300 mila euro per i contributi per l’affitto

IMOLA
Per il 2013 il Comune mette a disposizione del fondo per aiutare le famiglie a basso reddito a pagare l’affitto ben 300 mila euro (l’anno scorso erano 302 mila dei quali 250 mila finanziati dal Comune e 52 mila della Provincia di Bologna). “Abbiamo deciso come Amministrazione comunale, anche in accordo con le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, di mantenere i 300 mila per il “Fondo comunale per l’affitto” e di farci carico di coprirlo integralmente con nostre risorse, perché riteniamo che sia molto importante il sostegno alle famiglie che hanno un basso reddito e sono in affitto sul libero mercato – sottolinea l’assessore alla casa, Barbara Lo Buono –. Questo, a fronte del permanere anche nel 2013 delle conseguenze della grave crisi economica e all’interno di questa, dell’emergenza abitativa, che riguarda anche coloro che abitano un alloggio in locazione”. Per poter accedere al contributo, le famiglie devono avere per l’anno 2012 un valore Ise non superiore a 12 mila euro, che sale a 16 mila euro per famiglie che presentano situazioni di maggiore fragilità non solo economica ma anche sociale. Tra i beneficiari sono incluse anche le famiglie in ritardo con il pagamento del canone nel caso in cui almeno un componente del nucleo familiare, lavoratore dipendente o autonomo, abbia subito una rilevante diminuzione della capacità reddituale. La rilevante diminuzione reddituale può essere dimostrata attraverso la presentazione dei seguenti documenti: copia dichiarazione dei redditi 2011 e 2012 da cui risulti una riduzione del reddito, copia stato di disoccupazione rilasciato dal centro per l’Impiego della Provincia, copia lettera di licenziamento avvenuto nel 2013, copia lettera cassa integrazione, copia certificato della Camera di Commercio di chiusura della partita Iva, e via dicendo. Il bando per accedere ai contributi sarà aperto dal 5 novembre al 17 dicembre prossimo. La gestione del bando è affidata all’ASP Circondario Imolese, quindi per informazioni e domande per accedere al contributo occorre rivolgersi all’Asp Circondario Imolese. Nel 2012 hanno potuto beneficiare del contributo 441 le famiglie.
La delibera che stabilisce i criteri e requisiti 2013 è stata approvata ieri pomeriggio il Consiglio comunale (hanno votato a favore i gruppi PD e Fornace Viva; astenuti il M5S; contrario il consigliere Mirri del PDL; non hanno preso parte al voto i consiglieri Zucchini – Insieme si vince – e Carapia – Pdl).

L’assessore Barbara Lo Buono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *