Articoli nella categoria: News

#nomobile#

Sport 20 gennaio 2018

Imolese più grigia che rossa o blu

Giornata grigia. Momento grigio dopo le vacanze. Partita grigia, diventata nera dopo il gol subito da Jogan all’82’ e nerissima dopo la rete di Ambrosini al 94’, che ha sbloccato il big-match di Fiorenzuola, quasi un segno del destino per l’attacco che l’Imolese schierava un anno fa di questi tempi (Ferretti, Ambrosini e Longobardi) rispetto a quello che propone adesso (Ferretti da recuperare, Pittarello poco incisivo, Titone desaparecido).

Sono recuperabili 8 punti al Rimini nelle ultime 18 partite? Difficilissimo, soprattutto per un rendimento globale che stenta a decollare, come ha dimostrato la partita a casa della Sammaurese (priva di Bonandi). Brutta partita fin dall’inizio, con qualche occasione rossoblù, per lo più sporadica e giunta quando si era già sotto, come quelle di Belcastro dal limite, quella di testa con Checchi salvata sulla linea, una rovesciata di Franchini e una traversa di Carraro. E poi alla fine è arrivato il vantaggio dei padroni di casa, nato da un tiro di Nicoli poi rimesso in mezzo per la testa di Jogan.

Per l’occasione, Gadda ha schierato Rossi in porta, Sereni, Garattoni, Checchi e Boccardi in difesa, Carraro, Galanti, Guatieri e Borrelli a centrocampo, infine Belcastro e Pittarello in attacco. Sono subentrati Franchini per Belcastro, Miotto per Borrelli, Salvatori per Galanti.

San Mauro Pascoli

Imolese più grigia che rossa o blu
Cronaca 20 gennaio 2018

L’Andrea Costa dona 200 peluches alla pediatria imolese

Al reparto di Pediatria dell”ospedale di Imola Santa Maria della Scaletta la Befana è arrivata… Con le scarpe da basket. In occasione dell”Epifania, infatti, una delegazione composta da giocatori e staff tecnico guidata dal coach Demis Cavina e dal direttore sportivo Tommaso Bergamini ha consegnato circa 200 peluches all”Ausl imolese.

I pupazzi erano stati donati dai tifosi biancorossi in occasione dell”iniziativa “Teddy Bear Toss” durante la partita Andrea Costa Imola Basket-De Longhi Treviso. Per chi non lo sapesse o non fosse pratico di pallacanestro, si tratta di un”usanza in voga da una decina di anni negli Stati Uniti che da qualche anno ha preso piede anche nel basket italiano: al primo canestro della partita gli spettatori hanno lanciato i peluches in campo. Sul parquet imolese ne sono stati raccolti circa 200, poi consegnati agli operatori del reparto della pediatria imolese.

“Siamo molto contenti quando lo sport scende in campo per solidarietà – commenta il coach Cavina -. E” una iniziativa che per noi ormai sta diventando una tradizione alla quale ci fa molto piacere partecipare e ci permette di donare un sorriso con un”azione concreta”.

“L”Andrea Costa è parte della città e in questa occasione ha regalato sorrisi e momenti di serenità ai bambini – è il ringraziamento del direttore generale dell”Ausl Andrea Rossi -. Siamo entusiasti di questo dono che permette ai nostri piccoli pazienti di attenuare la paura di visite ed esami e rende un po” più piacevole la permanenza nel reparto. Nei prossimi giorni consegneremo i peluche ai bambini dopo un attento controllo della corrispondenza alle norme di sicurezza”.

Nelle foto: la delegazione dell”Andrea Costa con i peluches dell”iniziativa “Teddy Bear Toss”. Per chi legge da www.sabatosera.it anche i giocatori biancorossi con il “sacco della Befana”

Imola

L’Andrea Costa dona 200 peluches alla pediatria imolese
Cronaca 20 gennaio 2018

Un anno senza guerra, a Imola la conferenza internazionale

Un anno senza guerra passa da Imola. Si chiama “2020 A Year Without War” il progetto di cui fa parte l”omonima associazione no-profit imolese che organizza proprio ad Imola la prima conferenza internazionale per informare e sensibilizzare il pubblico mondiale sull”intento dell”associazione, il prossimo 12 gennaio. Sulla falsariga del nome, lo scopo dell”associazione “2020 A Year Without War” è quello di raggiungere per l”anno 2020 un accordo diplomatico di cessate il fuoco fra Stati, che possa in primis far riflettere sull’importanza di riconvertire almeno parte della spesa militare che annualmente tutti i Paesi destinano alla produzione di armi che, fortunatamente, non dovranno essere utilizzate.

Per gli organizzatori “non si tratta di utopia bensì di utilitarismo – spiegano Lorenzo Marchetti, presidente di A year without war Italia, con sede a Imola, e Marta Taroni, vicepresidente, entrambi imolesi -. Di fatto si tratta di riconfermare il Patto di Parigi di rinuncia alla guerra del 1928, impegnando non solo i governi nazionali ma tutti i cittadini in prima persona, rendendoli partecipi. Per questo è importante divulgare la nostra idea pubblicamente e non solo presso gli organi diplomatici”.

Da qui l”idea di organizzare la conferenza internazionale, il prossimo 12 gennaio dalle 18 a Palazzo Sersanti, in piazza Matteotti 8. L’evento vedrà la partecipazione di importanti nomi della diplomazia e del diritto internazionale, fra cui il fondatore americano di “2020 A Year Without War” e docente di filosofia politica al Santa Barbara City College Joseph White, il docente di diritto internazionale a Yale Scott Saphiro, l’ex principal administrator del Consiglio d’Europa Guido Orlandini e la giornalista e vice responsabile de La Nazione di Perugia Erika Pontini.

Il programma prevede alle 18,30 la tavola rotonda sul tema “Perchè 2020 A Year Without War è importante per tutti noi”, apericena e un momento didattico dedicato alle scuole con la partecipazione, per la prima edizione della conferenza, del liceo scientifico imolese. L’ingresso alla manifestazione è libero.

Nella foto: Lorenzo Marchetti e Marta Taroni dell”associazione A year without war Italia

Imola

Un anno senza guerra, a Imola la conferenza internazionale
Sport 20 gennaio 2018

Basket C Gold, i Flying Ozzano trovano due punti nella calza della Befana

Due punti importanti (e quinta vittoria consecutiva) quelli conquistati, nel giorno dell”Epifania, dai Flying Ozzano sull”insidioso campo di Bertinoro. In terra forlivese, contro la seconda miglior difesa del campionato, finisce 66-54 per i biancorossi, trascinati, soprattutto, dai canestri di Agusto e Morara.

I ragazzi di coach Grandi tengono in mano le redini del gioco per quasi tutti i 40”, lasciando in scia i padroni di casa solo fino a metà secondo quarto. Prima dell”intervallo lungo, infatti, il break decisivo anche se entrambe le squadre latitano nei canestri dall”arco. Dopo l”intervallo lungo Bertinoro cerca di rientrare, ma Corcelli e Masrè tengono a debita distanza i padroni di casa. Nell”ultimo parziale i forlivesi, con un Frigoli super, si riportano sotto, ma i punti di Chiusolo e Lalanne congelano il match fino alla sirena finale e regalano ai Flying, almeno fino a stasera, il primato in coabitazione con Imola.

Nel prossimo turno, in programma domenica 14 (ore 18), le «Palle Volanti» saranno ospiti del fanalino di cosa Modena in una partita che, sulla carta, dovrebbe essere solo una formalità, ma nel basket e nello sport si sa, nulla è scontato.

Bertinoro-Flying Ozzano 54-66 (13-16, 26-35, 39-51)

Bertinoro: Frigoli 16, Solfrizzi En. 9, Cristofani, Conocchiari, Zoboli 2, Ravaioli, Gellera Malvolti 2, Del Zozzo 5, Biandolino 6, Godoli, Bracci 12, Solfrizzi Em. 2. All. Brighina.

Ozzano: Folli 2, Masrè 5, Morara 12, Chiusolo 9, Corcelli 7, Lalanne 6, Magagnoli 4, Zambon ne, Martini, Dordei 7, Agusto 14, Agriesti ne. All. Grandi. 

Nella foto: Giovanni Agusto nel derby contro la Virtus Spes Imola

Basket C Gold, i Flying Ozzano trovano due punti nella calza della Befana
Sport 20 gennaio 2018

Futsal serie A, Imola-Castello spreca troppo e Rieti espugna la Cavina

Il 2018 parte con una sconfitta per l”Ic Futsal che viene battuta alla Cavina con un sonoro 5-0 per mano di Rieti, nonostante l”esordio del capitano Igor Vignoli, tornato in riva al Santerno dopo la parentesi al Faventia.

I ragazzi di Pedrini, senza Castagna squalificato, giocano forse il miglior primo tempo della stagione, sprecando però troppe occasioni da gol (alcune anche da pochi passi) e, sorprendentemente, vengono puniti due volte, poco prima dell”intervallo, dal cinismo dei laziali. Nella ripresa, i padroni di casa cercano in tutti i modi rientrare in partita ma vengono subito zittiti dal tris ospite. L”espulsione per somma di ammonizioni di Vignoli e il tentativo di giocare con il portiere di movimento, dato lo svantaggio, permettono così a Rieti di arrotondare fino al definitivo 5-0 finale.

L”Ic Futsal, con questa sconfitta, rimane ovviamente ancora ferma a 12 punti e invischiata nella lotta per non retrocedere. Sabato 13, però, ci sarà un vero e proprio scontro salvezza a Milano, contro i padroni di casa che, al momento (con la partita contro la Lazio da giocare domani) occupano l”ultimo posto della classifica. Prima, però, Borges e compagni saranno di scena, martedì 9 alle 21, a Pistoia per il terzo turno di Coppa Divisione.

Ic Futsal – Rieti 0-5 (0-2)

Imola-Castello: Juninho, Ferrugem, Rodriguez, Borges, Saura, Salado, Vignoli, Ceh, Lari, Liberti, Magliocca, Battaglia. All. Pedrini.

Rieti: Garcia Pereira, Joaozinho, Betao, Romano, Nicolodi, Paulinho, Esposito, Corsini, Schininà, Caetano, Rafinha, Luciani. All. Bellarte. 

Marcatori: 18”31”” p.t. Betao (R), 19”05”” Corsini (R), 2”12”” s.t. Nicolodi (R), 11”40”” Joaozinho (R), 15”45”” Corsini (R).

Ammoniti: Vignoli (I), Borges (I), Nicolodi (R) 

Espulso: al 3”05”” del s.t. Vignoli (I) per somma di ammonizioni 

Nella foto (di Patrick Morini): Saura in azione

Futsal serie A, Imola-Castello spreca troppo e Rieti espugna la Cavina
Cronaca 20 gennaio 2018

Una domenica (mattina) al museo, gratis

Continua anche nel 2018 la promozione dei Musei Civici di Imola che prevede l”ingresso gratuito per i residenti imolesi tutte le domeniche mattina negli orari di apertura dalle 10 alle 13.

Fanno parte della promozione il Museo di San Domenico con le collezioni d”arte della città e il museo Giuseppe Scarabelli, la Rocca Sforzesca e Palazzo Tozzoni, che fino al 28 febbraio ospita la mostra “Ricerche di stile, gli archivi Mazzini a Palazzo Tozzoni”.

Per tutti gli altri il biglietto costa 4 euro se intero, 3 se ridotto; visitare due musei costa 6 euro, tre musei 8 euro. Sul sito www.museiciviciimola.it l”elenco completo di promozioni e gratuità.

Nella foto (Isolapress): la sala con musica con, al centro,un abito nero di Yamamoto e uno in organza sintetica di Jean Paul Gautier a Palazzo Tozzoni

Una domenica (mattina) al museo, gratis
Cronaca 20 gennaio 2018

Epifania, come riciclare l’albero di Natale finite le feste

Hanno riempito le nostre case di atmosfera natalizia dallo scorso 8 dicembre, illuminato le sere dopo il tramonto, accolto sotto i propri rami pacchi e pacchetti di Natale. Oggi, “Epifania che tutte le feste porta via”, è il tradizionale giorno per riporre gli alberi di Natale e rimettere palline e decorazioni nella scatola per la cantina o la soffitta fino al prissimo dicembre.

Chi ha scelto un abete di plastica per addobbare il proprio Natale potrà riporre l”albero senza dubbi. Ma che fare, invece, dell”albero vero senza radici o comunque non più trapiantabile dopo tre settimane al caldo del riscaldamento domestico?!

Gli alberi di Natale veri, anche quando non più recuperabili, possono comunque godere di una seconda vita: se differenziati in maniera adeguata, infatti, gli abeti possono diventare fertilizzante per l”agricoltura.

Per smaltire gli abeti veri in maniera corretta, fa sapere Hera, è necessario riporli negli appositi contenitori stradali per sfalci e potature, “ridotti in tronchetti per limitarne il volume”, oppure conferirli direttamente alla stazione ecologica. Nel caso sia attivo nel proprio comune il servizio di ritiro dei rifiuti verdi, è possibile anche chiederne il ritiro gratuito a domicilio chiamando il numero gratuito 800.999.500, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18.

I clienti domestici che hanno un”area verde di proprietà possono infine fare il compostaggio domestico attraverso la compostiera (che si può richiedere gratuitamente telefonando al numero verde di Hera).

Secondo Coldiretti il Natale 2017 ha visto quasi 4 milioni di alberi veri addobbati per le feste, un numero in aumento rispetto agli anni precedenti.

Quanto agli alberi sintetici, scelti da 7 famiglie su 10, quando non più utilizzati devono essere portati alla stazione ecologica, così come gli addobbi natalizi non più funzionanti che diventano rifiuti RAEE (Rifiuti da Apparecchiature elettriche ed elettroniche).

Epifania, come riciclare l’albero di Natale finite le feste
Sport 20 gennaio 2018

Basket C Gold, Castel Guelfo cede al fotofinish contro Montecchio

L”anno nuovo riparte come era finito il 2017 per Castel Guelfo e cioè con una sconfitta. A dicembre la capolista Vsv Imola passeggiò nel derby sui gialloblù, mentre questa volta, nell”ultima giornata d”andata, al palaMarchetti è Montecchio a passare 82-81, dopo una grande rimonta e il sorpasso firmato negli ultimi secondi di partita.

Il match è equilibrato fino al quarto parziale, con la squadra di Serio trascinata, ancora una volta, da un grande Trombetti (doppia doppia da 24 punti e 11 rimbalzi). A 5” minuti dalla sirena Castel Guelfo viaggia a +10 e sembra in controllo della partita, ma la luce in attacco si spegne sul più bello e da il via libera al recupero ospite culminato con l”aggancio, a poco più di un minuto dalla fine, sul punteggio di 79-79.

Gli ultimi secondi di gara non sono certo adatto ai deboli di cuore. Trombetti sbaglia da due e sul capovolgimento di fronte Grisendi dall”arco, quando il cronometro segna 42”” alla fine, segna e porta i suoi sul +3. I gialloblù rientrano a -1 con Casagrande a 30”” dalla chiusura dei giochi, ma nel finale convulso Montecchio sbaglia due liberi e Trombetti ha l”ultima occasione per il controsorpasso, ma fallisce il tiro decisivo.

Serata, quindi, molto amara per i ragazzi di coach Serio che ora dovranno cercare di riscattarsi e tornare immediatamente ai due punti già venerdì 12 in casa contro San Marino (palla a due alle 21).

Prosic – Montecchio 81-82 (20-23, 39-38, 59-60)

Castel Guelfo: Grillini 8, Musolesi 13, Pieri 2, Govi 5, Trombetti 24, Bernabini 8, Rebeggiani, Santini 1, Casagrande 17, Baccarini 3, Degli Esposti Castori, Burresi. All. Serio.

Montecchio: Secli 2, Bertocco 8, Di Noia 12, Gruosso 13, Vanni 22, Grisendi 5, Borghi, Guardasoni 2, Guidi, Negri 6, Giglioli, Basso 12. All. Cavaliere. 

Nella foto (dal profilo Facebook di Castel Guelfo): la squadra in mezzo al campo dopo la sconfitta.

Basket C Gold, Castel Guelfo cede al fotofinish contro Montecchio
Cronaca 20 gennaio 2018

Appuntamenti ed eventi dell’Epifania…che tutte le feste si porta via.

La Befana vien di notte…anzi no. Il weekend dell”Epifania conclude le festività natalizie e, come ogni anno, sono tanti gli appuntamenti e gli eventi nel circondario sia per grandi che per bambini.

I festeggiamenti iniziano già questa sera, alle 20.30, al Palazzo dello Sport di Ozzano, con il gran galà di pattinaggio dal titolo «La Befana su 8 ruote», a cura della società Magic Roller, dove a tutti i bambini verrà regalata una calza. A Fontanelice, alle 20.30 all”interno del Museo Mengoli di piazza Roma, spettacolo di burattini «Le avventure di Fagiolino» con I Burattini di Mattia e la Befana che distribuirà dolci e carbone ai più piccoli.

Sabato 6, invece, a Imola, la simpatica vecchietta scenderà dal palazzo Comunale in piazza Matteotti su una sorta di teleferica per distribuire caramelle, doni e dolcetti a tutti i bimbi. L”evento, chiamato «Vola vola la befana!» partirà alle 16 con l”attesa del volo ed è stato organizzato in collaborazione con il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco. il Cai e la Pro Loco di Imola. Al centro sociale Zolino, si festeggia con «Storie d”incantesimo» del teatro del Molino. Il centro sociale Tozzona, invece, alle 15, grazie all”Ambaradan Teatro, presenta Peppe&Peppe e il libro della Befana. Al centro sociale San Prospero, ore 15, spettacolo «La Befana di Sganapino», ad opera del Teatro la Garisenda. Il centro sociale La Stalla mette in scena «Cappuccetto russa» con L”Allegra Brigata, a partire dalle 15.30. Al centro sociale Fabbrica, infine, alle 15, animazione con il Clown Obara.

Borgo Tossignano propone la tombola, a partire dalle 18.30 con la vendita delle cartelle, presso la palestra comunale in via Cairoli 29. Sarà servita polenta al ragù e ciambella e, in palio, c”è un montepremi in buoni spesa. A Dozza ci sarà la tradizionale rievocazione con un corteo dei Re Magi in costume nel borgo con partenza, dalle ore 15, dalla chiesa di San Lorenzo. Castel San Pietro festeggia, dalle 9 alle 12 in piazza XX Settembre, omaggiando i bambini con la calza tra le note della Small Band. A Medicina, dalle 9 alle 12, al centro commerciale Medicì, ci sarà la festa delle Befana. La vecchietta comparirà alle 10.30 anche al centro sociale Medicivita, mentre dalle 14.30 alle 17 sarà nella caserma dei Vigili del Fuoco Volontari, in via Morara 2.

Osteria Grande fa festa con la premiazione dei presepi e lo spettacolo «Il fantastico mondo di mago Megie le sue magie» e, al termine, calze per tutti. A Ozzano Emilia «Arriva la Befana» con canti natalizi e poesie nella chiesa di Sant”Ambrogio alle 15, alla sala Città di Claterna uno spettacolo di burattini alle 16.30 e la distribuzione delle calze per tutti, con il concertino di Natale previsto per le 17.30. Portonovo di Medicina può contare su una la Befana che va a trovare i bambini casa per casa. A Villafontana grande festa nella sede dell”Associazione culturale con il cinema per bambini. Al bocciodromo di Ponticelli, dalle 14.30, il Teatrino dello Sguardo presenta «Michelina la strega», mentre al centro sociale di Sasso Morelli, ore 15.30, il Teatrino di Carta porta sul palco «Il viaggio nel tempo».

Nella foto: l”arrivo della Befana in piazza Matteotti a Imola

Appuntamenti ed eventi dell’Epifania…che tutte le feste si porta via.
Sport 20 gennaio 2018

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana

Dopo le feste, i cenoni e i brindisi di fine anno, finalmente lo sport torna a riempire gli stadi e i palazzetti durante il weekend dell”Epifania.

Il basket di A2 vedrà l”Andrea Costa affrontare domenica 7, al palaRuggi, Udine terza in classifica (palla a due alle 18). In C Gold, invece, si parte stasera con Castel Guelfo-Montecchio, alle 21, mentre i Flying Ozzano, sabato 6 (ore 18.30), saranno di scena a Bertinoro. Domenica 7, invece, la  capolista Virtus Spes Imola sfiderà, alle 18.30, a Granarolo il Bologna Basket.

Domenica 7 (ore 14.30) torna anche il calcio. In serie D l”Imolese, rinforzata dagli arrivi di Sereni e Cheli, sarà impegnata sul campo della Sammaurese. L”Eccellenza, invece, propone Sanpaimola-Granamica, mentre la Promozione vede in calendario Copparese-Valsanterno, Medifossa-Sparta Castelbolognese e Sesto Imolese-Borgo Panigale. Prima e Seconda Categoria sono ancora ferme con l”eccezione della Terza dove la Stella Azzurra, del nuovo tecnico Alessandrini, giocherà in casa contro il Villanova, nel recupero dell”undicesima giornata. L”Imolese femminile proverà di fare risultato a Riccione e, nel futsal, Imola-Castello (con un Vignoli in più nel motore) cercherà di conquistare punti salvezza fondamentali, sabato 6 alla Cavina, contro Rieti (ore 18).

Chiudiamo con il volley femminile (serie B2) dove, domenica 7 alle 18, la Clai Imola non avrà vita facile al palaRuscello contro la prima della classe Capannori. 

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast