News

Cronaca 3 luglio 2018

Barbara Loreti è la prima presidente donna nella storia del Rotary Club di Imola

Novità importante al Rotary Club di Imola che per la prima volta nei 61 dalla costituzione del Club vedrà come presidente una donna, ovvero Barbara Loreti che prende il posto di Stefano Pezzoli e verrà affiancata dal figlio Gianluca Vespertino come presidente del Rotaract Club di Imola.

Barbara Loreti è laureata in giurisprudenza e attualmente si occupa di una società immobiliare. E” stata il primo rappresentante distrettuale del distretto Rotaract 2070 (Emilia- Romagna, Toscana e Repubblica di San Marino) per poi entrare nel Rotary Club Bologna Galvani come fondatrice nel 2005. Infine si è trasferita nel club di Imola nel 2009, come una delle prime donne ad essere ammesse.

r.c.

Nella foto: Barbara Loreti

Barbara Loreti è la prima presidente donna nella storia del Rotary Club di Imola
Cultura e Spettacoli 2 luglio 2018

«Imola in Musica», successo per l'evento che ha immerso la città tra note e suoni. IL VIDEO

Grande successo di pubblico per l”edizione 2018 di «Imola in Musica», l”evento che dal 25 giugno all’1 luglio ha animato la città ed in particolare il centro storico.

Raggiante anche il sindaco Manuela Sangiorgi che, prima del concerto di Patty Pravo, ha portato un primo breve saluto al pubblico presente. «È bellissimo vedere piazza Matteotti gremita in una serata che regala agli imolesi un”autentica icona della musica italiana come Patty Pravo – ha commentato il primo cittadino -. Questa ventitreesima edizione di Imola in Musica conferma la bontà di un format ormai consolidato dal punto di vista della propria proposta qualitativa e continueremo a lavorare per garantire alla cultura, in tutte le sue forme, un ruolo di primaria importanza nella nostra città. Ringrazio personalmente tutti gli artisti che hanno partecipato, i tanti volontari all”opera per la buona riuscita della manifestazione, i partner sostenitori e l”efficiente macchina organizzativa comunale».

Facendo un bilancio della manifestazione, il concerto di Patty Pravo ha certamente regalato emozioni, ma in generale la musica ha creato momenti di festa, partecipazione e positività. E così tutti gli appuntamenti, dai più grandi ai più piccoli, eseguiti da artisti nazionali o giovani emergenti, sono sempre stati seguiti con grande trasporto da parte di tutti i presenti. Pubblico che era presente in centro storico durante la settimana della manifestazione ma che domenica ha anche preso parte al meraviglioso concerto all”alba al Parco Tozzoni, dove 500 persone sedute sull”erba hanno ascoltato gli archi e il clavicembalo del Dipartimento d”Archi dell”Accademia Pianistica Internazionale eseguire le Quattro Stagioni di Vivaldi.

Va così in archivio un appuntamento per certi tratti indimenticabile e che certamente ne è già proiettato al prossimo anno.

r.c.

Nella foto: il pubblico in piazza Matteotti durante il concerto di Patty Pravo

«Imola in Musica», successo per l'evento che ha immerso la città tra note e suoni. IL VIDEO
Cronaca 2 luglio 2018

Perde 1.800 euro alle slot e litiga con il gestore del bar. Denunciato per porto abusivo d'armi

Sabato mattina i carabinieri di Imola hanno denunciato un trentanovenne algerino, disoccupato, per porto abusivo d”armi. Il fatto è accaduto intorno alle 11 circa quando al 112 è arrivata la chiamata di un cittadino che aveva assistito ad una accesa discussione tra il gestore di un bar di via Massimo d’Azeglio e un cliente.

Quest”ultimo aveva dato in escandescenza perché, già ubriaco di prima mattina, non riusciva a capacitarsi d”aver perso 1.800 euro alle slot machine e voleva assolutamente continuare a giocare per recuperare la somma. La denuncia è scattata a causa di un coltello da macellaio lungo 34 cm che i carabinieri stessi hanno rinvenuto nei pressi del bar e che, secondo le testimonianze dei presenti, l”uomo aveva gettato via poco prima dell”arrivo dei militari.

r.c.

Foto d”archivio

Perde 1.800 euro alle slot e litiga con il gestore del bar. Denunciato per porto abusivo d'armi
Cronaca 2 luglio 2018

Fumata nera per la Conca Verde, la piscina non riaprirà per l’estate

Seconda estate di fila senza poter fare un tuffo nella piscina comunale di Fontanelice. Un mese fa i giochi sembravano fatti: tre interessati alla gestione della Conca Verde e il sindaco Athos Ponti che, ottimista, parlava di riapertura a breve. Invece il tutto è sfumato.

La notizia arriva dallo stesso sindaco Ponti che sabato ha affidato al suo profilo Facebook tutta la sua delusione. «Purtroppo anche quest”anno la Conca Verde non aprirà. Dispiace, perché credevo veramente di riuscire, visto anche l’interesse di società che ne chiedevano la gestione (Deai Srl, che gestisce già la piscina Gualandi di via Ortignola di Imola, il privato Virginia Fratti di Imola e Z Fitness Imola Asd di Casalfiumanese, ndr) – ha scritto Ponti -. Mi scuso con i tanti giovani che anche quest’anno non potranno usufruire della nostra piscina. Mi scuso con le famiglie e le numerose società che gestivano i campi solari che chiedevano notizie sulla apertura della piscina. Mi scuso con tutti i consiglieri comunali ai quali avevo risposto con la convinzione di una possibilità di apertura. Infine, le mie scuse vanno a coloro che hanno raccolto e firmato per una apertura della piscina e a tutti i cittadini di Fontanelice». Parole cariche di amarezza, che hanno raccolto attestati di stima da varie persone che hanno lasciato un commento. 

Ma a cosa si deve imputare questa mancata apertura che, appena un mese fa, sembrava al contrario molto vicina? Innanzitutto, ai lavori di manutenzione del sistema di filtraggio dell’acqua, un intervento da 34.500 euro a carico del Comune, che «si stanno concludendo soltanto in questi giorni perché i nuovi filtri hanno tardato un po’ ad arrivare» spiega Ponti. Inoltre, «la conclusione della vertenza giudiziaria con l’accordo con l’ex gestore Geims è arrivata soltanto a metà giugno compromettendo di fatto questa stagione» aggiunge il sindaco.

Così al bando pubblicato per assegnare la gestione della piscina per l’estate 2018 (e scaduto il 19 giugno) è arrivata soltanto l’offerta della Z Fitness Imola Asd «ritenuta però non conforme», mentre gli altri due, Deai Srl e Virginia Fratti, non hanno partecipato sebbene Fontanelice chiedesse un canone di appena 100 euro al mese più le utenze. «Forse c’era perplessità da parte dei potenziali interessati a gestire la piscina per un periodo di appena un paio di mesi…» abbozza Ponti.  

E adesso? «Stiamo iniziando a lavorare a un bando che permetterà all’aggiudicatario un lungo periodo di gestione nel quale poter programmare interventi in grado di rivalutare il complesso Conca Verde, in modo che torni ad essere un bellissimo luogo sportivo e ricreativo» afferma deciso Ponti. (gi.gi.)  

Nella foto la Conca Verde oggi

Fumata nera per la Conca Verde, la piscina non riaprirà per l’estate
Imola 2 luglio 2018

La Giunta Sangiorgi si presenta: confermati Cavina, Roi, Frati e Resta. Dhimgjini al Welfare,Minorchio per l'Urbanistica e Lelli allo Sport

Una Giunta a sette come quella precedente di Manca per la sindaca Manuela Sangiorgi. Confermati i quattro nomi già anticipati durante la campagna elettorale, cioè Ezio Roi, Patrik Cavina, Claudia Resta e Claudio Frati. A questi si aggiungono quello di Ina Dhimgjini già assessora nella Giunta 5 Stelle di Nogarin a Livorno lasciata ad aprile, poi Massimiliano Minorchio, ingegnere edile medicinese trapiantato a Imola, e Maurizio Lelli. 

“Sono persone molto competenti e motivate che si sono messe a disposizione della città” ha dichiarato Sangiorgi in mattinata durante la presentazione ufficiale. La sindaca ha tenuto per sé due deleghe corpose come Ambiente e Cultura, più la Comunicazione. Probabilmente non a caso dato che la prima riguarda uno dei cavalli di battaglia della campagna elettorale: chiusura della discarica e raccolta porta a porta dei rifiuti.

Per il vicesindaco Cavina, operaio della Coop. Ceramica d”Imola e già consigliere comunale M5S durante l”ultima legislatura, ci sono le deleghe ai Rapporti con gli Enti partecipati e il Consiglio comunale, Sviluppo economico e Lavoro, Attività produttive insieme ad Agricoltura, Artigianato, Commercio.

Ezio Roi, originario di Portonovo di Medicina, nella sua vita professionale come magistrato è stato anche pretore a Imola dall”89 al ”96, come già annunciato durante la campagna elettorale, seguirà Legalità, Sicurezza, Immigazione, nonché Centro storico e Frazioni. 

Massimiliano Minorchio si occuperà dello Sviluppo sostenibile del territorio, tradotto Pianificazione territoriale, Urbanistica, Edilizia, Lavori pubblici, Smart City e Innovazione tecnologica, Osservanza, Mobilità sostenibile e Toponomastica. 

Claudio Frati, già candidato sindaco del M5S nel 2013 e poi consigliere comunale, si occuperà di Bilancio e Risorse umane, quindi Programmazione economica, Tributi, Patrimonio, Affari generali, Controllo di gestione, Personale, Affari istituzionali, Servizi demografici.

Maurizio Lelli seguirà Politiche sportive e Autodromo, Grandi eventi, Turismo, ma anche Viabilità, Polizia municipale, Protezione civile e Parco Acque minerali, senza dimenticare le Strutture sportive. Ma per quest”ultima è previsto “l”apporto del consigliere delegato Fabrizio Favilli in collaborazione con Mattia Grandi (portavoce della sindaca, al momento in attesa dell”espletamento della procedura di selezione pubblica, ndr), in collaborazione amichevole cioè senza compensi aggiuntivi” ha spiegato Lelli.

Passando alle due assessore presenti (per un soffio rispettata la legge sulle quote di genere nelle Giunte), Claudia Resta, insegnante di scuola elementare e come Cavina, Sangiorgi e Frati viene da cinque anni come consigliera del M5S nel consiglio comunale imolese, seguirà le deleghe a Formazione e Istruzione, nel dettaglio Scuola, Infanzia, Diritto allo studio, Università, Edilizia scolastica, Formazione e pure Politiche Giovanili. 

Infine, Ina Dhimgjini che seguirà il Welfare, declinato in Politiche sanitarie e sociali, Progetti sociali e Disabilità, Politiche abitative, Pari Opportunità, Partecipazione, Famiglia e Volontariato. 

Sangiorgi ha già fissato anche le date dei Consigli comunali il 12, 24 e 31 luglio. “Alla presidenza vogliamo eleggere un consigliere di maggioranza, il vice alle minoranze” dice. Le scadenze premono a partire dal Dup, il Documento di programmazione economica che contiene le scelte strategiche programmatiche e le indicazioni ai servizi da rivedere ogni anno, poi c”è il Poc da approvare .

Foto di gruppo della Giunta, da sinistra Frati, Resta, Cavina, Sangiorgi, Dhiminjini, Minorchio e Lelli. Manca Roi assente giustificato alla conferenza stampa  

La Giunta Sangiorgi si presenta: confermati Cavina, Roi, Frati e Resta. Dhimgjini al Welfare,Minorchio per l'Urbanistica e Lelli allo Sport
Cronaca 2 luglio 2018

Pd, il segretario Marco Raccagna si è dimesso. Roberto Visani reggente fino al congresso

Il segretario della federazione del Pd imolese, Marco Raccagna, ha presentato le sue dimissioni venerdì sera durante la riunione della direzione del Partito democratico nella sede di viale Zappi. Sabato l”assemblea degli iscritti ha preso atto e nominato Roberto Visani reggente per preparare il partito al congresso previsto per ottobre. Nel giro di una settimana-dieci giorni dovrà costituire un coordinamento di una decina di persone rappresentativo dei territori e del Pd. Nei giorni precedenti Roberto Grementieri, segretario dell”Unione territoriale di Imola del Pd, aveva inviato una lettera nella quale rassegnava a sua volta le dimissioni.

Questi i primi effetti dell”onda lunga della batosta elettorale delle amministrative del 24 giugno. Il Pd si è confermato primo partito col 34% dei voti certo di più di quanto ottenuto a marzo con il 29-31% ma nulla al confronto del 43,93% delle precedenti amministrative del 2013 e soprattutto pesa la sconfitta della candidata sindaco della coalizione, Carmen Cappello. E” incontrovertibile: per la prima volta dal dopoguerra il primo cittadino di Imola non è espressione della sinistra o del centrosinistra. Tempo di riflessione e cambio di passo per un partito che vuole andare oltre.

Nella foto Marco Raccagna

Pd, il segretario Marco Raccagna si è dimesso. Roberto Visani reggente fino al congresso
Cultura e Spettacoli 2 luglio 2018

L’Imola Summer Fest sta arrivando. Tanti ospiti attesi nell'area Lungofiume

La Centrale perde la birra nel nome ma diventa un vero e proprio Imola Summer Fest lungo diciotto giorni, dal 5 al 22 luglio. La manifestazione nata nell’area della vecchia centrale di cogenerazione di Montericco a Imola come «La Centrale della Birra», e organizzata dall’associazione culturale imolese App & Down (la stessa di Natale Zero Pare che anima l’inverno al mercato ortofrutticolo), in pochi anni ha riscosso un tale successo da crescere fino ad occupare, quest’anno, l’area Lungofiume e durare diciotto giorni consecutivi con proposte e spettacoli per tutti i gusti. «E per non confonderci con le centinaia di feste della birra in giro per l’Italia, abbiamo scelto di portare Imola nel nome», spiega Giuseppe Bianco, dell’associazione App & Down.

La quinta edizione della festa vede numerosi grandi nomi fra i tanti ospiti attesi dal 5 al 22 luglio: Morgan (martedì 17) e Almamegretta (giovedì 19) per la musica, Raul Cremona, Beppe Braida (domenica 22) e Gianluca Scintilla Fubelli (martedì 10) fra i comici, ma anche Marco Travaglio, giornalista che domenica 15 porterà lo spettacolo Slurp. Tutti gli spettacoli avranno luogo sullo speciale palco con annessa scenografia appositamente costruita per l’Imola Summer Fest, «un palco articolato e formato da led wall ed elementi di materiali diversi che somiglierà ad una vera centrale, così da richiamare il nome del festival», precisa Bianco.

Come già nelle precedenti edizioni, le scenografie saranno costituite anche da video mapping, forma d’arte multimediale che coniuga proiezioni di luci e superfici reali in un gioco di illusioni ottiche. Ad inaugurare la manifestazione, giovedì 5, sarà Raul Cremona. Oltre agli spettacoli sul palco sono previsti laboratori per bambini, mercatini d’artigianato e le giostre. Non mancherà neppure l’aspetto solidale, che caratterizza da sempre le manifestazioni dell’associazione App & Down, con una raccolta benefica in favore del reparto di pediatria dell’ospedale di Imola.

mi.mo.

Nella foto (Isolapress): il palco de «La Centrale» nel 2017

L’Imola Summer Fest sta arrivando. Tanti ospiti attesi nell'area Lungofiume
Cultura e Spettacoli 2 luglio 2018

Medicina si accende con il secondo appuntamento della rassegna letteraria «Miginoir»

«Miginoir» incontra Igor. La seconda serata della rassegna letteraria di genere, ospitata nel nel cortile della biblioteca di Medicina (via Pillio 1), si accenderà domani sera alle 21 e parlerà anche di cronaca. Un poker di autori di primissima fascia sarà intervistato dal giornalista di sabato sera Paolo Bernardi e dalla scrittrice Sabrina Grementieri. Le luci soffuse e spesso velate di nebbia della bassa emiliano romagnola sono un filo conduttore che lega i quattro scrittori protagonisti: Barbara Baraldi, Valerio Varesi, Eraldo Baldini e Cristina Battista

Ricordiamo che la rassegna «Miginoir» è ideata dalla scrittrice medicinese Caterina Cavina in collaborazione con l’assessorato alla Cultura di Medicina e la biblioteca e la partecipazione di Giardino segreto, Officine Wort, Cooperativa Bacchilega e La tazza d’oro.

Info su www.miginoir.it

Ulteriori dettagli su «sabato sera» del 28 giugno.

Nella foto (di Giuliano Gardenghi): un particolare della locandina del Festival letterario

Medicina si accende con il secondo appuntamento della rassegna letteraria «Miginoir»
Sport 2 luglio 2018

Tennis, intervista a Massimiliano Narducci a pochi giorni dal via degli Internazionali di Imola

Dove eravamo rimasti? Fine luglio 2017, nella classica intervista post-Internazionali Massimiliano Narducci, organizzatore del torneo al Tozzona Tennis Park, annunciava che l’edizione 2018 sarebbe stata a forte rischio, a causa di alcune situazioni insoddisfacenti e di un rapporto non proprio facilissimo con i partner organizzativi.

Undici mesi dopo la situazione è completamente cambiata, anche grazie ai lavori svolti sui campi (rifacimento delle superfici di gioco, di colore rosso e blu) e la macchina organizzativa degli Internazionali di Imola è ormai completamente avviata, in vista di un’edizione (dal 14 al 21 luglio) ancora più scoppiettante delle precedenti. «L’anno scorso non stavo vivendo una situazione idilliaca con il centro sociale Tozzona e l’Amministrazione comunale sul discorso strutture – conferma Narducci -. Si era creata un’atmosfera che non mi faceva vedere un futuro, sia per gli Internazionali, sia per il mio lavoro quotidiano di maestro. Credevo fossimo arrivati ad un bivio importantissimo: serviva cambiare le superfici, modificare le reti di protezione e fare altri lavori. E’ iniziata una trattativa, ma c’erano situazioni che disturbavano, alcuni fattori esterni che determinavano una non stima reciproca».

Poi cos’è successo?

«Io e i dirigenti del centro sociale ci siamo messi attorno ad un tavolo e dopo qualche riunione, anche piuttosto pesante, abbiamo trovato un accordo, grazie al quale ho ottenuto quello che volevo. L’investimento sulla rivalutazione dei campi e della struttura è stato a carico mio, ma posso dire che si è ricreato quel tipo di rapporto che mi ha tenuto qui per tutti questi anni. Dobbiamo ancora definire alcune cose, ma il mio futuro, e probabilmente quello del torneo, saranno ancora qui».

La novità principale della 15ª edizione degli Internazionali di Imola riguarderà le superfici dei campi, con la nuova colorazione.

«Esattamente. Non dimentichiamo mai che questo torneo si gioca su una superficie atipica. Guardate quello che fanno vedere le ragazze che passano da qui: dalla Ostapenko, vincitrice del Roland Garros, fino alla Dodin e alla vincitrice della passata edizione, Viktoria Kuzmova. Credo si sia sparsa la voce che chi fa vedere cose positive qui, poi spicca il volo. La nuova superficie in erba sintetica di ultima generazione sarà leggermente diversa rispetto agli ultimi anni: probabilmente sarà meno veloce. Per quanto riguarda la colorazione, così particolare in rosso e blu, l’ho voluta io: sia per creare un contrasto con il verde tutto intorno, sia per fare una sorta di regalo alla città, con i colori che la rappresentano. Credo di aver confezionato un piccolo gioiellino, anche per omaggiare il numeroso pubblico che ci segue ogni anno».

La formula del torneo, invece, rimarrà la stessa?

«Non ci saranno grossi cambiamenti. Contiamo già più di 300 iscrizioni, credo arriveranno a 400. Noi però, come al solito, accetteremo le solite 32 ragazze in qualificazione più altre 32 nel tabellone principale. Credo che, per il livello che ha raggiunto questo torneo, siamo una specie di Formula 1 per Imola. Al momento non mollo, anzi: tra i miei sogni c’è quello di realizzare anche il torneo maschile. Voglio anche aggiungere che il nostro torneo è la ciliegina sulla torta di quello che si fa a Imola a livello tennistico nei mesi estivi: è giusto fare un plauso ai circoli Cacciari e Asbi, in questo periodo Imola respira davvero il grande tennis».

an.cas.

L”articolo completo su «sabato sera» del 28 giugno.

Nella foto (Isolapress): Massimiliano Narducci

Tennis, intervista a Massimiliano Narducci a pochi giorni dal via degli Internazionali di Imola
Sport 2 luglio 2018

«Atletica Estate», domani al Romeo Galli la prima prova dell'evento clou di luglio

Giugno è ormai agli sgoccioli ed è tutto pronto, allo stadio Romeo Galli, per «Atletica Estate», l’evento ideato dall’Atletica Imola Sacmi Avis con il patrocinio del Comune e l’approvazione del Comitato Regionale Fidal Emilia Romagna che catalizzerà l’attenzione di appassionati e addetti ai lavori lungo tutte e tre le tappe in programma.

Andando con ordine si partirà domani con il 25° Memorial «Claudia Cavulli» (le gare inizieranno dalle ore 18), gustoso antipasto dei campionati regionali Assoluti in programma sabato 7 e domenica 8 che vedranno gli atleti esclusivamente di società emiliano romagnole (nelle altre due date invece possono partecipare anche atleti di qualsiasi società italiana) entrare in pista nel primo pomeriggio.

Ultimo appuntamento in calendario sarà giovedì 19 (dalle ore 18 in poi) con il meeting di chiusura, al termine del quale saranno proclamati i vincitori secondo una speciale classifica combinata. Concluse le tre prove verranno, infatti, premiati i primi tre atleti sia maschili sia femminili che hanno ottenuto i tre migliori punteggi nell’arco delle giornate in programma e in gare dello stesso gruppo di specialità. Per l’occasione, infatti, le discipline sono state suddivise in Velocità – Ostacoli (100, 200, 400, 110-100 hs, 400 hs), Mezzofondo (800, 1500, 3000, 5000, 3000 siepi), Salti (alto, lungo, triplo, asta) e Lanci (peso, disco, martello, giavellotto).

d.b.

Su «sabato sera» l”intervista al presidente dell”Atletica Imola Massimo Cavini.

Nella foto: la locandina dell”evento

«Atletica Estate», domani al Romeo Galli la prima prova dell'evento clou di luglio

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast