Ten, ha partecipato al Pistoia blues festival, storica rassegna musicale nata nel 1980 con ospiti quali B.B. King, Pino Daniele, Mighty Joe Young, Fats Domino, Dizzy Gillespie.

Oggi la vena blues si è mischiata alle altre sonorità ma senza perdere la qualità e, nell”edizione 2018, si sono alternati il rock di Alanis Morissette a quello di Steve Hackett o James Blunt. Con, in primo piano, appunto una piacevole sorpresa in chiave imolese: ad aprire il concerto del cantante inglese sono stati, venerdì 13 luglio, i Five to Ten, band formata dalla cantante Silvia De Santis, dal pianista Fabio «Farian» Biffi e dal batterista Fabio «Fax» Fenati. Il gruppo della talentuosa cantante imolese è nato lo scorso anno dalla formazione dei New Classics, portando la propria musica su sonorità pop-rock con un tocco «candy», di positività e ottimismo, e pubblicando a gennaio di quest”anno un album di dieci brani inediti intitolato Stupid Now, pubblicato dalla Vrec music label.

«Siamo molto contenti – continua Silvia -. A breve avremo altre due date importanti: il 4 agosto saremo al Festival di Fiamine vicino a Verona e il 12 agosto al Panorama Music Festival in Val di Fassa: suoneremo in quota sulle Dolomiti e rischiamo di perdere il pianista perché le adora – ride –! Sarà un diverso approccio alla musica, in un panorama pazzesco».

L”articolo completo è su «sabato sera» in edicola giovedì 19 luglio

Nella foto la copertina dell”album «Stupid Now» dei Five to Ten

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast