Sport

Sport 15 ottobre 2018

Pallavolo B2 femminile, la Csi Clai Imola vince al debutto. Male la Vtb Ozzano a Forlì

Una vittoria e una sconfitta. E” questo il bilancio della prima giornata di B2, campionato in cui sono impegnate la Csi Clai Imola e la Vtb Ozzano.

La squadra di Turrini ha superato in casa 3-2 la neopromossa Lugo, al termine di un match durato più di due ore e dove la formazione imolase è stata sempre costretta ad inseguire fino al successo al tie-break. Ozzano, invece, senza l”infortunata Tesanovic, non ha avuto scampo sul campo del Forlì ed è crollata con un netto 3-0.

Nel prossimo turno, in programma domenica 21 (ore 18), la Clai sarà impegnata a Rovigo, mentre la Vtb sfiderà in casa Cervia.

d.b.

Tabellini:

Csi Clai Imola-Liverani Lugo 3-2 (17-25, 25-22, 22-25, 25-17, 15-7)

Imola: Devetag 2, Cavalli 3, Ferracci 17, Melandri 13, Collet 10, Tesanovic 11, Dal Monte (libero 1), Ricci (libero 2), Bombardi 1, Folli 2, Zanotti, Gherardi 8, Piva ne, Caboni. All. Turrini.

Libertas Forlì-Vtb Ozzano 3-0 (25-13, 25-16, 25-17)

Ozzano: Taiani 3, Pavani 2, Mazza 11, Bughignoli 10, Palmese ne, Volontè 2, Guerra 2, Tripoli 2, Tesanovic ne, Costantini 1, Garagnani (libero 2), Muraca (libero 1). All. Casadio.

Nella foto (di Annalisa Mazzini): la gioia delle ragazze della Clai

Pallavolo B2 femminile, la Csi Clai Imola vince al debutto. Male la Vtb Ozzano a Forlì
Sport 14 ottobre 2018

Basket C Gold, al Ruggi la Vsv Imola asfalta la malcapitata Anzola

Tutto troppo facile per la Vsv Imola che asfalta letteralmente in casa la neopromossa Anzola per 105-67 e conquista i primi due punti in campionato.

A parte il primo quarto dove gli ospiti fanno il bello e il cattivo tempo, nei restanti trenta minuti di gioco non c”è praticamente partita. I gialloneri si dimostrano precisi al tiro e, nonostante l”emergenza nei lunghi, il divario netto tra le due squadre favorisce anche Tassinari nelle rotazioni che così può mandare in campo tutti i giocatori disponibili, a parte ovviamente Casadei e Zani. Alla sirena la prima gara casalinga stagionale finisce in una festa con tanti giocatori in doppia cifra.

Nel prossimo turno. in programma domenica 21 (ore 18), la squadra di Tassinari sfiderà al palaFlaminio la corazzata Rimini.

d.b.

Tabellino:

Npc-Anzola 105-67 (21-23, 51-39, 77-54)

Imola: Dalpozzo 15, Dal Fiume 3, Turrini, Nucci 16, Percan 12, Murati 6, Casadei ne, Magagnoli 14, Giuliani 11, Aglio 10, Zani ne, Zhytaryuk 18. All. Tassinari.

Anzola: Mandini, F. Parmeggiani 4. Bortolani 6, S. Parmeggiani 10, Baccilieri 6, Giugni, Villani 5, Cerulli 4, Venturi, De Ruvo 12, Caroldi 20, Betti. All. Spaggiari.   

Nella foto (dalla pagina facebook della Vsv Imola): Alex Percan

Basket C Gold, al Ruggi la Vsv Imola asfalta la malcapitata Anzola
Sport 14 ottobre 2018

Imolese, prima vittoria in casa: il gol storico e importantissimo di Lanini stende il Gubbio

Il gran gol di Lanini, al 7’ del secondo tempo, potrebbe venire ricordato a lungo. Innanzitutto è storico, perché regala la prima vittoria dell’Imolese in serie C al Romeo Galli. Ma soprattutto è di un’importanza vitale, alla vigilia di un periodo piuttosto difficile, con la trasferta a San Benedetto del Tronto di mercoledì 17 ottobre e il derby col Rimini di domenica prossima. Volete sapere il migliore in campo? Abbiamo visto un Garattoni di categoria superiore.

I rossoblù di Dionisi e il Gubbio si sono presentate sul campo in maniera speculare, col loro 4-3-1-2, però la squadra di casa ha meritato ampiamente la vittoria, rischiando di regalarla un’altra volta, come successo soprattutto a Fano. Caso strano, Belcastro, proprio come nelle Marche, ha sbagliato un rigore, calciandolo malissimo. 

Come spesso succede, l’Imolese parte forte e al 7’ c’è subito un tiro di Belcastro, che termina fuori di poco. Dionisi al 17’ è costretto a fare un cambio (Sciacca per Fiore, che ha un risentimento muscolare) e all’istante gli umbri trovano il gol, annullato per fuorigioco. Ci sono Gargiulo e De Marchi a fare le cose migliori, mentre Giovinco non riesce ancora a trovare la sua dimensione. Ed è proprio il goleador De Marchi (a quota 3) a provarci al 23’ con un tiro che viene ribattuto. Ma il Gubbio non vuole fare la parte della vittima sacrificale e Plescia ha la palla del vantaggio tra i piedi. Non fa però i conti con un’eccellente uscita di Rossi. Prima dell’intervallo ancora due occasioni per l’Imolese, prima con Gargiulo (deviato in angolo) e poi con Belcastro, lanciato benissimo da Sciacca, però Marchegiani è bravissimo a fare la sua parte. 

Nella ripresa però, il figlio dell’ex Toro, Lazio e Nazionale italiana, non può nulla contro l’iniziativa di Lanini. Il gol nasce da una palla di Carini che lancia l’ex prospetto juventino. Bordata da 20 metri e gol sulla sinistra di Marchegiani. E’ solo Imolese, con un Gubbio frastornato e al 12’ dalla difesa nasce un contropiede fulminante 3 contro 1. Impossibile sbagliare, con Sciacca al centro e i due liberissimi ai lati: Lanini sulla destra e Gargiulo sulla sinistra. L’ex Inter però cincischia, aspetta troppo e alla fine serve malissimo Lanini che si fa ribattere il tiro dal portiere. Sul calcio d’angolo viene ravvisato un fallo sullo stesso Sciacca. Il momento della partita vorrebbe sul dischetto Lanini per due motivi. Il primo è che ha appena segnato ed è in orgasmo agonistico. Il secondo è che ha trasformato dal dischetto in Coppa 4 giorni fa contro la Pistoiese. Ma il titolare è Belcastro che, come detto all’inizio, replica il brutto tiro visto a Fano, forse anche peggiorandolo. Si teme che possa arrivare il quinto pareggio dell’anno, invece Rossi fa due belle parate (al 21’ e al 31’), entrambe a terra, che chiudono definitivamente le speranze ospiti. Resta solo il tempo per un tiro di Mosti, al 40’, parato. (p.z.)

Imolese – Gubbio 1-0 (0-0)

Imolese: Rossi; Garattoni, Carini, Boccardi, Fiore (17’ Sciacca); Carraro (39’ s.t. Benasja); Valentini, Gargiulo; Belcastro (23’ s.t. Mosti); Giovinco (1’ s.t. Lanini), De Marchi (1’ st. Rossetti). All. Dionisi.

Gol: 7’ s.t. Lanini.

Imolese, prima vittoria in casa: il gol storico e importantissimo di Lanini stende il Gubbio
Sport 14 ottobre 2018

Pallamano A2, il Romagna fa la voce grossa a Sassari

Seconda vittoria consecutiva per il Romagna che torna dalla Sardegna con i due punti in tasca dopo la vittoria 33-20 sul campo del Verdeazzurro Sassari.

Nel primo tempo gli attacchi delle due squadre «sparano» a salve, ma poi la squadra di Tassinari prende in mano le operazioni e, una volta ingranata la marcia giusta, per gli avversari non c”è più nulla da fare. I padroni di casa faticano a scardinare la difesa bianconera e il trio delle meraviglie Rotaru-Folli-Chiarini spiana decisamente la strada ai compagni per l”8-12 di fine primo tempo. Nella ripresa i sardi si fanno subito sotto fino al -1 che infiamma gli spalti del palaSantoru, ma poi Martelli chiude la porta e dall”altra parte gli ospiti fanno indigestione di gol ancora con uno scatenato Fabrizio Folli e Chiarini.

Nel prossimo turno i bianconeri affronteranno, sabato 20 alla Cavina (ore 19), il Nonantola. 

d.b.

Tabellini

Verdeazzurro Sassari-Romagna 20-33 (p.t. 8-12)

Sassari: Munda, Sini, Bianco 2, Cherosu 5, Delogu 4, Dessona, Idili, Palmas, Venerdini 3, Vigliani, Casu, Scanu, Pavel 6, Feliciotti, Decherchi, Lampis. All. Cossu e Canu.

Romagna: Martelli, Sami, A. Boukhris 1, O. Boukhris, Gollini 2, Panetti 1, Chiarini 6, Folli 9, F.Tassinari 3, Bosi 1, La Posta, D’Agostino, Rotaru 7. All. D.Tassinari.

Nella foto: Fabrizio Folli, top scorer del match

Pallamano A2, il Romagna fa la voce grossa a Sassari
Sport 14 ottobre 2018

Pallavolo B2 femminile, è il giorno di Clai-Lugo e della sfida tra le sorelle Cavalli

La stagione della Clai si apre oggi in via Volta (ore 18) con il derby contro Lugo. Sarà una partita speciale soprattutto a casa Cavalli, visto che saranno avversarie Sofia (Clai) ed Elena (Lugo), con papà Massimo consigliere della Clai e mamma Tina a fare il tifo per entrambe sugli spalti. «Non abbiamo mai giocato contro – racconta Elena – e solo una volta insieme, per metà stagione nell’anno in cui siamo retrocesse. Io sono la più vecchia e cercherò di farmi rispettare, ma fra noi c’è un bellissimo rapporto. Quest’anno è arrivato un altro libero, la Sangiorgi, e quindi io vengo impiegata solo in difesa. Chi ha maggiormente da perdere è la Clai, che ha una squadra più forte dell’anno scorso. Personalmente mi sono già presa le mie rivincite e a Lugo sto benissimo, ma non mi dispiacerebbe tornare a giocare con mia sorella».

Sofia invece ha 20 anni, 7 in meno di Elena ed è titolare in B2 dallo scorso anno. Alla Clai è approdata a 15 anni, visto che aveva iniziato a giocare nella Uisp. «Arriviamo a questa partita non proprio al massimo, visto che siamo ad inizio stagione e in squadra ci sono stati nuovi inserimenti che hanno bisogno di un po’ di tempo, ma sono sicura che con loro diventeremo ancora più competitivi. Solo più avanti si potrà dire cosa potremo fare in questa stagione. Cercheremo di continuare a vincere il più possibile, ma ci sono troppe avversarie che non conosciamo. Sono fiduciosa, ma non sarà facile ripetere il 6 su 6 dello scorso anno quando sfruttammo al meglio un calendario abbordabile».

Pensi anche tu come Turrini che si possa far meglio del terzo posto dello scorso anno?

«E’ giusto che lui ci creda, perché abbiamo questo gruppo di giovani che ci daranno un bella mano nei momenti di difficoltà. Un anno fa eravamo un po’ contate, mentre adesso ci sarà sempre un’alternativa in grado di farti rifiatare. Il coach ci sta chiedendo di velocizzare il gioco e stiamo migliorando anche in questo senso».Avere una rosa lunga significa anche non avere il posto fisso, credi sarà solo un vantaggio? «Siamo molto unite e le nuove si sono inserite bene, per cui penso che tutte siamo consapevoli della diversa situazione».

E da «grande» dove vuoi arrivare?

«Intanto vediamo di confermare la stagione dello scorso anno, quando mi sono divertita tanto. La speranza è giocare ancora a lungo alla Clai, magari provando col tempo ad arrivare in B1. Devo però migliorare soprattutto in difesa, ma anche a muro. La mia giornata è sempre molto piena considerando che abito a Borgo Tossignano, lavoro a Imola e torno a casa a tarda sera solo dopo gli allenamenti, ma per ora non mi pesa proprio».

c.a.t.

L”articolo completo su «sabato sera» dell”11 ottobre.

Nella foto: le sorelle Sofia ed Elena Cavalli

Pallavolo B2 femminile, è il giorno di  Clai-Lugo e della sfida tra le sorelle Cavalli
Sport 14 ottobre 2018

Calcio serie C, i prossimi avversari dell'Imolese: tutto sul Gubbio

Io speriamo che me la cavo. E’ questo il primo pensiero dando un’occhiata alla rosa degli umbri di Alessandro Sandreani (figlio del più famoso Mauro) che non hanno certo brillato nel mercato estivo che ha portato, fra gli altri, il figlio d’arte Marchegiani (oltre a Lorenzo Paramatti, figlio dell”ex Bologna Michele che però non è convocato) a difendere i pali eugubini assieme al difensore Espeche che, segnando al «Galli» una vita fa, salvò la panchina di Pagliuca alla Lucchese, consentendo ai rossoneri di superare l’Imolese allora diretta da Farneti.

Il pezzo pregiato del Gubbio, che per voce del proprio presidente darà spazio a tanti «under», è in avanti ed è lo stesso dello scorso anno, ovvero quel Marchi che, tornato a Gubbio dopo un anno da 0 gol alla Reggiana (nel 2014/15 ce ne sono 16 in B con la Pro Vercelli), ha ripreso a segnare contribuendo in maniera decisiva con 13 reti alla salvezza dei suoi. Sul mercato è arrivato anche Casoli, attaccante di Gubbio che lo scorso anno ha giocato con Giovinco al Matera.

La squadra umbra arriva al Galli con soli 4 punti in classifica e nessuna vittoria all”attivo, ma solo segni X e una sconfitta, alla seconda giornata, sul campo della Vis Pesaro. Nell”ultimo turno hanno pareggiato 0-0 in casa contro il Fano. In vista del match di oggi pomeriggio a Imola (fischio d”inizio ore 14.30) sono 21 i convocati dal tecnico Sandreani.

Convocati Gubbio

Portieri: Marchegiani, Battaiola. Difensori: Lo Porto, Espeche Tofanari, Nuti, Paolelli, Pedrelli, Piccinni, Schiaroli. Centrocampisti: Benedetti, Casiraghi, M. Conti, Ricci. Attaccanti: Battista, Campagnacci, De Silvestro, Marchi, Plescia, Tavernelli, Casoli.

r.s.

Nella foto (dalla pagina facebook del Gubbio): la rosa degli umbri

Calcio serie C, i prossimi avversari dell'Imolese: tutto sul Gubbio
Sport 14 ottobre 2018

Imolese, col Gubbio senza… un dubbio. Zommers invece ne ha di più

Imolese pronta per giocare in campionato nel più canonini dei giorni (domenica) e degli orari (14.30). Avversario il Gubbio che troverà una formazione ormai definita per il mister imolese Dionisi. Il rientro tra i pali di Rossi copre l”assenza di Zommers che è impegnato con la nazionale della Lettonia Under 21 con la quale ha subito 3 reti dall”Olanda (primo gol del romanista Klujvert e un autogol dello stesso portiere dell”Imolese, martedì giocherà contro Andorra). La difesa ritrova l”assetto più consolidato, in attacco tornano De Marchi e Giovinco davanti al trequartista Belcastro, a centrocampo il playmaker Carraro sarà accompagnato da Valentini e Gargiulo.

I cinque cambi concessi saranno comunque sfruttati da Dionisi che dopa la vittoria in Coppa Italia con la Pistoiese ha avuto la conferma di un gruppo ricco di valide alternative e soluzioni di gioco plurime.

Paolo Bernardi

Probabile formazione Imolese

IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 18 Garattoni, 19 Boccardi, 26 Carini, 25 Fiore; 8 Valentini, 21 Carraro, 20 Gargiulo; 10 Belcastro; 30 De Marchi, 28 Giovinco. (12 De Gori, 2 Sciacca, 5 Checchi, 6 Tissone, 14 Zucchetti, 4 Bensaja, 7 Tattini, 11 Giannini, 23 Rinaldi, 24 Saber, 29 Mosti, 17 Lanini, 27 Rossetti). All. Dionisi.

Nella foto: il portiere rossoblù Zommers che è impegnato con la sua Lituania in nazionale

 

Imolese, col Gubbio senza… un dubbio. Zommers invece ne ha di più
Sport 13 ottobre 2018

Basket B, la Sinermatic Ozzano c'ha preso gusto e supera anche Lugo

La Sinermatic Ozzano centra la seconda vittoria in altrettante partite di campionato superando per 85-78 Lugo.

Partenza ottima per i ravennati che, complice la scarsa mira dei biancorossi, prendono subito il largo. Ozzano si riprende però subito e grazie ai punti usciti dalla panchina, targati Morara e Klyuchnyk, completano prima la breve rimonta e poi piazzano il break decisivo, con il vantaggio che si mantiene quasi inalterato fino all”intervallo lungo (+15). Nel secondo tempo Lugo prova a rifarsi debolmente sotto, favorita in avvio anche da una difesa ozzanese meno attenta, ma Mastrangelo e compagni reagiscono prima di subire il rientro decisivo dei ravennati (+8 Flying) a pochi secondi dall”ultimo riposo. Nel quarto periodo un antisportivo fischiato a Dordei e un tecnico alla panchina biancorossa riportano Lugo a -3 che poi diventa +3 per i ravennati a meno di 8 minuti dalla fine. Ci vuole il miglior Dordei (e il bonus di falli raggiunto dagli ospiti) per incanalare il match per i padroni di casa che conquistano così i due punti in palio.

Nel prossimo turno, in programma domenica 21 (ore 18), i biancorossi affronteranno in trasferta Padova.

d.b.

Tabellino

Sinermatic Ozzano-Orva Lugo 85-78 (24-12, 51-36, 70-62)

Ozzano: Morara 8, Dordei 21, Ranocchi 4, Masrè, Mastrangelo 10, Agusto 10, Folli 9, Chiusolo 8, Giannasi ne, Corcelli 7, Klyuchnyk 8, Salvardi ne. All. Grandi.

Lugo: Farabegoli 9, Bracci 6, Leardini 10, Seravalli, Brighi 17, Lucarelli 4, Cappelli ne, Bazzocchi ne, Rossi 5, Galassi 12, Demarchi 7, Bedin 8. All. Galetti.

Nella foto: Klyuchnyk e Dordei

Basket B, la Sinermatic Ozzano  c'ha preso gusto e supera anche Lugo
Sport 13 ottobre 2018

Basket A2, Le Naturelle Imola non sfigura al cospetto della Fortitudo

Niente da fare per Le Naturelle Imola che esce sconfitta 90-79 dal campo della Fortitudo.

Imola parte forte nel primo quarto con Simioni sotto canestro e Fultz dalla distanza, ma la Effe arma subito Cinciarini e riaccorcia le distanze.  L”ex biancorosso Sgorbati tiene a galla i suoi mentre dall”altra parte è Bowers a condurre le operazioni per gli ospiti. Nel secondo quarto Raymond e Prato trascinano i biancorossi, ma l’asse Fantinelli-Cinciarini è micidiale e consegna ai bolognesi il vantaggio all’intervallo lungo. Nel secondo tempo Imola prova a mantenersi in scia anche se i ragazzi di Di Paolantonio faticano contro la difesa ben piazzata dei fortitudini. Prato si infortuna ad un ginocchio a fine terzo periodo e l”attacco imolese non trova più la via del canestro nonostante le penetrazioni dell”asse americano. Alla fine Bologna conquista i due punti, ma anche Imola può ricevere i meritati applausi.

Nel prossimo turno, in programma domenica 21 (ore 18.30), i biancorossi affronteranno in trasferta l”Assigeco Piacenza.

d.b.

Tabellino

Fortitudo Bologna-Le Naturelle Imola 90-79 (17-19, 41-34, 68-55)

Bologna: Venuto 3, Benevelli 7, Cinciarini 24, Sgorbati 14, Pini 1, Rosselli 12, Fantinelli 10, Prunotto ne, Leunen 19, Franco, Muzzi ne, Hasbrouck ne. All. Martino.

Imola: Rossi 2, Magrini 7, Raymond 17, Montanari, Prato 8, Ndaw, Calabrese, Bowers 12, Simioni 15, Wiltshire ne, Fultz 11, Crow 7. All. Di Paolantonio.

Nella foto (dalla pagina facebook de Le Naturelle Imola): Crow durante il match contro Udine

Basket A2, Le Naturelle Imola non sfigura al cospetto della Fortitudo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast