A Castello niente botti… non autorizzati

CASTEL SAN PIETRO
Stasera e domani niente fuochi d’artificio, botti o petardi di qualsiasi tipo a Castel San Pietro, se non quelli espressamente autorizzati. Ordinanza all’ultimo minuto, ieri, 30 dicembre da parte del sindaco Fausto Tinti. «L’abbiamo deciso per ragioni di sicurezza – afferma -, per garantire l’incolumità dei cittadini e anche per poter vivere meglio e con tranquillità la festa di benvenuto al nuovo anno».

L’ordinanza è la numero 222 del 2015 e si trova pubblicata sul sito del Comune www.cspietro.it. “E’ stata una scelta un po’ di ‘rincorsa’ – ammette Tinti -, per recepire sollecitazioni giunte dai cittadini e dalle forze politiche che prima non erano mai state avanzate. Comunque, già il nostro regolamento di polizia urbana – precisa il sindaco – prevede all’articolo 41 comma 5 che non possano essere fatti esplodere botti se non quelli autorizzati ovvero eseguiti da operatori con licenza”. Come nel caso dei fuochi sul Cassero della Proloco e di Palazzo di Varignana che, infatti, stasera saluteranno il Capodanno come da programma. “Sono le uniche due richieste pervenuteci, e da tempo” continua Tinti.

Non è che per caso le sollecitazioni arrivate all’orecchio del Comune sono quelle degli amici degli animali? Ultimamente molto agguerriti nel chiedere il bando di petardi e botti che possono spaventare le povere bestiole. “In effetti è un segno di civiltà – aggiunge Tinti -, ma se vogliamo percorrere questa strada occorrerà affrontare questo tema per tempo il prossimo anno, risolvendo alcune contraddizioni perché, ad esempio, se decidiamo di non fare i fuochi l’ultimo dell’anno non possiamo farli neppure l’ultima sera del Settembre Castellano…”.

Stasera quindi niente botti dopo il cenone in famiglia, ma chi controlla che l’ordinanza venga rispettata? “Non abbiamo certo previsto servizi straordinari della municipale (che implicherebbe costi aggiuntivi per il Comune, ndr), ma ho già sentito il comandante Bolognesi della municipale e il comandante Rossi della stazione dei carabinieri di Castello, mi hanno assicurato che durante i normali giri hanno dato indicazione che l’ordinanza sia fatta rispettare con sanzioni in caso di evidente pericolosità”.

I fuochi della Proloco dal Cassero l’anno scorso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *