Imola

Cultura e Spettacoli 10 agosto 2018

Domani cominciano le celebrazioni per San Cassiano con la classica biciclettata al cippo del martire

Fu ucciso dai suoi studenti con gli stiletti con cui incidevano le tavole di cera per scrivere. Insegnante di grammatica e stenografia, San Cassiano venne condannato a morte dall”autorità romana per non aver rinnegato la propria fede cristiana. Un martire che oggi è patrono della città in cui visse e insegnò, Imola, ma anche di numerose altre diocesi o cittadine, tra cui Las Galletas nell”isola spagnola di Tenerife. Il 13 agosto la città imolese celebra così il suo patrono e lo fa con una festa che ha il suo clou lunedì 13 ma che inizia sabato 11.

Diversi saranno, ovviamente, i momenti di riflessione sulla vita di San Cassiano, a cominciare dalla prima giornata, quella in cui si terrà l”ormai irrinunciabile pedalata dal sagrato della cattedrale al cippo del santo in via Villa Clelia, giunta alla tredicesima edizione. Si parte davanti al duomo alle 18.10 (iscrizioni dalle 17), si prosegue lungo via Garibaldi, via Caterina Sforza, viale Amendola (sotto il viale), si volta in via Cesare Croce e ci si ferma nella zona degli scavi romani di via Villa Clelia, dove ci sarà tempo per una rievocazione storica, una riflessione e un momento di preghiera, prima del ritorno in cattedrale sempre pedalando.

In serata, alle 21.15, il chiostro di palazzo Monsignani sarà teatro di un concerto della Filarmonica Città di Imola, che proporrà un programma di musica varia, spaziando dalla classica alle colonne sonore alla lirica, con… attenzione alla sicurezza: «Per le nuove norme di sicurezza – spiega Franco Camaggi – potremo allestire meno posti a sedere rispetto al passato».

Domenica 12 agosto la cattedrale ospiterà la Messa alle 17.30 e i primi Vespri e la Messa alle 20.30, mentre nel chiostro del palazzo vescovile, alle 18.30, il vescovo benedirà la mostra qui allestita. In serata il chiostro di palazzo Monsignani vedrà il gioco-viaggio per le chiese della diocesi attraverso i santini delle immagini venerate, Il grande gioco dei santi e dei santini (ore 21.15).

Nei tre giorni di festa (11, 12 e 13 agosto), sul sagrato della cattedrale sarà allestito uno stand gastronomico dalle 18 alle 21 a cura della parrocchia di Mezzocolle e del Gruppo Alpini Imola Valsanterno, con polenta, piadina e salumi Clai.

Nella foto la biciclettata del 2017 (Isolapress)

Domani cominciano le celebrazioni per San Cassiano con la classica biciclettata al cippo del martire
Cronaca 10 agosto 2018

Ordinanza del Comune di Imola per il taglio della vegetazione a ridosso della ferrovia

E” in vigore da oggi l”ordinanza del Comune di Imola, firmata della sindaca Manuela Sangiorgi, che impone ai proprietari, possessori e detentori di terreni confinanti con la sede ferroviaria il taglio di rami, alberi e vegetazione secca, che interferiscono con la rete ferroviariaL’ordinanza è stata emessa dal Comune per scongiurare pericoli all’incolumità pubblica, vista l”impossibilità di provvedere con gli ordinari mezzi offerti dalla legislazione, in virtù della ragionevole previsione di danno incombente e alla luce della comunicazione di Rfi dei giorni scorsi con la quale si chiede tale provvedimento ai sindaci dei Comuni nei cui territori passa la linea ferroviaria. 

Nello specifico, l’ordinanza prevede che i proprietari, ciascuno per la particella catastale di propria competenza, debbano verificare e, ovunque occorra, eliminare i fattori di pericolo. Obbliga, inoltre, gli stessi proprietari, a mantenere nel tempo le distanze di sicurezza dalla sede ferroviaria delle piante o siepi che possono interferire con essa. L’apposita normativa (DPR 753/1980 artt. 48, 52, 55) prevede infatti, come riporta l’ordinanza, «il divieto lungo i tracciati della ferrovia, di far crescere piante o siepi che possono interferire con la sede ferroviaria e che i terreni adiacenti, destinati a bosco non possono distare meno di 50 metri dalla rotaia più vicina, nonché prescrive il divieto di dare fuoco alle stoppie o accendere comunque fuochi in vicinanza della linea ferroviaria senza adottare tutte le cautele necessarie a difesa della sede ferroviaria e sue pertinenze». 

Ai trasgressori della presente ordinanza sarà inflitta la sanzione pecuniaria da €. 25,00 a €. 500,00 fatte salve eventuale violazioni di carattere penale. Per ogni informazione ci si può rivolgere all’Ufficio Ambiente del Comune (via Cogne 2- tel. 0542 602283, pec urbanistica.ambiente@pec.comune.imola.bo.it).

r.c.

Nella foto: la sindaca Manuela Sangiorgi

Ordinanza del Comune di Imola per il taglio della vegetazione a ridosso della ferrovia
Cronaca 9 agosto 2018

Trasporti Imola: la sperimentazione non ha funzionato, soppresso l’autobus 5

La linea urbana 5 di autobus di Imola è stata soppressa. Lo annuncia l’assessore alla Mobilità sostenibile del Comune di Imola, Massimiliano Minorchio, secondo il quale la sperimentazione della linea, protrattasi fino al 28 luglio, non ha dato i riscontri auspicati.

“La soppressione – precisa l’assessore – rientra nell’ottica di un mirato processo di riprogettazione della mobilità urbana in modalità partecipata in grado di fornire alla cittadinanza un servizio migliore ottimizzando il bacino di utenza”.

Il periodo di verifica sperimentale legato alla fruibilità della linea 5 urbana di Imola era stato avviato lo scorso 15 settembre e doveva concludersi il 30 giugno. Successivamente è stato però esteso fino al 28 luglio per una analisi più completa sul rapporto costi/benefici della stessa e sul suo effettivo utilizzo da parte degli utenti, ma la proroga non ha cambiato il giudizio sul servizio.

A fronte della soppressione dell’autobus 5, rimarranno però attive le linee 1 e 3 sul tracciato attuale, frutto delle modifiche introdotte al momento dell’avvio della sperimentazione della linea 5, in attesa del riordino complessivo del trasporto pubblico locale imolese, compresa la linea 4.

L’amministrazione comunale annuncia infatti l’intenzione di dare corso a un progetto partecipato, che dovrà “nascere dall’ascolto, nei prossimi mesi, dei fabbisogni espressi dai cittadini e dalle associazioni, nell’ottica di una partecipazione che sia più ampia possibile e condivisa”, con l’obiettivo di “definire una rete di trasporto pubblico locale che colleghi tutti i quartieri di Imola e la Pedagna con la zona industriale al mattino, pomeriggio e sera, in maniera capillare. per rendere fruibile il mezzo pubblico rispetto a quello privato per chi lavora nella zona industriale lontano da via Grieco, dove si attestano la linea 4 ed alcune 104”. (r.c.)

Nella foto l’assessore Massimiliano Minorchio

Trasporti Imola: la sperimentazione non ha funzionato, soppresso l’autobus 5
Cronaca 9 agosto 2018

Ausl di Imola, la mappa delle chiusure e delle riduzioni d’orario della settimana di Ferragosto

Si avvicina la settimana centrale di agosto e anche l’Ausl di Imola praticherà, come da tradizione, alcune chiusure o riduzioni d’orario.

Alcuni servizi sono già in ferie, come il Centro Disturbi Cognitivi operativo all’ospedale vecchio, che riaprirà il 22 agosto. Chiusura dall’11 al 15 agosto compresi, invece, per gli studi di medici e pediatri di famiglia. Sarà naturalmente garantita l’attività di assistenza sanitaria di base, offerta dal Servizio di Continuità assistenziale su chiamata telefonica e dagli Ambulatori di Continuità Assistenziale ad accesso diretto dei cittadini. In caso di bisogno nelle giornate prefestive e festive dalle 8 alle 20 e durante la notte dalle 20 alle 8 del mattino sarà disponibile il numero verde 800 040 050 per consulenze telefoniche o per richiedere visite domiciliari.

Per quanto riguarda la settimana di Ferragosto, resteranno chiusi dal 13 al 18 il Consultorio familiare (tutte le sedi), il Polo formativo e il Centro Ausili. Gli sportelli unici distrettuali (Cup, casse, anagrafi assistiti) osserveranno invece la chiusura nei due giorni festivi del 13 (San Cassiano) e del 15 agosto, mentre saranno aperti martedì 14 agosto al mattino.

Per le prenotazioni ci si potrà rivolgere alle farmacie, al numero verde telefonico gratuito 800 040 606 (ad orario ridotto fino al 18 agosto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 ed il sabato dalle 8.30 alle 12.30 – escluso i festivi) oppure tramite il Fascicolo sanitario elettronico, mentre il numero verde 800 131 919 sarà disponibile per la prenotazione di prestazioni in libera professione.

Resteranno invece chiusi il 13, 14 e 15 agosto l’Ufficio relazioni con il pubblico e l’Ufficio stampa, il Servizio di Distribuzione diretta dei farmaci (giovedì 16 e venerdì 17 sarà aperto solo il punto di distribuzione medicinali all’ospedale vecchio (pad. 4 ex-Lolli), il servizio di Genetica medica; l’Ambulatorio trasfusionale e il Centro Raccolta Sangue, la Medicina riabilitativa, il front office del Dipartimento di Sanità Pubblica, la Medicina dello Sport, gli Ambulatori di vaccinazione adulti, l’ufficio accettazione ricoveri dell’ospedale Santa Maria della Scaletta.

Per quanto concerne gli ambulatori di Continuità assistenziale territoriale ad accesso diretto, gestiti dai medici di base e dai medici di continuità assistenziale, a Imola (via Caterina Sforza 3), Castel San Pietro Terme (Casa della Salute di viale Oriani 1) e Medicina (Casa della Salute di via Saffi 1), saranno aperti con i seguenti orari da sabato 11 a mercoledì 15 agosto compresi, dalle 8 alle 20, mentre quello di Borgo Tossignano (via dell’8° Centenario 4) sabato 11 sarà disponibile dalle 10 alle 20 e dal 12 al 15 agosto dalle 8 alle 20.

L’Ausl raccomanda infine di rivolgersi agli ambulatori di Continuità assistenziale “per bisogni sanitari indifferibili di bassa-media gravità”, precisando che il Pronto Soccorso è un servizio deputato alle emergenze sanitarie, che effettua le visite non per ordine di arrivo, ma in base alla gravità della situazione clinica e deve dunque essere utilizzato in modo appropriato.

Ausl di Imola, la mappa delle chiusure e delle riduzioni d’orario della settimana di Ferragosto
Sport 8 agosto 2018

Europei di nuoto, Fabio Scozzoli conquista l’argento nei 50 rana

Dopo il bronzo nella staffetta 4×100  mista mista, ecco un’altra medaglia per Fabio Scozzoli ai Campionati Europei di nuoto in vasca lunga in corso a Glasgow. Il nuotatore forlivese dell’Imolanuoto con il tempo di 26”79 ha, infatti, conquistato l’argento nei 50 rana dietro al fenomeno britannico Adam Peaty.

r.s.

Nella foto (dalla sua pagina facebook): Fabio Scozzoli

Europei di nuoto, Fabio Scozzoli conquista l’argento nei 50 rana
Sport 8 agosto 2018

Basket A1, primo contratto da professionista per l’imolese Alessandro Vigori

Alessandro Vigori, pivot imolese classe ’99, ha firmato il suo primo contratto professionistico (scadenza nel 2022) con la Pallacanestro Reggiana e quindi farà parte dell’organico della Grissin Bon nel prossimo campionato di serie A 2018/2019. «Sono estremamente soddisfatto – ha dichiarato il lungo di 210 cm sul sito della società emiliana –  e ci tengo a ringraziare la Pallacanestro Reggiana per aver creduto in me e avermi dato questa opportunità. Sono pronto a lavorare duramente per migliorare ed aiutare la squadra».

r.s.

Nella foto (dalla pagina della Pallacanestro Reggiana): Alessandro Vigori al momento della firma sul contratto 

Basket A1, primo contratto da professionista per l’imolese Alessandro Vigori
Sport 8 agosto 2018

Basket A2, l’Andrea Costa giocherà solo due gare casalinghe lontane dal Ruggi

Durante l’incontro tra l’ad dell’Andrea Costa Gian Piero Domenicali ed una delegazione di supporters, rappresentanti del tifo organizzato biancorosso, oltre ad aver discusso sulla situazione economico-finanziaria della società e della costruzione della squadra, si è affrontato il tema della possibilità di giocare alcune partite della stagione 2018-2019 al palaCattani di Faenza, a causa della nota inadeguatezza del palaRuggi ad ospitare squadre ospiti con un grande seguito di tifosi come, ad esempio, Fortitudo Bologna, Forlì, Treviso, Cento e Ravenna.

Al termine, quindi, la società biancorossa si è impegnata a giocare a Faenza solamente due partite, ovvero quelle a rischio in termini di sicurezza. Si tratta della sfida di domenica 6 gennaio contro Forlì e del match di domenica 20 gennaio contro la Fortitudo Bologna.

Gli altri derby, invece, contro Ferrara, Ravenna e Cento, saranno giocati regolarmente al palaRuggi, ma sarà previsto un aumento del costo dei biglietti in ogni settore.

r.s.

Nella foto (dalla pagina facebook dell’Andrea Costa): il palaCattani di Faenza

Basket A2, l’Andrea Costa giocherà solo due gare casalinghe lontane dal Ruggi
Cronaca 8 agosto 2018

«Miss Imola», le immagini più belle della serata al Parco delle Acque. IL VIDEO

Tante concorrenti, alcune anche alla prima esperienza, e molto pubblico hanno animato domenica scorsa, al Parco delle Acque Minerali, il concorso di bellezza «Miss Imola» che garantiva alla vincitrice l”accesso alle fasi regionali di Miss Italia.

A trionfare è stata la 21enne centese Luigia Di Benedetto, davanti a Beatrice Bartolomei, Mariapia Pennisi, Leyla Bolognese e Martina Tomaselli.

Durante la serata sono state premiate anche altre ragazze con la fascia, ad esempio, della location ospitante, ovvero «Miss Parco delle Acque Minerali».

r.c.

Nella foto: tutte le Miss sul palco

«Miss Imola», le immagini più belle della serata al Parco delle Acque. IL VIDEO
Cronaca 8 agosto 2018

La 21enne centese Luigia Di Benedetto è la nuova «Miss Imola»

Domenica scorsa, nella suggestiva cornice del Parco delle Acque Minerali, si è svolto il concorso di bellezza «Miss Imola» che ha incoronato reginetta Luisa Di Benedetto. La 21enne di Cento, studentessa di psicologia, avrà così accesso alle fasi regionali di Miss Italia.

Sul secondo gradino del podio, invece, sono salite a pari merito, con la fascia di «Miss Rocchetta», la 21enne studentessa di farmacia di Sasso Marconi Beatrice Bartolomei e la 20enne ragioniera di Poggio Renatico Mariapia Pennisi. Al terzo posto, infine, sempre ex-aequo, con la fascia di «Miss Love”s Nature» la 20enne commessa milanese Allegra Bolognese e la 18enne studentessa riminese Martina Tomaselli.

A presentare la serata Antonio Borrelli, mentre nella giuria presieduta da Fiorenzo Gabrielli erano seduti tanti ospiti illustri che hanno potuto ammirare così da vicino le esibizioni di tutte le concorrenti.

r.c.

Nella foto: la vincitrice Luisa Di Benedetto

La 21enne centese Luigia Di Benedetto è la nuova «Miss Imola»
Cronaca 8 agosto 2018

Al sole senza paura, i consigli e i miti da sfatare per evitare guai con la tintarella

La pelle è allo stesso tempo l’organo più vasto del corpo umano e quello che, in media, trascuriamo di più, soprattutto in estate quando inizia, letteralmente, la caccia alla tintarella più scura e più duratura. Come destreggiarsi, quindi, fra bellezza e salute? Lo abbiamo chiesto alle farmaciste Elena e Giulia Penazzi, titolari della farmacia di Zolino che, oltre a vendere prodotti di terzi, ha da tempo creato la propria linea di dermocosmetici per la cura della pelle.

Inquadriamo la situazione: stare al sole fa più bene o più male?
“Il sole fa bene – spiega Elena –. Aumenta la produzione di vitamina D, è benefico per le ossa ed è un antidepressivo naturale. Ma la pelle deve sempre essere protetta per l’esposizione al sole. Di fatto la produzione di melanina, l’abbronzatura per intenderci, è una forma di protezione che la pelle attua contro i raggi del sole. È qui che entra in gioco la crema solare”.

Come scegliere un buon solare per una bella abbronzatura?
“Innanzitutto bisogna sfatare il mito che una protezione solare alta non fa abbronzare – aggiunge Giulia –. Il sole abbronza la pelle anche e meglio quando la pelle è protetta dal giusto filtro solare. I filtri solari sono molecole che riflettono i raggi del sole (filtri fisici) o li assorbono restituendone una minore quantità (filtri chimici). In entrambi i casi permettono alla pelle di subire meno danni da sole. Basti pensare che negli Stati Uniti le creme solari sono considerate farmaci veri e propri e sono soggette a legislazioni e controlli rigorosi”.

In Italia invece, Paese mediterraneo, cerchiamo l’abbronzatura più evidente e che duri più a lungo…
“Sì, ma è sbagliato decidere di non proteggere la pelle in cambio della tintarella desiderata – continua Elena –. È solo proteggendola adeguatamente i primi giorni che si può ottenere il massimo risultato, perché la melanina nuova impiega fra le 48 e le 72 ore per essere generata e servire per la causa dell’abbronzatura. Inoltre non va dimenticato che il sole è la prima causa delle rughe in viso, quindi per preservare il proprio patrimonio facciale è sempre bene proteggersi con una protezione alta”.

Come si identifica il solare giusto per la propria pelle?
“Farsi consigliare da chi lavora come noi per una cultura della salute e della prevenzione è una buona scelta – spiega Giulia, autrice di diversi libri sulla cosmesi –. Una buona crema solare sarebbe sempre da comprare attraverso i canali tradizionali della dermocosmesi, farmacia parafarmacia o profumeria, scegliendo però solo le marche migliori, quelle che prestano attenzione ai criteri dermatologici. La differenza di prezzo non è sostanziale ma l’efficacia della protezione sì. Inoltre su internet o attraverso canali non tradizionali, come le bancarelle del tutto a pochi euro, si rischia di acquistare prodotti contraffatti, dunque inutili se non addirittura dannosi”.

Una crema solare comune, quindi, non protegge la pelle anche se indica un buon grado di protezione?
“I filtri solari sono molecole costose ed altamente instabili – precisa Elena, che si occupa di informazione di settore per diverse pubblicazioni farmaceutiche ed è docente del master di Cosmetologia dell’università di Ferrara –. Inevitabilmente le creme più economiche sono realizzate con filtri solari più economici, che non durano a lungo sotto il sole. In pratica mettere una crema solare economica è come non metterla. Negli ultimi anni le patologie della pelle, come i melanomi, i tumori della pelle, sono più che raddoppiate nella popolazione fra i 30 e i 50 anni. Inoltre bisogna prestare molta attenzione ai bambini perché è dimostrato che una scottatura in età infantile aumenta del 75 per cento la possibilità di tumori cutanei in età adulta”.

Altri miti da sfatare?
“Quello delle creme solari è un argomento complesso e molto vasto, perché è importante anche la preparazione della pelle prima di metterla al sole e la cura doposole. Ma, sì, diciamo pure che la protezione 15 non è assolutamente una protezione troppo alta per l’abbronzatura. Anzi… La nostra pelle parla di noi e della nostra salute, facciamole raccontare il meglio”. (mi.mo.)

Nella foto Elena e Giulia Penazzi

 

Al sole senza paura, i consigli e i miti da sfatare per evitare guai con la tintarella

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast