Arrivano sei box per l’autovelox

IMOLA-SASSO MORELLI
Verranno installati entro la fine dell’anno sei box per l’autovelox tra asse attrezzato, via Lughese e la frazione di Sasso Morelli, che controlleranno in entrambi i sensi di marcia. Non si tratta però di postazioni con apparecchiature fisse e sempre funzionanti, ovvero quelle che vengono autorizzate dal Prefetto e sono, ad esempio, lungo la via Emilia a Selva o a Piratello. Al contrario, la macchinetta che rileva la velocità viene messa nei box a rotazione e, per sanzionare, deve essere presente sul posto una pattuglia della polizia municipale. Insomma, box del tutto simili (anche se quelli imolesi dovrebbero essere arancioni e non grigi) a quelli già installati a Mordano e a Medicina.

I primi due “armadietti” saranno sull’asse attrezzato (via della Cooperazione), tra il ponte all’altezza della via Emilia e quello della ferrovia, dove il limite da rispettare è 60 chilometri orari. Nelle altre due postazioni il limite da rispettare sarà i 70 chilometri orari. In via Lughese i due box saranno piazzati nei pressi dell’incrocio con via Lughese, mentre in via Correcchio saranno a ridosso del cartello che indica l’ingresso alla frazione di “Sasso Morelli”.

Per quanto riguarda i tempi di installazione, non è stata ancora decisa una data precisa, ma nelle intenzione dell’Amministrazione comunale la messa in funzione è prevista “per il prossimo autunno – conclude il vicesindaco Roberto Visani -. Quello a cui puntiamo è soprattutto l’effetto deterrente”.

Il box autovelox nel centro di Mordano, del tutto analogo a quelli che verranno installati a Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *