Sabato Sera TV

Cronaca 1 febbraio 2018

Sicurezza in città, parla il commissiario Adriana Cogode. IL VIDEO

Il commissario prefettizio Adriana Cogode, da poco insediata nel Comune di Imola dopo le dimissioni effettive del sindaco Daniele Manca, è intervenuta in conferenza stampa per spiegare quali misure saranno adottate per aumentare la sicurezza in città.

Nella foto: il commissario Adriana Cogode

Video a cura di Lara Alpi – montaggio redazione SabatoSera.it

Sicurezza in città, parla il commissiario Adriana Cogode. IL VIDEO
Cronaca 24 gennaio 2018

Il sindaco Fausto Tinti racconta il bilancio di previsione: servizi, investimenti e meno debiti – VIDEO

36 milioni di euro di spesa, di cui 18 sono destinati agli investimenti. Sono questi i numeri che sottendono ad un anno di sfide importanti per il Comune di Castel San Pietro. Il sindaco Fausto Tinti ha presentato le linee guida del bilancio di previsione 2018 con progetti per la riqualificazione degli spazi urbani, rilancio dell’economia locale, scuole, attenzione per le fasce deboli e valorizzazione del territorio. Il bilancio sarà presentato e votato al prossimo consiglio comunale.

Cala il debito pro capite ad abitante, sceso a 221 euro a persona.

Nel 2018 sono previste anche nuove assunzioni che andranno a rimpolpare l”organico della macchina comunale.

Ulteriori approfondimenti sul “sabato sera” di giovedì 25 gennaio.

gi.gi.

Nella foto l’assessore al bilancio Anna Rita Muzzarelli e il sindaco Fausto Tinti. 

Il sindaco Fausto Tinti racconta il bilancio di previsione: servizi, investimenti e meno debiti – VIDEO
Cronaca 18 gennaio 2018

Accordo tra Imola e Bologna per Chirurgia generale e senologica. Jovine opera a Imola

Presentazione ufficiale per i due nuovi accordi tra l”Azienda usl di Imola, Bologna e Azienda ospedaliera Sant’Orsola per lo sviluppo integrato delle attività di Chirurgia generale e Chirurgia Senologica. In sostanza Elio Jovine dell’Ausl di Bologna guida l”unità operativa interaziendale di Chirurgia generale e d’urgenza dell”Ausl di Imola e Bologna, mentre la struttura complessa di Chirurgia generale e della Mammella del Policlinico bolognese, diretta da Mario Taffurelli, diviene interaziendale integrandosi con la Breast Unit dell’Ausl di Imola. Le due reti cliniche sono operative dall’1 gennaio e un primo passo concreto c”è stato il 9 gennaio con il primo intervento eseguito da Jovine a Imola su un uomo di 63 anni di resezione per via laparoscopica dello stomaco. Il paziente è già stato dimesso.

La notizia era stata anticipata a novembre, in occasione dell”iniziativa all’Osservanza con l”assessore regionale Sergio Venturi sul futuro del sistema sociosanitario imolese in ambito metropolitano . Questi due accordi si affiancano alle sei reti cliniche interaziendali già avviate, previste dalla programmazione sanitaria della Conferenza socio sanitaria metropolitana.

L’attività di Chirurgia generale e senologica dell’Ausl di Imola fino alla fine del 2017 vedeva la presenza di una struttura semplice interaziendale di Chirurgia generale guidata dal Daniele Antonio Pinna del Sant”Orsola e di una struttura semplice dipartimentale di Chirurgia senologica sotto la responsabilità di Paolo Antonino Riccio. La fuoriuscita di entrambi i professionisti, l’uno per l’assunzione di un incarico all’estero e l’altro per pensionamento, è stata l”occasione per la riorganizzazione presentata ieri dai tre direttori generali coinvolti, Chiara Gibertoni (Ausl Bologna), Antonella Messori (Aosp) e Andrea Rossi (Ausl Imola).

“In linea generale – hanno dichiarato i direttori generali -, si tenderà a coniugare la ricerca della prossimità cioè la struttura ospedaliera più vicina alla residenza del paziente con le competenze ed i servizi accessori in grado di offrire le cure con il minor rischio possibile”. Questo significa che i medici dal capoluogo si sposteranno a Imola per eseguire interventi e integrare i medici all”interno di equipe allargate, mentre i pazienti dell”area imolese saranno indirizzati a Bologna per interventi più rischiosi o complessi che richiedano un approccio multidisciplinare.

Le competenze specialistiche di alto livello saranno disponibili presso tutte le strutture delle aziende, grazie alla mobilità dei professionisti e alla realizzazione di percorsi di collaborazione multidisciplinari. Gli accordi dovranno assicurare anche l”ottimizzazione nell’utilizzo delle tecnologie e lo sviluppo dei percorsi diagnostico-terapeutici aziendali ed interaziendali.

L’accordo con l”Ausl di Bologna prevede, oltre alla collaborazione per l’attività chirurgica tradizionale programmata e di urgenza, il potenziamento della chirurgia mini-invasiva per sviluppare nuove tecniche e riconvertire così parte delle attività svolte oggi con tecnica tradizionale. Infatti, la Chirurgia diretta da Jovine al Maggiore è sede di uno dei principali centri italiani per volumi di attività nel campo della chirurgia mini-invasiva e laparoscopica (con questa tecnica si realizzato il 45% degli interventi di chirurgia epatica, il 20% di chirurgia pancreatica e l’83% di tutte le resezioni coliche sia in ordinario che d’urgenza). L’accordo prevede che l’attività per le patologie più frequenti (colon, stomaco e  surreni) sia svolta presso la sede di Imola attraverso gruppi multidisciplinari comuni per patologia oncologica, mentre le patologie neoplastiche più complesse, meno frequenti, quale epatico-biliare e pancreas, saranno centralizzate al Maggiore.

Per quanto riguarda la Chirurgia senologica il team dei chirurghi (tre del Sant’Orsola, due di Imola, oltre al direttore) ruoterà sulle due sedi: gli interventi di routine saranno svolti sia a Imola che a Bologna, per garantire alle pazienti la maggior vicinanza alla propria residenza, mentre al Sant’Orsola saranno svolti gli interventi che richiedono la collaborazione con chirurghi di altre unità operative, come la chirurgia plastica per le ricostruzioni più complesse o di ginecologia oncologica. Si integreranno fra di loro i meeting multidisciplinari per decidere il tipo di trattamento pre e postoperatorio. Il personale rimarrà invariato nelle due sedi. Grazie all’integrazione sarà sviluppato un unico percorso diagnostico terapeutico e assistenziale tra le due Aziende, saranno sviluppati progetti di ricerca congiunti e sarà esteso il database europeo utilizzato al Sant’Orsola con l’obiettivo di includere anche Imola, entro 12 mesi, nella certificazione europea Eusoma ottenuta dal Policlinico di Bologna già nel 2012. Gli interventi realizzati ad Imola nel 2016 sono stati 204, di cui 151 per neoplasia maligna. In Italia il cancro della mammella – con 50 mila nuovi casi e 13 mila decessi all’anno – è la principale causa di morte nei tumori della donna. (l.a.)

Nella foto Elio Jovine, Chiara Gibertoni, Andrea Rossi, Antonella Messori e Mario Tuffarelli

Accordo tra Imola e Bologna per Chirurgia generale e senologica. Jovine opera a Imola
Economia 13 gennaio 2018

Mirella Collina è la nuova segretaria generale della Camera del lavoro di Imola

“La Cgil di Imola ha tante voci e questo periodo difficile ha aumentato le fratture piuttosto che unire. E” naturale, ma il mio primo obiettivo è lavorare a ricucire questi strappi interni. Per farlo partirò dall”ascolto”. E” questo il primo obiettivo di Mirella Collina, nuova segretaria generale della Cgil di Imola eletta oggi pomeriggio al posto di Paolo Stefani che lo scorso ottobre ha rassegnato le dimissioni da segretario generale.

La proposta del segretario generale della Cgil Emilia Romagna, Luigi Giove, ha ricevuto 44 voti favorevoli su 66 votanti che compongono l”assemblea generale (4 componenti erano assenti giustificati) con 17 voti contrari e 5 astenuti. Un voto a maggioranza, ma stranamente non a larghissima maggioranza come solitamente avviene quando c”è una sola proposta sul tavolo nella Camera del Lavoro. “So che le dimissioni e questo percorso hanno lasciato degli strascichi, com”è emerso nelle consultazioni del segretario regionale – ne è conscia Collina -. Per questo avvierò dalla prossima settimana le consultazioni interne: vorrei critiche e suggerimenti per arrivare a definire un progetto comune”.

Chi è Mirella Collina

Mirella Collina, 54 anni, ha iniziato la sua attività sindacale nel 1994 come delegata dell”Azienda Usl di Imola. Entrata nel 2001 in distacco sindacale nella Funzione Pubblica imolese, nel 2004 ne è diventata la Segretaria generale. Alla scadenza del mandato, trascorsi 8 anni alla guida della Fp, nel 2013 è stata eletta segretaria generale della Flc (Scuola) ed è entrata a far parte della Segreteria confederale, a cui dal 2016 si è dedicata a tempo pieno occupandosi di welfare, sanità, bilanci comunali, pari opportunità, formazione, mercato del lavoro.

L”intervista completa sul numero di “sabato sera” in edicola il 18 gennaio 2018.

Mirella Collina è la nuova segretaria generale della Camera del lavoro di Imola
Cronaca 10 gennaio 2018

Furti al distributore e in appartamento, in manette ladro 26enne. Guarda il video

Prendeva “in prestito” un’auto ogni volta che doveva commettere un furto e poi la riparcheggiava al suo posto, nel cortile interno di un palazzo, senza che il proprietario si fosse mai accorto di nulla. Anche per questo le indagini del commissariato di Imola per risalire all’identità di un ladro responsabile di diversi furti (sei quelli finora attribuiti, ma per la polizia potreb-bero essercene altri) sono state «complesse e laboriose» ha sottolineato in conferenza stampa il dirigente Michele Pascarella. 

Ieri le manette sono scattate per Jacopo Sami Sagrini, imolese di 26 anni, già noto alle forze dell’ordine, arrestato dagli agenti in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere chiesta dalla Procura di Bologna. Gli episodi contesta-ti spaziano in un arco temporale da aprile all’estate del 2017.

La polizia, grazie al confronto con le tracce ematiche ritrovate, è riuscita ad attribuirgli inizialmente la “paternità” di un furto commesso ai danni di un appartamento. Nel commettere il colpo, infatti, il 26enne si era ferito a un polpaccio con un vetro ed era andato all’ospedale a farsi medicare.

Da qui, al termine di una lunga indagine, il giovane è stato ritenuto responsabile anche di altri cinque furti alla cassa di un distributore di benzina di Imola (circa mille euro il bottino complessivo), per commettere i quali utilizzava un’auto che, d’abitudine, veniva parcheggiata in un cortile interno e lasciata aperta con dentro sia le chiavi, sia il telecomando del cancello. Per il ladro, dunque, era facile utilizzare quella macchina per commettere i furti e poi riparcheggiarla allo stesso posto una volta messo a segno il colpo. Proseguono le indagini della polizia per risalire all’identità dei due complici.

Furti al distributore e in appartamento, in manette ladro 26enne. Guarda il video
Cronaca 4 gennaio 2018

Amministrazione comunale, si è dimesso il sindaco Daniele Manca. Cosa succede

Oggi pomeriggio il sindaco Daniele Manca ha rassegnato le dimissioni da primo cittadino “per alto senso delle istituzioni: non intendo affrontare una campagna elettorale nazionale con la fascia tricolore addosso. Chi ha questa responsabilità e questo onore dev”essere sopra le parti”.

Veloce è stato il bilancio di questi dieci anni, affrontato già prima di Natale con l”approvazione del bilancio.

Cosa succede ora

Le dimissioni saranno effettive fra venti giorni, quando non saranno più revocabili. Fino a quel momento il sindaco potrà cambiare idea in ogni momento.

Il 24 gennaio, dunque, saranno presentate al Prefetto che le accoglierà nominando con ogni probabilità un commissario fino alle elezioni che si terranno fra aprile e giugno (la data che circola, ma ancora ufficiosamente, è il 27 maggio). Da quel momento la giunta sarà sciolta e anche gli assessori decadranno e si potranno concentrare sulla campagna elettorale.

Le reazioni

Duro e minaccioso l”attacco dell”ex candidato sindaco grillino Claudio Frati – “Se toccherà a noi vi verremo a cercare per quello che avete fatto” -, accusando poi il sindaco di non aver pensato alla città, ma solo alla sua carriera. 

Accusa portate avanti anche da Simone Carapia (Lega Nord) e Nicolas Vacchi (Forza Italia) a cui il sindaco dimissionario ha risposto così (guarda il video):

Foto Isolapress

Amministrazione comunale, si è dimesso il sindaco Daniele Manca. Cosa succede

SPECIALE GOCCE DI MUSICA 2018

banner_gocce_2018_piccolo

Cerca

PROMO

Seguici su Facebook

PROMO

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast