Sport

Si è vista l’Imolese più bella degli ultimi 30 anni, un 3-1 al Rimini che poteva essere molto più ampio

Si è vista l’Imolese più bella degli ultimi 30 anni, un 3-1 al Rimini che poteva essere molto più ampio

Anche il più inguaribile ottimista non poteva prevedere una simile Imolese (terza in classifica, tra l’altro). E un simile dominio contro il Rimini. Un 3-1 che poteva essere anche un 6-0 se i rossoblù avessero concretizzato tutte le azioni create in velocità per almeno trequarti di partita. Una Imolese straripante, forse la più bella vista al Romeo Galli da tempo immemore e qui non parliamo di anni, ma di decenni. Tanto merito va ai giocatori, ma soprattutto ad un allenatore come Dionisi che li sta facendo giocare a memoria, con dei dettami tecnici che alzano il livello di spettacolarità. E lo dimostra anche la gente allo stadio, che aumenta continuamente (stavolta eravamo vicini alle 800 presenze), nonostante l’orario, nonostante la pioggia, nonostante il freddo che stasera penetrava fin dentro le ossa.

La cronaca. Al 2’ l’Imolese si libera del Rimini con 4 passaggi e lancia in porta Lanini, che però si allunga troppo il pallone. All’8’ ancora Lanini, con un pericolosissimo cross dalla sinistra, ma non c’è nessuno al centro che possa provare ad impattare la sfera. Al 15’ l’Imolese si fa vedere sulla destra. Il pallone di Garattoni per Lanini è invitante, ma l’ex bianconero cincischia e si fa ribattere il tiro. Dopo gli strappi la partita si ingrippa un po’ a centrocampo, ma è pur sempre la squadra di Dionisi a tenere il pallino del gioco. Al 23’ il Rimini rischia, con Mosti che si lancia sulla sinistra: il trequartista di scuola Juve (al posto di Belcastro) si fa anticipare, ma il pallone del difensore riminese va all’indietro verso il portiere Scotti, che per un pelo non si fa beffare da Rossetti. Al 29’ c’è l’ennesimo lampo, mentre la pioggia cresce d’intensità. Rossetti piazza il pallone nel mezzo e Mosti impatta di sinistro, mettendo il pallone alle spalle di Scotti. Al 33’ Lanini si libera per l’ennesima volta, va al tiro, si fa ribattere, torna a tirare, e Mosti viene tirato a terra per un rigore che sembra piuttosto netto (Carlo Andrea Tori conferma davanti alla tivù: nettissimo), ma che l’arbitro anconitano Rossetti non se la sente di fischiare. Un Rimini fin qui un po’ rinunciatario si rende pericoloso al 39’ con un tiro insidioso da fuori di Simoncelli e poi un minuto dopo ancora da fuori con Variola. Ma sono rischi minimi. Verso la fine del tempo è l’Imolese a riprendere il pallino e a continuare il suo show di passaggi in velocità e inserimenti, senza però riuscire a trovare un raddoppio che sarebbe più che meritato.

Inizia la ripresa ed è sempre più freddo. Al 5’ una indecisione di due difensori riminesi fa aprire un contropiede fulminante, con Rossetti che però non dà la palla in maniera precisa a Lanini, che si fa anticipare di un pelo dal portiere Scotti. Al 6’ un’altra azione in velocità, con Sciacca che non riesce a concludere. Ci sono le praterie aperte, ma l’Imolese, sia pur bellissima, non la butta dentro. Potrà mai il Rimini subire sempre? No. Infatti al 15’ arriva un doppio corner, con Sciacca che è bravissimo ad anticipare tutti. Al 20’ c’è un altro contropiede fulminante. Lanini riesce a servire De Marchi sulla destra. La palla arriva nel mezzo a Belcastro che però riesce solo a toccarla con la punta, senza riuscire a fare più di tanto. Al 21’ un altro cross di De Marchi, che crossa. La palla arriva in zona Lanini, che di destra infila finalmente il 2-0 più meritato di questo inizio anno. Al 28’ Candido prova a rendersi pericoloso con un tiro accalappiato da Rossi a terra, ma nel seguente ribaltamento di fronte uno scatenato De Marchi stavolta non la passa a nessuno. Si infila centrale tra le maglie biancorosse e spacca un 3-0 da urlo. Che non sarà il 5-2 di un anno fa, ma poco ci manca. Al 33’ ci prova Bonaventura, l’ex di turno, ma il suo pur bel tiro colpisce il palo alla sinistra di Rossi, pronto sulla traiettoria. Al 36’ una punizione di Bandini viene parata da Rossi, ma si vede che sono le ultime energie di un Rimini che vorrebbe almeno provare a fare il gol della bandiera. E ci riesce proprio all’ultimo sospiro, con la testa di Cecconi.

Imolese – Rimini 3-1 (1-0)

Imolese: Rossi; Garattoni, Checchi, Carini, Sciacca (40’ s.t. Zucchetti); Valentini (30’ s.t. Saber), Carraro, Gargiulo; Mosti (16’ s.t. Belcastro); Rossetti (16’ s.t. De Marchi), Lanini (30’ s.t. Giovinco). All. Dionisi.

Gol: 29’ Mosti (I), 22’ s.t. Lanini (I), 28’ De Marchi (I), 49’ s.t. Cecconi (R).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast