21enne nella Giunta di Gisella Rivola

CASALFIUMANESE
Due uomini e due donne (sindaco compreso), nomi per metà in continuità con il passato, per l’altra legati al cambiamento. Così si presenta la nuova giunta del sindaco Gisella Rivola, che si è riunita per la prima volta sabato 31 maggio e si presenterà al Consiglio comunale sabato 7 giugno alle ore 10. Come già avvenuto al termine della precedente legislatura, Rivola ha scelto di distribuire le deleghe su tre assessori, pur potendo nominarne anche un quarto.
Ad una giovanissima, cioè la ventunenne Beatrice Poli, studentessa alla facoltà di Scienze della formazione all’Università di Bologna e residente a Sassoleone, dove la sua famiglia possiede un agriturismo, lei sono stati affidati le deleghe della Pubblica istruzione, Cultura, Politiche sociali e sanitarie e Pari opportunità. La seconda new entry del governo del paese è Gianni Calderoni, 46 anni, impiegato tecnico all’Enel e grande appassionato di ciclismo (fa parte del Team Casale ciclismo), già consigliere comunale nella precedente legislatura. Calderoni avrà le deleghe a Politiche ambientali, Innovazione tecnologica, Sport, Politiche giovanili, Tempo libero e Turismo.
Dall’altra parte, la continuità con il passato sarà rappresentata dal sindaco e da Cesare Ronchi. Ancora una volta, Ronchi, 69 anni, ricoprirà la carica di vice, in questo caso non di Roberto Poli bensì della Rivola. Per quanto riguarda le deleghe, manterrà Attività produttive (agricoltura, commercio, industria, artigianato, esercizi pubblici e agriturismo) e Personale, alle quali affiancherà gli assessorati a Lavori pubblici, Associazionismo e Politiche per la casa e per il territorio.
Infine, il sindaco, 55 anni, insegnante di sostegno alle scuole elementari Marconi di Imola, già assessore per i due mandati del sindaco uscente Poli. Gisella Rivola ha tenuto per sé le deleghe a Urbanistica, Bilancio, Protezione civile, Decentramento, Sicurezza, Edilizia privata, Rapporti istituzionali e Programmazione economica.

Gianni Calderoni, Gisella Rivola, Beatrice Poli e Cesare Ronchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *