Cronaca

Dal 1° settembre il nuovo abbonamento “Mi muovo anche in città'. La Regione chiede a Trenitalia di organizzarsi meglio

Dal 1° settembre il nuovo abbonamento “Mi muovo anche in città'. La Regione chiede a Trenitalia di organizzarsi meglio

Come tutte le novità “Mi muovo anche in città”, l”iniziativa messa in campo dalla Regione Emilia-Romagna che dal primo settembre permetterà ai pendolari di salire gratuitamente anche sugli autobus delle 13 città principali della regione, sta creando problemi organizzativi. Un po” troppi, però, per l”assessore ai Trasporti, Raffaele Donini, che chiede a Trenitalia di «mettere in campo un”organizzazione adeguata per porre rimedio ai disagi dei pendolari in tempi rapidissimi».

Per l’Emilia-Romagna, prosegue Donini, si tratta di un’«operazione strategica, per la quale abbiamo stanziato oltre 6 milioni e che permetterà a oltre 60.000 cittadini, in particolare studenti e lavoratori, un risparmio annuo fino a 180 euro l”anno». Per questo motivo, ricevute tante segnalazioni di disagi e disservizi da parte dei pendolari che si sono recati alle biglietterie di Trenitalia per attivare il nuovo abbonamento, l’assessore è intervenuto direttamente per chiedere all’azienda di porre velocemente rimedio al problema, «assicurando così il buon esito della manovra di integrazione tariffaria che, dal primo settembre, permetterà a tutti gli abbonati ferroviari di viaggiare gratuitamente sugli autobus urbani».

Intanto la stessa Trenitalia ricorda le caratteristiche del nuovo abbonamento. Innanzitutto, ad averne diritto sono gli abbonati alle tratte con origine e/o destinazione in queste città: Bologna, Carpi, Cesena, Faenza, Ferrara, Forlì, Imola, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini. Per usufruire dell’opportunità occorre, inoltre, essere in possesso della Carta Unica Emilia Romagna di Trenitalia, in distribuzione dal mese di aprile, sulla quale sarà caricato il nuovo abbonamento integrato ferro/gomma.

La Carta è rilasciata nelle 13 stazioni interessate all’integrazione tariffaria, negli orari e nei giorni di apertura delle biglietterie, che saranno potenziati per tutto il mese di settembre. Solo a Bologna e Reggio Emilia sono attivati sportelli dedicati a questo servizio. Chi vorrà richiedere la carta dovrà compilare un modulo (scaricabile anche on line su trenitalia.com – sezione Trasporto regionale Emilia Romagna), allegare una foto tessera ed esibire un documento di identità valido. Ricevuta la carta stessa, l’abbonamento si potrà richiedere in una qualunque biglietteria ferroviaria o self service Trenitalia dell’Emilia Romagna.

Tuttavia, al fine di andare incontro agli abbonati mensili che non hanno ancora richiesto la Carta Unica, Trenitalia e Regione Emilia Romagna hanno concordato un periodo transitorio, che durerà fino a dicembre 2018, nel quale sarà possibile acquistare l’abbonamento integrato “Mi Muovo anche in Città” anche su supporto cartaceo, in attesa della Carta Unica, nelle 23 biglietterie Trenitalia della regione e in tutti i punti vendita di Trenitalia aderenti ai circuiti Sisal, Lottomatica e Tabaccai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast