70° Liberazione, le scrittrici Viganò e Zangrandi

MEDICINA
Incontro dal titolo “Renata Viganò e Giovanna Zangrandi, scrittrici della Resistenza”. Giovanna Zangrandi (1910-2010) è lo pseudonimo di Alma Bevilacqua. Dopo l’8 settembre 1943 si unisce alle formazioni partigiane. Nel 1954 esce presso Mondadori, il romanzo I Brusaz, che ha come protagonista una straordinaria figura femminile, Sabina. L’opera le vale il premio Deledda, prestigioso nell’Italia di allora. La bolognese Renata Viganò (1900-1976), a soli 13 anni riesce a far pubblicare la sua prima raccolta di poesie, Ginestra in fiore, seguita nel 1916 da Piccola Fiamma, ma raggiunge la notorietà nel 1949 con L’Agnese va a morire, romanzo d’impianto neorealistico tra i più intensi della narrativa ispirata alla Resistenza. Se ne discuterà con Meris Gaspari.
Giovedì 30 aprile, alle ore 21, in biblioteca, via Pillio 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *