Antonio Patuelli insignito del “Grifo Città di Imola”

IMOLA
Antonio Patuelli, presidente del Gruppo Cassa di Risparmio di Ravenna e presidente dell’Associazione bancaria italiana (Abi) è stato inignito lunedì 19 giugno del «Grifo Città di Imola» dal sindaco Daniele Manca «per avere contribuito in maniera determinante alla crescita del gruppo bancario, mantenendo salde le radici sul territorio, a fianco delle imprese e delle famiglie della Romagna e per avere assunto la presidenza dell’Abi in un momento di grande difficoltà di tutto il sistema bancario, con senso di responsabilità e spirito di servizio».
Nel suo intervento, Patuelli ha affermato che «fu di tutta originalità e molto promettente l’incontro e la collaborazione fra la Cassa di Risparmio di Ravenna e la Banca Cooperativa di Imola, iniziata proprio vent’anni fa – ricorda Patuelli -. L’incontro fra queste due banche fu particolarmente felice innanzitutto in termini culturali e metodologici perché si misero a confronto le diverse tradizioni di attività bancaria: fu la prima operazione di tal genere in Italia, fortemente anticipatrice. Si dovette realizzare una offerta pubblica di acquisto condizionata alla preventiva trasformazione della Banca Cooperativa in Banca di Imola Spa il che avvenne, sempre sotto la lungimirante regia del presidente Alberto Domenicali, con il forte impegno del direttore Vittorio Lenzi, con grandissimo consenso e un approvazione ampissima».

I NUMERI DI 20 ANNI DI BANCA DI IMOLA SPA
In vent’anni la raccolta diretta è passata da 458 milioni di euro a 1.379, quella indiretta da 431 a 1.798, quella globale da 889 a 3.177. Gli impieghi sono passati da 303 milioni di euro a 1.061, i conti correnti da 24 mila a 45 mila, le filiali da 15 a una quarantina e i soci da 4.386 a 6.120. In questi vent’anni sono stati complessivamente distribuiti agli azionisti quasi 104 milioni di euro, dopo aver accantonato oltre 24 milioni a riserve e i dipendenti sono passati da 194 a 257.

Foto Isolapress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *