Anche Imola aveva il Pincio

Anche Imola aveva il Pincio

Anche Imola aveva il Pincio

IMOLA
Veduta del “Pincio” imolese. Con questo nome, che rievocava un ben più importante luogo di Roma, venne battezzata quella zona residenziale edificata a metà degli anni Trenta del secolo scorso in seguito ai lavori di costruzione della ferrovia Imola-Massa Lombarda. La ferrovia costeggiava il Canale dei Molini e sottopassava la linea Bologna-Ancona accanto alla via Selice. Furono necessari lavori imponenti: un muro di contenimento del canale e il sottopasso alla ferrovia Bologna-Ancona che in unica sede ospitava sia la via Selice che le linea per Massa Lombarda. Il belvedere che così venne a crearsi suggerì l’idea del “Pincio”, di cui ormai si è persa la memoria. Nella foto, in primo piano, si distinguono i binari della ferrovia per Massa Lombarda e uno spazio alberato che oggi è la sede stradale della rotonda tra via Selice, via della Resistenza e viale Galvani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *