Cronaca

La trappola brevettata made in Imola per catturare le zanzare tigre inventata da Maurizio Magnani

La trappola brevettata made in Imola per catturare le zanzare tigre inventata da Maurizio Magnani

Tutti presi dal crollo delle temperature ci siamo già dimenticati delle zanzare e dei tanti guai che hanno causato fino a pochi giorni fa, in particolare la culex con l”emergenza del virus West Nile.  Per farsi trovare pronti al ritorno dell”afa e dei fastidiosi insetti, uno strumento potrebbe essere la trappola brevettata ideata dall’imolese Maurizio Magnani, titolare di Imola Disinfestazioni.

Qualche anno fa, assieme al forlivese Stefano Zamboni, al bolognese Gregorio Gentile e al Centro agricoltura ambiente di Crevalcore, ha messo a punto una soluzione innovativa che attira le zanzare tigre e che, con le opportune modifiche, potrebbe essere adattata alla cattura anche delle culex pipiens. «La trappola – spiega – diffonde mediante una ventola un attrattivo sonoro, che riproduce il battito delle ali delle zanzare femmina e attira quindi i maschi; un secondo attrattivo simula il sudore umano e un terzo liquido attrae le femmine in cerca di un sito dove deporre le uova.

Due anni fa l’invenzione di Magnani e soci si è aggiudicata il Premio Ipr, dedicato alla tutela della proprietà intellettuale e promosso dalla Fondazione Cassa di risparmio di Imola e da Innovami, che hanno messo in palio risorse per l’ottenimento di brevetti europei e internazionali. Lo scorso anno la trappola ha ottenuto anche il brevetto italiano ed è stata presentata la domanda per quelli europeo e statunitense.

Purtroppo l’invenzione non è ancora in commercio. «Siamo in contatto con una ditta italiana per la produzione e speriamo possa esserlo dal 2019». Con le opportune modifiche, come detto, la trappola potrebbe servire anche per catturare la culex pipiens (che è attratta dall’anidride carbonica). In ogni caso, lo stesso Magnani la vede come «un complemento ai trattamenti larvicidi e sui focolai. Se un privato non esegue i trattamenti nei tombini le trappole servono a poco».

Magnani è molto noto in zona, perché i Comuni di Imola, Castel San Pietro, Medicina e Ozzano ha l”incarico del controllo qualità sull”attività di disinfestazione. (lo.mi.)

Nella foto Maurizio Magnani e una ovitrappola per il monitoraggio della lotta alle zanzare (non si tratta della trappola brevettata) 

1 Comment

  • Speriamo sia veramente efficace e la mettano in circolo presto e sopratutto non costi una fortuna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast