Alla mostra in autodromo arriva la Ferrari 857 che corse nella prima gara di Imola nel 1955

IMOLA
Il museo «Checco Costa» dell’autodromo «Enzo e Dino Ferrari» si arricchisce di un altro pezzo unico della storia dell’automobilismo. E’ arrivata, infatti, per la mostra “Imola ’50. Alle origini del mito” la Ferrari 857 del 1955, presente nel panorama mondiale con soli due esemplari, che è stata in prima fila durante i recenti festeggiamenti ufficiali per i 70 anni del Cavallino.

La mostra, inaugurata il 6 settembre scorso e aperta fino al 16 ottobre, fa vivere ai visitatori un viaggio negli indimenticabili anni cinquanta attraverso i bolidi a due e quattro ruote che per primi sfrecciarono nella nuovissima pista imolese.

E proprio la Ferrari 857 è stata la vettura ufficiale della Scuderia di Maranello con la quale gareggiarono grandi campioni come Phil Hill, Trintignant, Castellotti e De Portago. Rappresenta l’evoluzione massima (come cilindrata) del leggendario motore a quattro cilindri in linea che si era aggiudicato i due titoli mondiali del 1952 e del 1953 e lo stesso propulsore che equipaggiava la Ferrari Mondial 2000, con la quale Umberto Maglioli corse il «1° Gran Premio Shell» di Imola, la prima gara automobilistica nella storia dell’autodromo imolese.

Nella foto: la Ferrari 857 del 1955

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *