Sport

Imolese, prima vittoria in casa: il gol storico e importantissimo di Lanini stende il Gubbio

Imolese, prima vittoria in casa: il gol storico e importantissimo di Lanini stende il Gubbio

Il gran gol di Lanini, al 7’ del secondo tempo, potrebbe venire ricordato a lungo. Innanzitutto è storico, perché regala la prima vittoria dell’Imolese in serie C al Romeo Galli. Ma soprattutto è di un’importanza vitale, alla vigilia di un periodo piuttosto difficile, con la trasferta a San Benedetto del Tronto di mercoledì 17 ottobre e il derby col Rimini di domenica prossima. Volete sapere il migliore in campo? Abbiamo visto un Garattoni di categoria superiore.

I rossoblù di Dionisi e il Gubbio si sono presentate sul campo in maniera speculare, col loro 4-3-1-2, però la squadra di casa ha meritato ampiamente la vittoria, rischiando di regalarla un’altra volta, come successo soprattutto a Fano. Caso strano, Belcastro, proprio come nelle Marche, ha sbagliato un rigore, calciandolo malissimo. 

Come spesso succede, l’Imolese parte forte e al 7’ c’è subito un tiro di Belcastro, che termina fuori di poco. Dionisi al 17’ è costretto a fare un cambio (Sciacca per Fiore, che ha un risentimento muscolare) e all’istante gli umbri trovano il gol, annullato per fuorigioco. Ci sono Gargiulo e De Marchi a fare le cose migliori, mentre Giovinco non riesce ancora a trovare la sua dimensione. Ed è proprio il goleador De Marchi (a quota 3) a provarci al 23’ con un tiro che viene ribattuto. Ma il Gubbio non vuole fare la parte della vittima sacrificale e Plescia ha la palla del vantaggio tra i piedi. Non fa però i conti con un’eccellente uscita di Rossi. Prima dell’intervallo ancora due occasioni per l’Imolese, prima con Gargiulo (deviato in angolo) e poi con Belcastro, lanciato benissimo da Sciacca, però Marchegiani è bravissimo a fare la sua parte. 

Nella ripresa però, il figlio dell’ex Toro, Lazio e Nazionale italiana, non può nulla contro l’iniziativa di Lanini. Il gol nasce da una palla di Carini che lancia l’ex prospetto juventino. Bordata da 20 metri e gol sulla sinistra di Marchegiani. E’ solo Imolese, con un Gubbio frastornato e al 12’ dalla difesa nasce un contropiede fulminante 3 contro 1. Impossibile sbagliare, con Sciacca al centro e i due liberissimi ai lati: Lanini sulla destra e Gargiulo sulla sinistra. L’ex Inter però cincischia, aspetta troppo e alla fine serve malissimo Lanini che si fa ribattere il tiro dal portiere. Sul calcio d’angolo viene ravvisato un fallo sullo stesso Sciacca. Il momento della partita vorrebbe sul dischetto Lanini per due motivi. Il primo è che ha appena segnato ed è in orgasmo agonistico. Il secondo è che ha trasformato dal dischetto in Coppa 4 giorni fa contro la Pistoiese. Ma il titolare è Belcastro che, come detto all’inizio, replica il brutto tiro visto a Fano, forse anche peggiorandolo. Si teme che possa arrivare il quinto pareggio dell’anno, invece Rossi fa due belle parate (al 21’ e al 31’), entrambe a terra, che chiudono definitivamente le speranze ospiti. Resta solo il tempo per un tiro di Mosti, al 40’, parato. (p.z.)

Imolese – Gubbio 1-0 (0-0)

Imolese: Rossi; Garattoni, Carini, Boccardi, Fiore (17’ Sciacca); Carraro (39’ s.t. Benasja); Valentini, Gargiulo; Belcastro (23’ s.t. Mosti); Giovinco (1’ s.t. Lanini), De Marchi (1’ st. Rossetti). All. Dionisi.

Gol: 7’ s.t. Lanini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast