News

Sport 31 Agosto 2018

Calcio serie C, alle 20 chiude il calciomercato. E' Giacomo Sciacca l'ultimo colpo dell'Imolese?

A pochissimi minuti dalla fine del calciomercato l”Imolese si aggiudica anche il difensore destro Giacomo Sciacca.

Il giocatore classe ”96 arriva in prestito dall”Alessandria e in passato ha militato nelle giovanili dell”Inter, prima di iniziare le esperienze in categoria con la maglia di Renate e Piacenza e, per ultima, nei grigi piemontesi. Ha inoltre collezionato 43 presenze nelle nazionali giovanili dall”Under 16 all”Under 20.

r.s.

Nella foto: Giacomo Sciacca in maglia azzurra giovanile

Calcio serie C, alle 20 chiude il calciomercato. E' Giacomo Sciacca l'ultimo colpo dell'Imolese?
Cronaca 31 Agosto 2018

Salute, non solo virus West Nile ma anche Chikungunya e Dengue

Le zanzare non sono tutte uguali, così come le malattie che possono eventualmente trasmettere. Come abbiamo imparato negli ultimi giorni, la cosiddetta zanzara Culex pipiens o comune è quella che trasmette il virus West Nile. «La maggior parte delle persone infette non mostra alcun sintomo, mentre una ristretta minoranza può avere febbre alta, cefalea e dolori alle ossa – dettaglia Roberto Rangoni, responsabile del servizio Prevenzione delle malattie infettive ed epidemiologia dell’Ausl di Imola -. I casi più gravi, 34 quelli registrati finora in Emilia Romagna, riguardano persone anziane, indebolite o comunque con altre patologie pregresse. In questi casi, il virus può colpire il sistema nervoso centrale e causare encefalite e meningite, portando anche a paralisi temporanee, coma o, addirittura, morte».

Si tratta di zanzare che negli ultimi anni si sono spostate anche in città, pungono in orario serale e depongono le loro uova in acque dolci. Per questo è importante usare repellenti, non lasciare ristagni d’acqua e utilizzare le zanzariere per cercare di limitare le punture. «Il primo caso a livello nazionale di trasmissione del virus fu individuato a Medicina una decina di anni fa – ricorda Rangoni -. Quando si verifica, la persona non è più contagiosa neppure se punta da una zanzara. Al contrario, si trasmettono anche quando sono in corso le malattie legate alla zanzara tigre».

Quella che si trova da noi, originaria del Sudest asiatico e della foresta equatoriale, è la Aedes albopictus, un insetto diurno, in grado di deporre le uova anche in piccole raccolte d’acqua o, in città, in tombini o sottovasi. «Come Ausl abbiamo una sorveglianza attiva per Chikungunya e Dengue, due malattie virali che hanno sintomi simili – prosegue Rangoni -. Si presenta infatti una febbre improvvisa e alta e forti dolori muscolari, questi ultimi in particolare legati alla Chikungunya. Per questo sono dette anche “febbre spaccaossa”. In questi casi, è bene recarsi al pronto soccorso ed effettuare un prelievo ematico che potrà confermare la presenza del virus. Quest’anno finora la nostra Ausl non ha registrato casi».

gi.gi.

Nella foto: la zanzara Culex pipiens o comune

Salute, non solo virus West Nile ma anche Chikungunya e Dengue
Cronaca 31 Agosto 2018

Liberafesta 2018, alla Stalla Rifondazione Imola fa il punto sulle novità a sinistra

«Un’occasione per provare a rilanciare il partito; un’occasione di confronto per militanti e simpatizzanti, dato che siamo oscurati a livello mediatico; un’occasione per spiegare le nostre linee e un modo per ricreare quel senso di comunità che esisteva nei partiti comunisti». Così Lorenzo Dal Monte, segretario del Partito di rifondazione comunista-Sinistra europea di Imola, anticipa le finalità della 27ª edizione di Liberafesta, quest’anno in programma dal 31 agosto al 3 settembre, dalle ore 18.45 in poi, al centro sociale La Stalla.

Quattro serate in cui si parlerà soprattutto di politica, nazionale e locale, ma anche di temi sociali, come immigrazione e mafia. Il tutto condito come sempre da cibo, nel ristorante aperto dalle ore 19.15, e musica (sabato 1 settembre, alle ore 21, El Platillo Mixto e Colimbo in concerto). Ospite della prima serata, venerdì 31 agosto, sarà Paolo Ferrero, oggi vicepresidente nazionale di Sinistra europea, che alle ore 21 darà il via alle iniziative politiche con il suo comizio. A seguire, dibattito con Valerio Salvini, portavoce locale di Potere al popolo, Filippo Samachini, già candidato sindaco a Imola per la lista Sinistra Unita Imola, Michele Sergi, segretario di Sinistra Italiana Imola e altri esponenti della sinistra imolese. A coordinare la serata sarà Lorena Mirandola, giornalista di sabato sera.

Domenica 2 settembre (ore 21) il dibattito si parlerà di immigrazione con il sindacalista Fiom Wahid Ghribi, Stefano Galieni, responsabile nazionale Movimenti, pace e immigrazione del Prc, e Sara Visintin, del Prc di Rimini e componente del Comitato politico nazionale.

Infine lunedì 3 settembre (ore 21) si terrà l’iniziativa dal titolo «Dal processo Aemilia al processo Black monkey: risvolti e cambiamenti nella nostra regione». Bolu Oladejo ne discuterà con Gaetano Alessi, attivista autore del libro Mafie in Emilia Romagna e co-autore del dossier Tra la via Aemilia e il West, e con Massimo Manzoli, consigliere comunale per la lista Ravenna in Comune.

Nel corso di Liberafesta quest’anno sarà presente anche un banchetto di Potere al popolo Imola per la raccolta di adesioni al progetto, partito lo scorso dicembre dal centro sociale Je so’ pazzo di Napoli. La lista di Potere al popolo ha poi partecipato alle ultime elezioni politiche. «Rifondazione Imola è con Potere al popolo – spiega Dal Monte, assieme a Gianluigi Bettini e Stefano Tampieri di Rifondazione Imola -. Stiamo cercando di arrivare a una posizione unica e unanime sui temi più importanti. E’ un percorso complicato, con tante realtà che non si parlavano da tanti anni. A inizio ottobre ci sarà l’assemblea nazionale. L’obiettivo non è arrivare a un partito unico, ma a una piattaforma che raccolga le varie realtà della sinistra, frammentate nel tempo. A livello locale tendiamo a una formazione che possa federare diverse sensibilità con uno stesso comune denominatore: i valori tradizionali della sinistra, l’attenzione agli ultimi e ai beni comuni come acqua, sanità, sanità, scuola e cultura, la difesa dei valori della Costituzione».

La festa si svolgerà anche in caso di maltempo.

r.c.

Nella foto: l”edizione 2017 di Liberafesta

Liberafesta 2018, alla Stalla Rifondazione Imola fa il punto sulle novità a sinistra
Cronaca 31 Agosto 2018

Dal 5 settembre entrerà in funzione il semaforo nell'incrocio tra via Correcchio e via Nuova

Il semaforo (finora solo lampeggiante in attesa del completamento dell”iter tecnico e amministrativo) installato il 7 agosto scorso all”incrocio tra via Nuova e via Correcchio, a causa dell”elevata incidentalità nell”intersezione, entrerà in funzione mercoledì 5 settembre, così come deciso dal Comune di Imola in accordo con la Città Metropolitana (che ha competenza su via Nuova). 

Il semaforo sarà in funzione 24 ore al giorno e nella fascia notturna, precisamente dalle 23 alle 7 del mattino successivo, saranno programmati tempi diversificati rispetto al resto della giornata, con una durata ridotta del verde.

Con questo intervento l’Amministrazione comunale intende dare risposta positiva ad un’esigenza di sicurezza attesa da tempo dai cittadini. Inoltre, il Comune continuerà a monitorare la situazione prevedendo in futuro anche l’installazione di «bande sonore» sulla via Correcchio, in prossimità del semaforo, allo scopo di richiamare l’attenzione dei conducenti che si avvicinano all’incrocio. 

r.c.

Nella foto: l”incrocio tra via Correcchio e via Nuova

Dal 5 settembre entrerà in funzione il semaforo nell'incrocio tra via Correcchio e via Nuova
Sport 31 Agosto 2018

Futsal serie B, Francesco Liberti è un nuovo giocatore dell'Imolese

L”Imolese si rinforza ancora sul mercato e acquista anche Francesco Liberti, altro giocatore ex Ic Futsal. 

Il classe ”95 andrà così a completare una squadra che è già al lavoro per centrare l”obiettivo del salto in A2. «Il mio obiettivo è fare del calcio a 5 la mia professione ancora a lungo – ha commentato Liberti – e l”Imolese è la scelta migliore. Il fatto di ritrovare alcuni dei miei compagni della scorsa stagione ha avvalorato la mia decisione, avendo il fattore umano un grande peso per me». 

r.s.

Nella foto: Francesco Liberti insieme al dg Gianluca Matera

Futsal serie B, Francesco Liberti è un nuovo giocatore dell'Imolese
Sport 31 Agosto 2018

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana

Dopo la pausa estiva ritorna come ogni settimana torna la nostra guida sugli appuntamenti sportivi più importanti del weekend nel territorio.

Partiamo dal basket con Andrea Costa (A2), Sinermatic Ozzano (B), Vsv Imola e Castel Guelfo (C Gold) che hanno iniziato la preparazione da pochi giorni e in questo periodo stanno disputando amichevoli per migliorare la condizione fisica.

Nel calcio l”Imolese (serie C) in attesa del debutto in campionato (il 16 settembre) domenica, alle 20.30, giocherà in casa contro il Ravenna nel match valevole per la Coppa Italia. Nei campionati dilettantistici, invece, ancora tempo di Coppa, mentre sempre domenica in Eccellenza (ore 15.30) si comincerà già a lottare per i tre punti.  Il Sanpaimola, infatti, andrà a Cattolica, mentre il Medifossa sarà impegnato sul campo del Castrocaro. Discorso identico e stesso orario per la Promozione dove giocheranno in trasferta sia la Valsanterno che il Sesto Imolese rispettivamente contro Bentivoglio e Terre del Reno. Ancora tutto fermo a livello di match ufficiali, nel per calcio femminile (serie C) per l”Imolese e nel futsal (serie B) per la «nuova» Imolese Kaos. 

Ancora presto per vedere in campo nella pallavolo femminile (B2) la Clai Imola e nel rugby (serie C1) Imola e Castel San Pietro. Stesso destino per il Romagna nella pallamano (serie A).

d.b.

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana
Cultura e Spettacoli 31 Agosto 2018

Il color giallo del garganello regna a Codrignano nel weekend con la sagra amata da tutti

È una delle sagre più amate della vallata del Santerno. La Festa del garganello ritorna a Codrignano dal 31 agosto al 4 settembre con la sua trentesima edizione: cinque giorni in cui gli stand al coperto allestiti nel campo sportivo di via Palazzina 3 delizieranno col gusto del tradizionale formato di pasta, tipico di queste terre (apertura alle ore 19, tranne domenica in cui l”apertura sarà sia alle 12 che alle 18.30). Una festa colorata di… giallo: staff, tavoli e stand saranno, infatti, «caratterizzati» dal colore del garganello e saranno premiati i clienti che, vestendosi di giallo, si distingueranno per la loro originalità (sarà, inoltre, offerta la cena ai clienti n. 500, 1000, 1500, 2000, 2500…).

Il tradizionale quadrato di pasta chiuso col pettine sarà, ovviamente, al centro del menù, che è comunque ampio e variegato: in elenco ci sono i garganelli alla codrignanese, quelli al ragù, e quelli al tartufo (esclusivamente nella serata del lunedì, che è sempre frequentatissima), nonché (ma non lunedì) i garganelli allo speck e radicchio rosso e i garganelli del gusto con zucchine, peperoni, carote, tocco dello chef. Tra i primi, non mancheranno tortelli al ragù e al burro e salvia, polenta con ragù o con ragù e salsiccia, mentre i secondi annoverano quali tagliata, salame in graticola, prosciutto in graticola, castrato, spiedini, arrosticini di castrato, polenta fritta con casatella, piadina (con casatella, salsiccia, prosciutto e ciccioli), e un piatto freddo di prosciutto, ciccioli, salame, formaggio e sottoli. Spazio, ovviamente, agli immancabili contorni quali patate fritte, pomodori o verdure al forno, insalata mista. Dulcis in fundo con zuccherini, crostata e crèpes con nutella, marmellata di albicocca o marmellata ai frutti di bosco. Da segnalare che è previsto anche un menù senza glutine.

Le cinque serate saranno accompagnate da mercatini e vedranno un angolo gioco per i bambini con i gonfiabili. In programma, spettacoli musicali per tutti i gusti, con inizio alle 21: venerdì 31 agosto ci sarà il Gianni Drudi show (ricordate Fiki Fiki?), sabato 1 settembre arriva la travolgente, cantabile e ballabile musica de Gli Taliani, che propongono in modo convincente e spettacolare le più note canzoni italiane (soprattutto degli anni ”80, ma non solo), domenica 2 si esibirà l”Orchestra Michele e Dina Manfred (preceduta alle 19 da un”esibizione di karate del Club Takeshi), lunedì 3 si darà spazio all”animazione , alla musica e al ballo con il gruppo Sangre Latino, e martedì 4 la festa chiuderà con i Time Out, tribute band degli 883.

Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.festadelgarganello.it.

Nella foto un gustoso piatto di garganelli

Il color giallo del garganello regna a Codrignano nel weekend con la sagra amata da tutti
Cultura e Spettacoli 31 Agosto 2018

Il buon cibo tradizionale riempie Dozza di profumi con la Festa delle Arzdore

Il buon cibo preparato proprio con il gusto di una volta. La Festa delle Arzdore torna a Dozza da venerdì 31 agosto a lunedì 3 settembre con lo stand gastronomico aperto tutte le sere dalle 18.30 e domenica anche a pranzo, dalle 12.15, con servizio di asporto dalle 11.30 alle 12. Se il menù prevede piatti della tradizione, lunedì 3 è dedicato alla piadina fritta… e non solo. Durante la festa sarà allestito un mercatino delle opere dell”ingegno creativo, con gli espositori che animeranno le vie del paese con i loro articoli artigianali. Inoltre, domenica 2 settembre alle 16, in piazza Zotti si terrà un”esibizione del Corpo bandistico folkloristico dozzese.

Nella foto lo stand a Dozza pieno di gente nel 2017 (Isolapress)

Il buon cibo tradizionale riempie Dozza di profumi con la Festa delle Arzdore
Cronaca 31 Agosto 2018

Gran Premio di F1 a Imola, la dichiarazione dell'assessore allo Sport e all'Autodromo Maurizio Lelli

Alla vigilia del Gran Premio di Monza che si disputerà nel weekend sul circuito brianzolo l”assessore allo Sport e all”Autodromo Maurizio Lelli è tornato sul tema «caldo» di un possibile ritorno del circus a Imola.

Che la strada sia percorribile o meno non si sa, ma quello che è certo è che il futuro della tappa mondiale in Italia potrebbe essere lontana da Monza, come dichiarato anche dal presidente dell”Aci Sticchi Damiani. «Ne abbiamo parlato diffusamente durante la campagna elettorale e il ritorno della Formula Uno all’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola è uno dei nostri sogni – commenta Lelli –. Siamo costantemente in contatto con Massimo Bugani, vicecapo della segreteria del vicepremier Luigi Di Maio, e senza creare alcun tipo di preventiva illusione sulla tematica continuiamo quell’attento processo preliminare di valutazione relativamente alle possibilità di riportare il massimo circus delle quattro ruote motorizzate sulle rive del Santerno».  

r.c.

Nella foto: l”autodromo di Imola e nel cerchio l”assessore Maurizio Lelli

Gran Premio di F1 a Imola, la dichiarazione dell'assessore allo Sport e all'Autodromo Maurizio Lelli
Cultura e Spettacoli 31 Agosto 2018

Piano e voce recitante per narrare i tormenti di Gershwin… che non voleva essere «solo» un autore jazz

«Maestro sarà lei! Ovvero: I tormenti del giovane Gershwin» è il concerto che si terrà venerdì 31 agosto alle 21 nel cortile di palazzo Tozzoni a Imola, nell”ambito dell”Emilia Romagna Festival. Il pianista Fiorenzo Pascalucci e il critico musicale e giornalista Stefano Valanzuolo, che sarà la voce recitante nonché l”autore del testo, narreranno i tentativi di George Gershwin di entrare nell’Olimpo della musica colta.

«Quando Maurice Ravel compì 53 anni fu organizzata una grande festa a New York per il suo compleanno – si legge nel comunicato stampa del concerto -. Non è dato sapere se spense le candeline, né quali regali ricevette dai suoi amici, ma quello che sappiamo per certo è che rimase affascinato dall’esibizione al pianoforte di un giovane compositore e pianista americano. Il brano interpretato era Rapsodia in blu. Il giovane era George Gershwin, che da quella sera instaurò una proficua collaborazione con Maurice Ravel. Come in ogni buon rapporto tra maestro e allievo, ben presto i ruoli si confusero: e mentre Gershwin introduceva Ravel ai piaceri del Cotton Club e del Savoy Ballroom, Ravel stesso si rifiutava di dare lezioni di composizione al giovane americano, ritenendo che non ne avesse bisogno. Un grande attestato di stima, ma, per Gershwin, volenteroso di uscire dai limiti imposti al jazz come “genere popolare”, una pessima notizia per la sua ambizione. Da quel giorno, per tutta la vita, l’autore di The man I love provò a ricevere quell’investitura di cui aveva bisogno. Qualche anno dopo, anche Schönberg preferì non soddisfare la richiesta del collega americano, che nel frattempo era diventato il compositore più ricco del mondo. Così George Gershwin, tra campi di tennis e voli a Parigi, tentò di raggiungere chiunque potesse dargli quella sacra investitura, quella patente di “Maestro” di cui aveva assolutamente bisogno».

Il programma musicale prevede Pavane pour une infante défunte e Jeux d’eau di Maurice Ravel, Mässige Viertel da Tre pezzi op. 11 di Arnold Schönberg, Piano-Rag-Music di Igor Stravinskij, Golliwogg’s cake-walk da Children’s Corner L.113 di Claude Debussy, e infine i brani di George Gershwin Andante con moto e poco rubato da Three Preludes, Rhapsody in Blue, An American in Paris, The man I love, I got rhythm.

L’autore del testo di questa storia è Stefano Valanzuolo, per l’occasione anche voce recitante, dal 1989 critico musicale sulle pagine del Mattino e collaboratore di Rai Radio3 per i programmi Radio3 Suite e WikiMusic, nonché autore di saggi, note di copertina e di sala per le principali istituzioni musicali italiane, e di libretti teatrali.

Fiorenzo Pascalucci è uno dei rari artisti ad aver ricevuto ricevuto in Quirinale, il 10 marzo 2016, il prestigioso premio «Giuseppe Sinopoli», istituito dalla Presidenza della Repubblica Italiana e consegnato personalmente dal presidente Sergio Mattarella, su segnalazione dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma. Vincitore di numerosi premi, ha un’intensa carriera concertistica internazionale, ricca di successi e riconoscimenti, quali la targa d’argento del Senato della Repubblica e la medaglia d’argento del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Ingresso libero.

Nella foto Fiorenzo Pascalucci

Piano e voce recitante per narrare i tormenti di Gershwin… che non voleva essere «solo» un autore jazz

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast