Ausl, le provette del sangue vanno a Bologna

IMOLA-BOLOGNA
Comincia ufficialmente oggi la nuova procedura centralizzata del Laboratorio unico metropolitano della sanità della provincia di Bologna. Da oggi le prime provette del sangue imolesi prendono la via delle Due Torri.

Questo non porterà alcun cambiamento pratico per i cittadini, che continueranno ad effettuare i prelievi del sangue nei soliti punti dell’Ausl di Imola. Anche i referti continueranno ad essere consegnati per posta direttamente al domicilio dei cittadini, o potranno essere ritirati ai centri prelievi o stampati direttamente dal proprio Fascicolo sanitario elettronico, per chi lo ha attivato. Sarà semplicemente l’Azienda sanitaria che provvederà ad inviare le provette a Bologna in base alle procedure definite dal progetto: al Maggiore gli esami di routine di tutti i cittadini bolognesi, mentre quelli specialistici andranno alla Microbiologia dell’Aosp Sant’Orsola di Bologna. Nel laboratorio imolese, così come in quelli di tutti gli altri ospedali dell’area metropolitana, verranno fatti solo gli esami dei pazienti di pronto soccorso e ricoverati, nonché quelli «tempo dipendenti», come gli esami del sangue nelle terapie Tao (terapia anticoagulante orale).

Dal momento che questa operazione ha implicato una complessa integrazione dei sistemi tecnici ed informatici, dall’Ausl segnalano che “non è da escludere che nei primi giorni possa verificarsi qualche disguido o rallentamento in fase di prelievo, di cui l’Azienda Usl si scusa anticipatamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *