Aviat, missione sanitaria in Togo

IMOLA
Nuova missione sanitaria e umanitaria dell’Associazione volontari italiani amici del Togo (Aviat). Partenza l’1 marzo alla volta del piccolo Stato dell’area sub-sahariana occidentale affacciato sul golfo di Guinea. “Andremo a raggiungere Rodolfo ed Antoinette (soci fondatori dell’Aviat, Ndr) che sono in Togo già da quasi sei mesi e aspettano forze fresche per utilizzare i nuovi ambulatori realizzati alla Casa degli Angeli a Lomè”, racconta Gian Franco Mirri, medico e responsabile delle relazioni pubbliche dell’associazione di via Selice (www.aviatonlus.altervista.org).
Il Togo è uno degli Stati più poveri al mondo, con un reddito annuo medio pro capite di soli 300 euro. Nel 2012, Aviat ha iniziato i lavori per aprire nella capitale togolese un poliambulatorio medico, ginecologico, oculistico e dentistico. Il gruppo di volontari in partenza comprende medici di diverse specializzazioni. Due dentiste imolesi andranno ad avviare l’ambulatorio dentistico attrezzato con strumentazioni odontoiatriche donate dalla cooperativa Cefla. Un oculista dell’Associazione medici oculisti per l’Africa (Amoa) di Bologna, oltre a fare visite ambulatoriali, andrà ad operare all’ospedale di Bè (l’ospedale pubblico della capitale), dove una nuova sala operatoria oculistica è stata finanziata dai Lions del distretto 108tb Italia, di cui fa parte il club Valsanterno. Un ginecologo, oltre a visite ed ecografie, curerà la distribuzione gratuita di farmaci e coordinerà 3 volontari che avvieranno uno screening conoscitivo sulla malnutrizione infantile.

Il medico imolese Gian Franco Mirri e abitanti del Togo

One Response to Aviat, missione sanitaria in Togo

  1. Bello! Ci sono pediatri?

    Sara Caropreso
    1 marzo 2013 at 11:29
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *