Castel Guelfo

Sport 22 aprile 2018

Basket C Gold, la tripla di Grillini sulla sirena regala a Castel Guelfo il successo in gara-1 play-off

Castel Guelfo ribalta ogni pronostico in gara-1 play-off ed espugna 67-66 il campo della Salus con un Trombetti da doppia doppia (15 punti e 12 rimbalzi).

Dopo un primo tempo fantastico e solo 4 punti concessi agli avversari nel secondo quarto, i ragazzi di coach Serio subiscono la rimonta dei padroni di casa che si materializza con il +1 di fine terzo periodo (48-47). Negli ultimi 10 minuti però regna l”equilibrio, i guelfesi vanno sotto di 5 a 12 secondi dalla sirena, ma Grillini con due «bombe», l”ultima allo scadere, regala ai suoi una vittoria memorabile.

Gara-2 è in calendario giovedì 26 (ore 21) al palaMarchetti. Vincere per i gialloblù vorrebbe dire raggiunge il traguardo delle semifinali e proseguire il sogno.

d.b.

Tabellino

Salus-Prosic 66-67 (12-12, 16-29, 48-47)

Salus: Tugnoli 5, Stojkov 14, Trentin 12, Polverelli 7, Percan 13, Amoni 15, Veronesi, Arletti ne, Savio, Gebbia ne, Branzaglia. All. Fili.

Castel Guelfo: Grillini 14, Musolesi 13, Pieri, Govi 6, Trombetti 15, Bernabini 3, Bernardi ne, Rebeggiani ne, Santini ne, Casagrande 9, Degli Esposti Castori, Baccarini 7. All. Serio.

Nella foto: Alessandro Trombetti

Basket C Gold, la tripla di Grillini sulla sirena regala a Castel Guelfo il successo in gara-1 play-off
Cultura e Spettacoli 19 aprile 2018

Lo psicoterapeuta Alberto Pellai parla di educazione e nativi digitali a Castel Guelfo

I bisogni educativi delle nuove generazioni sono cambiati e a volte non si sa come comportarsi. Le risposte ai dubbi su questo tema potranno venire dall”incontro Generazione 2.0 – Sfide educative per genitori di nativi digitali, condotto da Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell”età evolutiva.

Alle ore 18, sede Arci, via 2 Giugno 6/a a Castel Guelfo. Info: biblioteca@comune.castelguelfo.bo.it

r.c.

Nella foto: (tratta dalla pagina facebook personale): Alberto Pellai

Lo psicoterapeuta Alberto Pellai parla di educazione e nativi digitali a Castel Guelfo
Cronaca 17 aprile 2018

Nuova raccolta rifiuti a Castel Guelfo, previsti incontri pubblici per informare la cittadinanza

Il Comune di Castel Guelfo, in collaborazione con Hera, ha deciso di avviare un importante cambiamento nei servizi di raccolta rifiuti, con l’intento di aumentare la raccolta differenziata e recuperare quantità sempre maggiori di materiali riciclabili, come organico, plastica e vetro, carta. I cambiamenti riguardano il sistema di riconoscimento per tutti i contenitori dei rifiuti, tranne quello del vetro, che saranno apribili solo con una tessera nominativa, la Carta Smeraldo, che potrà essere utilizzata in tutte le isole ecologiche di base, senza limiti.

I cassonetti saranno raggruppati in postazioni (isole ecologiche di base), in ciascuna delle quali si troveranno tutte le principali raccolte differenziate (organico, potature, plastica e lattine, vetro, carta e cartone, che dovranno essere conferiti negli appositi cassonetti e non più nei sacchi). Ci sarà anche il contenitore per l’indifferenziato che, diversamente dagli altri, sarà dotato di una calotta che permette l’inserimento di quantità limitate di rifiuti pari a 30 litri, l’equivalente di un sacchetto della spesa. La bolletta, come già succede ora, potrà essere ridotta grazie ai conferimenti diretti alla stazione ecologica di Castel Guelfo, in via Luigi Maria Casola, dove sono aumentati gli sconti per carta, cartone, vetro, plastica e lattine, batterie auto/moto e oli vegetali e minerali, passati da 0,15 a 0,165 euro per ogni kg conferito, così come è incrementato da 5,16 a 6 euro/anno per ciascun componente del nucleo famigliare lo sconto per l’utilizzo della compostiera fornita in uso gratuito da Hera o per la pratica del compostaggio in fossa. Inoltre è stato introdotto un nuovo sconto per il conferimento dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche di 4 euro per ogni conferimento, fino a un massimo di 12 euro l’anno.

Per informare la cittadinanza, in questi giorni è in distribuzione la lettera che invita a partecipare agli incontri pubblici in programma per illustrare i servizi: domani ore 17.30 con replica alle 20.30 nella sala consiliare al primo piano del municipio, in via Gramsci 10; giovedì 19 aprile alle ore 17.30 alla sala ristorazione Due Castelli, in via della Concia 15. A partire dal 30 aprile gli informatori ambientali consegneranno ai cittadini e alle attività produttive le tessere Smeraldo, che potranno essere utilizzate in tutti i cassonetti installati nell’intera città e senza limiti di utilizzo. Gli informatori ambientali saranno riconoscibili dall’apposita pettorina gialla indossata con la scritta Assistente Smeraldo e dal cartellino nominativo. In nessun caso possono accettare denaro. In caso di dubbio, si potrà chiedere conferma del nominativo al servizio clienti Hera 800 999 500. Alle utenze verranno consegnate anche la pattumiera aerata e una dotazione di sacchetti per l’organico (alle famiglie), un rotolo di venti sacchetti a misura di calotta per l’indifferenziato e l’opuscolo sui nuovi servizi.

r.c.

L”articolo completo su «sabato sera» del 12 aprile.

Nella foto (tratta dal sito del Comune): Castel Guelfo

 

Nuova raccolta rifiuti a Castel Guelfo, previsti incontri pubblici per informare la cittadinanza
Sport 6 aprile 2018

Basket C Gold, il cuore di Castel Guelfo non basta. Il derby è della Vsv Imola

Il derby tra Castel Guelfo e Vsv Imola va ai gialloneri di Tassinari che si impongono 77-67 al palaMarchetti. Con questi due punti Casadei e compagni scavalcano Ozzano al secondo posto solitario in classifica in attesa del match dei Flying di domenica, mentre Castel Guelfo ora deve guardarsi alle spalle per non arrivare ai play-off nella peggior posizione possibile.

Partenza disastrosa nel primo quarto per Castel Guelfo che segna il primo canestro dopo circa tre minuti di gioco, mentre dall”altra parte la Vsv Imola è implacabile soprattutto dall”arco con Nucci. I gialloblù di Serio vanno anche a -17, prima della rimonta guidata da Baccarini che rende meno amaro il punteggio alla prima sirena (11-21). Nel secondo parziale, complice Casadei in panchina con 3 falli, i guelfesi si rifanno sotto prepotentemente sotto i colpi di Bernabini e accorciano fino a -2. Il match è spigoloso come ogni derby che si rispetti e allora la Vsv si sveglia e torna a infilare canestri con la precisione chirurgica di inizio partita che valgono il 29-38 di fine primo tempo.

Nel terzo quarto i gialloneri di Tassinari provano a tenere a distanza di sicurezza gli avversari, esaltando le doti sono canestro di Zhytaryuk, ma il solito Bernabini e l”ex Grillini non ci stanno e portano i suoi al -6 all”ultimo riposo (48-54). Nel quarto periodo la Vsv domina a rimbalzo e prova a scappare definitivamente, ma non fa i conti con il grande cuore dei padroni di casa che a cinque giri di lancette dalla fine inseguono solo di tre lunghezze. Ci pensano poi i soliti Casadei e Zhytaryuk a mettere in ghiaccio la sfida e indirizzare il derby verso Imola, con Trombetti e Grillini gli ultimi a mollare tra i padroni di casa.

Nel prossimo turno, ultimo di regular season, in programma sabato 14 (ore 21) la Vsv affronterà in casa Bologna Basket, mentre Castel Guelfo andrà in trasferta a Montecchio.

d.b.

Tabellino

Prosic-Npc 67-77 (11-21, 28-39, 48-54)

Castel Guelfo: Bernabini 15, Rebeggiani ne, Cacciari, Baccarini 15, Grillini 16, Musolesi, Santini, Pieri 3, Casagrande, Degli Esposti Castori 3, Govi 3, Trombetti 12. All. Serio.

Vsv: Dalpozzo 7, Dal Fiume 13, Boero 8, Nucci 12, Creti 2, Murati ne, Casadei 16, Ranocchi ne, Sassi ne, Sangiorgi 4, Zhytaryuk 15. All. Tassinari.

Nella foto: coach Tassinari e Nucci durante il match d”andata 

Basket C Gold, il cuore di Castel Guelfo non basta. Il derby è della Vsv Imola
Sport 28 marzo 2018

Basket C Gold, Castel Guelfo vince il recupero e centra la salvezza

Missione compiuta. Con il successo in casa di Modena (79-72 il finale) nel recupero i gialloblù di Serio, infatti, centrano la salvezza a due giornate dalla fine e affronteranno così i play-off da neopromossa. Al momento Castel Guelfo occupa la 5° posizione a quota 26 punti e dovrà difendersi dai sicuri attacchi di Montecchio e Bologna Basket.

I guelfesi partono forte e incanalano il match subito in discesa trascinati da un Trombetti in serata positiva (19 punti alla sirena). Il +12 a fine primo quarto non basta ai ragazzi di Serio che anche nel secondo parziale chiudono ogni spazio in difesa e colpiscono in attacco fino ad arrivare all”intervallo lungo avanti di 22 punti.

Nel secondo tempo, però, arriva l”inaspettato black-out. Vucinovic e Riguzzi suonano la carica e mettono alle corde gli ospiti. Punto su punto Modena rientra in partita e a 180 secondi dalla fine il punteggio dice parità (70-70). I canestri di Govi, Trombetti, ma soprattutto la tripla di Musolesi però arrivano nel momento più opportuno e permettono ai gialloblù di festeggiare un traguardo raggiunto con pieno merito.

d.b.

Nella foto: gioia guelfese a fine partita

Tabellino

Modena-Prosic 72-79 (12-24, 26-48, 49-63)

Modena: Vivarelli 3, Pederzini 8, Riguzzi 19, Franko 10, Vucinovic 19, Basilicò 2, Riccio, Tamagnini, Cappelli 11. All. Spettoli.

Castel Guelfo: Grillini 2, Musolesi 12, Pieri 2, Govi 8, Trombetti 19, Bernabini 11, Rebeggiani ne, Cacciari ne, Baccarini 8, Casagrande 9, Burresi ne, Degli Esposti Castori 8. All. Serio.

Basket C Gold, Castel Guelfo vince il recupero e centra la salvezza
Sport 25 marzo 2018

Basket C Gold, Castel Guelfo spreca il primo match-ball salvezza

Niente da fare per Castel Guelfo a Fidenza. I gialloblù di Serio, infatti, escono sconfitti 81-73 e rimandano l”appuntamento con la salvezza.

Partita equilibrata fin dalla palla a due, ma le bassissime percentuali al tiro dall”arco dei guelfesi indirizzano il match più dalla parte dei padroni di casa. Castel Guelfo è brava ad armare Trombetti e Casagrande, ma Fidenza risponde sempre presente con i canestri di Morciano, Biasish e Longoni. Il match si decide nel terzo quarto dove i gialloblù hanno qualche amnesia di troppo in difesa e lasciano scappare, in maniera decisiva, Fidenza. Nell”ultimo parziale il trend non cambia, i ragazzi di Serio provano a rifarsi sotto ma senza successo.

Mercoledì 28 (ore 21) Castel Guelfo recupererà, in trasferta, il match contro Modena. Al derby contro la Vsv Imola del 6 aprile ci sarà tempo per pensarci.

d.b.

Tabellino

Fidenza-Prosic 81-73 (20-17, 38-36, 66-58)

Fidenza: Barga 8, Dmitrovic 10, Longoni 15, Giani 3, Morciano 19, Bricchi ne, Diop Gaye 5, Gangarossa 2, Biasich 17, Bialkowsky 2. All. Zanardi.

Prosic: Grillini 9, Musolesi 7, Pieri 6, Govi 4, Trombetti 12, Bernabini 9, Rebeggiani ne, Santini 2, Casagrande 12, Burresi ne, Degli Esposti Castori 2, Baccarini 10. All. Serio.

Nella foto: un momento del derby d”andata tra Castel Guelfo e Imola

Basket C Gold, Castel Guelfo spreca il primo match-ball salvezza
Cronaca 22 marzo 2018

Il circolo Arci di Castel Guelfo compie gli anni, ponte tra memoria e generazioni

I festeggiamenti per il sessantesimo compleanno del circolo Arci mostrano un’associazione piena di vita, che propone iniziative che coinvolgono persone di tutte le età e a volte le fanno dialogare in modo sorprendente. Il momento principale delle celebrazioni sarà venerdì 23 marzo, alle ore 20.30, presso la sede di viale 2 Giugno 6, quando avrà luogo un incontro pubblico organizzato per l’occasione.

Il programma completo, le motivazioni che l’hanno fatto nascere e altre notizie sull’associazione si possono leggere sul supplemento al numero 11 di “sabato sera” del 22 marzo 2018, dedicato completamente a questo tema. Il pezzo forte della festa sarà un incontro su “L’eccidio nazista di Pradellino di Casteld’Aiano, Storia, vicende e testimonianze di Sisto Benassi raccolte da Patrik Fontana”, durante il quale, oltre ai protagonisti, interverranno Ruggero Morini (presidente dell”Arci Castel Guelfo), Paolo Bernardi (presidente della Cooperativa Bacchilega), Bruno Solaroli (presidente Anpi Imola) e Davide Cerè (storico e consigliere Aned). Il motivo di questo particolare argomento è dovuto al fatto che Sisto Benassi,originario della frazione di Pradellino, vive a Castel Guelfo con la famiglia ormai da molti anni ed è stato testimone dell’eccidio perpetrato dai nazisti durante la Seconda guerra mondiale. Il desiderio di conoscere qualcosa di più delle generazioni che l’hanno preceduto ha dato motivazione al giovane Patrik Fontana per intervistare l’anziano Sisto.

r.c.

Nella foto Sisto Benassi, Ruggero Morini e Patrik Fontana 

Il circolo Arci di Castel Guelfo compie gli anni, ponte tra memoria e generazioni
Sport 17 marzo 2018

Basket C Gold, due punti che profumano di salvezza per Castel Guelfo

Al palaMarchetti Castel Guelfo ipoteca la salvezza superando 72-65 Bologna Basket e per la prima volta in stagione ha la meglio su una squadra che la precede in classifica. Con questa vittoria i ragazzi di Serio agguantano il 5° posto (anche se non ribaltano la differenza canestri con i bolognesi) in attesa sempre di recuperare il match contro Modena.

I gialloblù subiscono il forte avvio degli ospiti, poi trovano la quadratura di squadra e danno vita ad uno scontro punto a punto che caratterizza un primo quarto chiuso in sostanziale equilibrio (16-18). Nel secondo parziale i ragazzi di Serio costruiscono un piccolo capolavoro contro la quinta forza del campionato e in attacco armano alla grande le mani caldi di Trombetti e Musolesi (20 punti), scappando via con un break importante (42-32 all”intervallo lungo). 

Nel terzo quarto sale in cattedra Bologna Basket con l”onnipresente Cortesi (23 punti) che fa la voce grossa e guida la sua squadra verso una rimonta insperata. Castel Guelfo non è più micidiale sotto canestro e gli ospiti ne approfittano per rientrare. L”ultimo parziale vede ancora l”inerzia del match nelle mani dei bolognesi che, complici gli errori dei padroni di casa, arrivano a -1 a quattro minuti dal termine sempre grazie al solito Cortesi(66-65). Il gioco da tre punti di Musolesi, il canestro di Trombetti e i liberi di Grillini però congelano il match fino alla sirena finale che regala una grande gioia al pubblico guelfese sugli spalti.

Nel prossimo turno, in programma domenica 25 (ore 18), Castel Guelfo affronterà in trasferta Fidenza per cercare di blindare una volta per tutte il discorso salvezza e regalarsi la migliore posizione possibile nella griglia play-off.

d.b.

Tabellino

Prosic-Bologna Basket 72-65 (16-18, 42-32, 58-50)

Castel Guelfo: Grillini 9, Santini 4, Pieri 2, Govi 6, Trombetti 17, Bernabini 3, Rebeggiani ne, Musolesi 20, Casagrande 4, Degli Esposti Castori 7, Baccarini, Burresi ne. All. Serio.

Bologna Basket: Fin 9, Brotza 4, De Pascale 4, Poluzzi 8, Cortesi 23, Guerri 10, Cerulli, Tugnoli ne, Bertuzzi 2, Saccà ne, Legnani 5, Brighotti. All. Lolli.

Nella foto (dalla pagina facebook di Castel Guelfo): la gioia gialloblù a fine partita

Basket C Gold, due punti che profumano di salvezza per Castel Guelfo
Economia 6 marzo 2018

Green economy, l'importanza di raccogliere gli oli esausti (ma non alla rocca di Imola)

Qualcuno certamente ricorderà quel giorno di settembre in cui un raccoglitore per gli oli vegetali esausti è comparso improvvisamente nel prato circostante la Rocca di Imola, destando curiosità per la raccolta green ma anche non poche proteste per il luogo artistico non consono alla raccolta di rifiuti. Non una trovata ma un set pubblicitario dell”azienda guelfese Nuova C Plastica, che produce appunto raccoglitori per gli oli esausti, alimentari e non.

La raccolta degli oli vegetali esausti. La raccolta degli oli vegetali esausti, quelli utilizzati in cucina per la friggitura ma anche quelli dei sottoli, è forse la differenziata che cresce più rapidamente, almeno in Italia. Secondo il consorzio Conoe, che si occupa di raccolta, riciclaggio e recupero degli oli vegetali esausti, nel 2015 ne sono stati raccolti oltre 62 mila tonnellate, il 44% in più rispetto a 5 anni prima. Dal 2001, anno in cui il consorzio è diventato operativo, ad oggi sono state rigenerate oltre 580 mila tonnellate di oli esausti, che da rifiuti sono diventati risorsa.

Come si recuperano gli oli alimentari esausti? Gli oli vegetali usati possono essere recuperati e riutilizzati in differenti modi. Ad esempio possono essere trasformati in prodotti quali saponi, inchiostri, grassi per la concia delle pelli, biolubrificanti per l’agricoltura o la nautica, cere per auto. Oppure possono diventare una sorgente di energia per gli impianti di co-generazione. Negli ultimi anni, però, il principale mercato di sbocco per il recupero degli oli vegetali esausti è diventato la produzione di biodiesel, combustibile vegetale che può sostituire o miscelare i carburanti di origine fossile, con conseguente risparmio in emissioni di Co2. Il consorzio Conoe destina alla produzione di biodiesel oltre l’80% degli oli recuperati.

L”impegno di Nuova C Plastica. La raccolta degli oli esausti è fondamentale per renderne possibile il riutilizzo. In questo ambito lavora la Nuova C Plastica Srl. L’azienda nasce di fatto all’inizio degli anni Sessanta con il nome CaMa per intuizione di Marco Camoli, padre degli attuali titolari Piero e Gianmarco (insieme a loro anche il cugino Enrico), per la produzione di stampi e stampati di plastica. Nel 2000, oltre ad assumere una nuova configurazione e l’attuale nome di Nuova C Plastica, l’azienda apre la propria divisione Ambiente che da allora si occupa di disegnare, realizzare gli stampi e stampare raccoglitori per oli esausti di tutte le dimensioni, sempre e comunque in plastica. «Abbiamo deciso mettere la nostra lunga esperienza con le plastiche nel settore dei contenitori per la raccolta degli oli esausti sia come secondary business, sia perché crediamo fortemente nell’ecologia quale caratteristica importante oggi per un futuro migliore per i nostri figli. Un solo litro di olio, infatti, può inquinare un tratto di mare grande quanto quattro campi da calcio – spiega Piero Camoli -. Negli anni abbiamo rifornito numerose aziende multiutility che operano nel settore della raccolta dei rifiuti in diversi comuni italiani, inclusa Hera, che qualche anno fa ha regalato ai propri utenti il nostro raccoglitore domestico Ecohouse small da 2,2 litri».

Verso un green world. Hera, però, si è poi orientata sul conferimento dell’olio esausto tramite bottiglie di plastica che, una volta piene, l’utente deve introdurre nei contenitori stradali dedicati, mentre solo alle isole ecologiche è possibile conferire l’olio travasandolo da un altro contenitore. «Con il modus operandi che promuoviamo noi attraverso i nostri prodotti si risparmia il rifiuto plastico, perché l’olio viene trasportato al punto di raccolta con una tanica riutilizzabile – commenta Camoli -. Abbiamo a cuore il pianeta, per questo sul finire dello scorso anno abbiamo presentato ai nostri clienti due novità all’avanguardia, per le quali abbiamo registrato lo spot alla rocca di Imola: una è la tanichetta che reca nel tappo il numero identificativo dell’utente per un più facile conferimento e riconoscimento; l’altra è la stazione di raccolta intelligente, con display che informa l’utente sui dati ambientali positivi dovuti alla raccolta che sta facendo e contemporaneamente traccia i conferimenti in maniera elettronica per conteggiare ed ottimizzare il servizio di raccolta, in favore della tariffazione puntuale da raggiungere entro il 2020. Quando la stazione è quasi piena chiama il camion per la raccolta».

Le novità made in Castel Guelfo sono state presentate pubblicamente a Ecomondo, la fiera di settore che si tiene a Rimini, alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. Il primo Comune ad acquistare le stazioni intelligenti di Nuova C Plastica è stato Treviso. Altre stazioni tradizionali si trovano, oltre che in Italia, in Slovenia, Spagna, Portogallo, Inghilterra e Grecia. Sempre a Ecomondo l’azienda guelfese ha presentato il raccoglitore da strada in alluminio con doppia bocca per il conferimento, «un prodotto nato dalle richieste di alcuni clienti – spiega Camoli – di avere contenitori anti-coda per gli utenti. A Treviso, così tante persone recuperano gli oli esausti che spesso si crea la fila per il conferimento». Infine, oltre ai raccoglitori per oli alimentari, l’azienda realizza taniche per la raccolta di oli minerali (auto e moto) dalle officine, «ma – precisa Camoli – si tratta di un ramo per il quale abbiamo prevalentemente clienti esteri in diversi Paesi europei».

mi.mo

Nella foto: il set montato lo scorso settembre alla Rocca di Imola per la realizzazione del video promozionale per il nuovo raccoglitore per gli oli alimentari esausti Oilplan

Green economy, l'importanza di raccogliere gli oli esausti (ma non alla rocca di Imola)
Sport 23 febbraio 2018

C Gold, Castel Guelfo ci ha preso gusto: vince ancora in volata e «vede» la salvezza

Castel Guelfo vince in casa contro Bertinoro per 69-67 e consolida sempre più il 5° posto in classifica (a 22 punti), avvicinandosi concretamente all”obiettivo salvezza. I ragazzi di Serio concedono, però, troppi punti al peggior attacco del campionato e, così, mantengono in bilico un match che, nel finale poteva avere un esito ben diverso. Pessime statistiche al tiro (40% dal campo) e ai liberi (61%) dei guelfesi, tenuti a galla, tra gli altri, dall”mvp Casagrande (15 punti)

I gialloblù partono bene e prendono il largo già nel primo quarto spezzando subito il tentativo di aggancio degli ospiti. Il vantaggio di 6 lunghezze, però, viene vanificato dal break forlivese fino al +1 alla prima sirena (23-22). Nel secondo parziale Castel Guelfo cerca di nuovo l”allungo con Trombetti, Bertinoro rimane sempre a contatto con Frigoli e Bracci, ma nel finale un gioco da tre punti di Bernabini fissa a +5 il vantaggio parziale dei padroni di casa all”intervallo lungo (45-40).

Nel terzo quarto, fino a metà parziale, vincono le difese con Castel Guelfo che segnerà solo 9 punti in totale a fine periodo. Bertinoro, quindi, ne approfitta e si riporta sotto con le triple di Del Zozzo e Frigoli, Castel Guelfo perde Trombetti per falli e uno scatenato Solfrizzi En. guida la sua squadra al minimo vantaggio prima dell”ultimo riposo (54-55). Gli ultimi 10 minuti vedono il break guelfese grazie ai 5 punti consecutivi di Casagrande e ai canestri di Pieri (66-60). Cristofani riporta ancora sotto Bertinoro e Bracci timbra il pari ai -3 minuti (66-66). I gialloblù mettono il naso avanti con Musolesi a meno di un giro di lancette dalla sirena finale (69-67) poi ringraziano Bracci per l”infrazione di passi. Govi, però, fallisce il canestro della sicurezza e sull”azione seguente è l”errore di Cristofani a «regalare» una gioia ai ragazzi di Serio e al pubblico del palaMarchetti.

Nel prossimo turno, in programma venerdì 2 marzo (alle 21), Castel Guelfo affronterà a domicilio il fanalino di coda Modena.

d.b.

Tabellino

Prosic-Bertinoro 69-67 (23-22, 45-40, 54-55)

Castel Guelfo: Musolesi 10, Pieri 12, Casagrande 15, Govi 2, Trombetti 10, Bernabini 7, Rebeggiani 3, Grillini ne, Santini, Burresi ne, Degli Esposti Castori 5, Baccarini 5. All. Serio.

Bertinoro: Frigoli 12, Biandolino 2, Godoli 2, Bracci 16, Solfrizzi En. 15, Conocchiari ne, Zoboli 2, Ravaioli, Gellera Malvolti 2, Del Zozzo 7, Solfrizzi Em. ne, Cristofani 9. All. Silvestri.

Nella foto: coach Serio

C Gold, Castel Guelfo ci ha preso gusto: vince ancora  in volata e «vede» la salvezza

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast