Cronaca

Non c'è pace per il Fuori Porta Cafè di Imola, secondo tentativo di furto in venti giorni

Non c'è pace per il Fuori Porta Cafè di Imola, secondo tentativo di furto in venti giorni

Dopo il tentativo di furto avvenuto nella notte del 17-18 novembre scorso (leggi la news), il Fuori Porta Cafè di Imola, bar vicino alle torri di via Cogne, è stato preso nuovamente di mira dai ladri. Anche in questo caso, però, non sono riusciti ad entrare.

Una ventina di giorni fa i malviventi avevano forzato la porta principale, mentre stanotte l”obiettivo era sfondare il vetro di una finestra utilizzando dei mattoni. Trovando difficoltà si sono concentrati prima su una seconda finestra e poi sulla porta d”ingresso. «Probabilmente sono stati disturbati da qualcuno – racconta una delle titolari, Federica Zanotti -. Un condomino è rientrato verso l”una e ha visto i mattoni sul davanzale della finestra, mentre noi ce ne siamo accorti alle 6 quando abbiamo aperto. I nostri vetri sono antisfondamento, quindi da lì non sarebbero potuti entrare e poi all”interno c”è comunque un sistema d”allarme».

Sull”accaduto indagano i carabinieri, ma al momento è ancora presto per ipotizzare un collegamento tra i due episodi. «Il danno totale – precisa la Zanotti -, compreso il primo, si aggira attorno ai 6 mila euro, ma la sensazione è che vogliano farci uno sfregio piuttosto che un furto vero e proprio. Questa notte la porta la sistemeremo come possibile, ma a breve pensiamo di metterci una serranda». Ancora una volta, però, a tenere banco è la zona, considerata dai residenti poco sicura. «I mattoni che hanno utilizzato i ladri provengono dall”edificio abbandonato dell’ex Cogne, dove ci sono traffici alquanto “strani”. Purtroppo bisogna porre rimedio a questa situazione, perché sennò ci riproveranno ancora». (d.b.)

Nella foto (Isolapress): la finestra sfondata e il mattone utilizzato dai malviventi

Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast