Economia

Alla Paolo Castelli in vendita i pezzi di design utilizzati per arredare i set di cinema e tv

Alla Paolo Castelli in vendita i pezzi di design utilizzati per arredare i set di cinema e tv

E’ di questi giorni la notizia della nuova commessa proveniente da Netflix. La piattaforma streaming di programmi tv a pagamento ha scelto la Paolo Castelli, azienda ozzanese leader nella fornitura di design e allestimenti di prestigio, per l’arredo dei set del nuovo action movie “6 Underground”, con la regia di Michael Bay. Anche la società di produzione televisiva Endemol Italia ha scelto l”azienda di via I Maggio per le scenografie della nuova edizione di un noto programma televisivo di Sky, che andrà in onda in prima serata tra dicembre e gennaio (impossibile sapere di più per ora). Infine Indiana Films ha voluto sempre la Paolo Castelli per il prossimo film di Giuseppe Capotondi, ambientato in una settecentesca villa sul lago di Como. Nell”orizzonte dell”azienda ozzanese, quindi, ci sono sempre più cinema e tv. 

Gli allestimenti, una volta utilizzati, tornano nell’archivio aziendale a costituire una collezione unica di pezzi di design made in Italy. Tavoli, divani, librerie, cabinet e lampadari, provenienti sia dai set televisivi e cinematografici, sia da musei, palazzi ed eventi, come il recente Festival del Cinema di Venezia (dove la Paolo Castelli ha firmato la celebrity lounge del Grand Hotel Excelsior al Lido).

Pezzi spesso unici che, in concomitanza con la Bologna design week di questi giorni, sono in vendita fino nella sede di via I Maggio (fino a domani sera dalle ore 9.30 alle 18). Tra questi, la libreria Autumn del designer spagnolo David Sanchez per Domodinamica, attualmente in esposizione al Museo della Triennale di Milano e al palazzo della Farnesina a Roma nella Collezione Farnesina Design, come icona del design italiano.

«Orgogliosi della nostra storia – commenta l’amministratore delegato, Paolo Castelli – apriamo le porte dell’headquarter aziendale per raccontare al pubblico quanto arredi e oggetti siano stati per noi inaspettate opportunità di innovazione e crescita». (lo.mi.)

Nella foto la libreria Autumn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast