A Imola 159 nuovi cittadini italiani, adulti e bambini, mentre in Parlamento si discute di ius soli

IMOLA
Si è svolta la settimana scorsa, nella Sala del Consiglio comunale di Imola, la cerimonia di accoglienza dedicata ai 159 nuovi cittadini italiani (78 uomini e 81 donne, ma estesa anche ai 151 figli conviventi), residenti a Imola e che hanno ottenuto la nostra cittadinanza nell’anno 2016.

A fare gli onori di casa il sindaco Daniele Manca, l’assessore ai Servizi alla cittadinanza Annalia Guglielmi e l’assessore all’Immigrazione Elisabetta Marchetti che hanno consegnato a ciascuno dei presenti una copia della Costituzione italiana.

I neo cittadini italiani provengono un po’ da tutto il Mondo (Albania, Marocco, Romania e Moldavia su tutte, ma anche Russia e Gran Bretagna) e tutto questo avviene proprio mentre nel nostro Paese è sempre aperto il dibattito sullo «ius soli», la legge sulla cittadinanza approvata dalla Camera alla fine del 2015 e da allora in attesa di essere esaminata dal Senato che espande i criteri per ottenere la cittadinanza italiana (riguarda soprattutto i bambini nati in Italia da genitori stranieri o arrivati in Italia da piccoli).

Foto: Il Sindaco Daniele Manca, gli assessori Annalia Guglielmi e Elisabetta Marchetti insieme ad alcuni dei «nuovi» cittadini italiani e alle loro famiglie in Municipio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *