70° Liberazione, convegno e mostra

IMOLA
L’associazione culturale Eredità e Memoria organizza il convegno “Relazioni tra i soldati polacchi e la popolazione emiliano romagnola negli anni 45-46”, che avrà luogo domenica 12 aprile, a partire dalle ore 15, presso il circolo Sersanti, con gli interventi di Learco Andalò, già assessore a Imola e alla Provincia di Bologna, Marco Patricelli, docente di Storia dell’Europa contemporanea all’università D’Annunzio di Chieti e responsabile della redazione di Pescara del quotidiano Il Tempo, Gianpietro Panziera, laureato in Storia contemporanea, insegnante e ricercatore.
Al termine, alle ore 18, verrà inaugurata la mostra d’arte contemporanea “Sui Passi della Liberazione – Un Viaggio per la Pace”, con opere di artisti provenienti da tutta Italia, curata da Susanna Tartari. Questa mostra prende spunto da un episodio avvenuto nel 1945, quando alcuni ufficiali polacchi commissionarono al pittore Tommaso della Volpe una copia della Madonna nera di Czestochowa, la Vergine Nera simbolo dei cattolici polacchi, ma anche protettrice dell’8° Battaglione della 3ª Divisione Fucilieri Carpatici; il dipinto venne portato nella Chiesa dell’Assunta a Senigallia, dove fu benedetto l’8 dicembre 1945. In queste circostanze si può presupporre che Tommaso della Volpe incontrasse il generale Anders e che, in tale occasione, l’artista imolese eseguisse un veloce acquerello con il ritratto del generale, che è riprodotto nella locandina della mostra per poi realizzare l’opera ritrattistica in seguito. Oppure si può ipotizzare (qualcuno ritiene che sia cosa certa), che il generale soggiornasse presso la prestigiosa villa dei della Volpe quando entrò con i suoi soldati in Imola. Tra le opere in mostra, grazie all’intervento di acquisizione della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, ci sarà anche questo prezioso studio per ritratto.

La locandina della mostra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *