Aule per il sostegno e bagni per i disabili, lavori in corso alla media Andrea Costa e alle elementari Rubri e Bizzi

IMOLA
Si concluderanno prima dell’inizio del prossimo anno scolastico, a settembre, i lavori previsti in tre scuole imolesi per adeguare alcuni locali a servizio degli studenti disabili. Si tratta della media Andrea Costa (nel quartiere Cappuccini) e delle primarie Rubri (nel quartiere Zolino) e Bizzi (quartiere Pedagna). La Giunta ha approvato il progetto esecutivo per un importo complessivo di 50 mila euro, finanziati dal Comune di Imola. La giunta ha assegnato ad Area Blu Spa, le attività inerenti l’affidamento e la realizzazione dei lavori.

Nella scuola media Andrea Costa si procederà con l’adeguamento di un servizio igienico esistente a piano terra, che ampliato utilizzando una piccola stanza attigua, per essere fruibile dagli studenti disabili. Un altro locale comunicante verrà ampliato, occupando una parte del largo corridoio, per essere adibito ad aula di sostegno.

Nella Rubri, invece, l’intervento prevede l’adeguamento di aule esistenti e la creazione di una aggiuntiva per il sostegno durante le ore didattiche. Nello specifico, verranno ricavate due piccole aule dividendone una di dimensioni più grandi realizzando un tramezzo e ne verrà creata una attigua realizzando due pareti in cartongesso. Lo spazio è nel corridoio al piano primo del corpo aule con affaccio sulla via Tinti.

Infine nella Bizzi verrà realizzata un’aula di sostegno al primo piano demolendo una parete in cartongesso e unendo due ambienti esistenti. Al piano terra verrà inoltre riqualificato l’attuale laboratorio di pittura per renderlo idoneo ad ospitare gli alunni diversamente abili.

Giuseppina Brienza, assessore alla Scuola commenta: “Passo dopo passo, intendiamo proseguire con il nostro programma di investimenti nell’edilizia scolastica che riguardano il miglioramento sismico, l’ottenimento del certificato prevenzione incendi e altri interventi per migliorare la sicurezza delle scuole. La volontà dell’Amministrazione comunale è anche quella di dare risposte, con le risorse che abbiamo, alle richieste che arrivano ogni giorno dai dirigenti scolastici“.

Nella foto: la scuola elementare Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *