Sport

Sport 8 dicembre 2018

Basket C Gold, nel giorno del rientro di Casadei la Vsv Imola cade contro Bologna Basket

La Vsv Imola cade sul parquet di Bologna Basket per 72-67 e conosce la terza sconfitta consecutiva in campionato, la quinta su otto partite. Unica notizia positiva il rientro di Casadei a sei mesi dall”operazione al ginocchio. Per lui un punto in sedici minuti.

I gialloneri di Tassinari partono contratti e subiscono il break dei padroni di casa nel primo quarto (22-14). Nel secondo parziale Zhytaryuk e Percan prendono per mano la Vsv e firmano il pari all”intervallo lungo (35-35). Nel secondo tempo Bologna Basket, con un Fontecchio sugli scudi, ricaccia in basso gli ospiti e prova l”allungo decisivo senza però riuscirci (56-52). Negli ultimi dieci minuti i gialloneri, infatti, si rifanno sotto  e mettono la freccia fino al +5. Una tripla dell”ex Fin e un canestro di Cortesi, però, rimandano avanti i bolognesi, poi i 9 punti di Fontecchio di fatto chiudono il match.

Nel prossimo turno, in programma domenica 16 (ore 15), la Vsv affronterà al Ruggi Ferrara. (d.b.)

Tabellino

Bologna Basket-Npc 72-67 (22-14, 35-35, 56-52)

Bologna: Poluzzi 4, Fin 3, Fontecchio 30, Cortesi 14, Legnani 2, De Pascale 7, Mazzocchi ne, Polverelli 7, Guerri, Antola ne, Folli 5, Bartolini ne. All. Lolli.

Imola: Percan 14, Magagnoli 8, Zhytaryuk 17, Aglio 5, Giuliani 6, Dal Fiume ne, Turrini ne, Nucci 8, Murati ne, Casadei 1, Zani ne, Dal Pozzo 8. All. Tassinari.

Nella foto (di proprietà della Vsv Imola): Zhytaryuk e Casadei

Basket C Gold, nel giorno del rientro di Casadei la Vsv Imola cade contro Bologna Basket
Sport 8 dicembre 2018

Futsal serie B, «manita» dell'Imolese Kaos al malcapitato Sedico

Vittoria numero 8 in campionato per l”Imolese Kaos che alla Cavina supera 5-1 (doppietta di Gabriel, reti di Baroni, Bueno e Castagna) il Sedico Belluno e mantiene la vetta solitaria della classifica. Dietro, infatti, solo il Venezia Mestre conquista i tre punti e rimane sempre a -5.

La squadra di Carobbi parte forte ma nel primo tempo la porta dei veneti pare stregata. Il pallone, infatti, non ha nessuna intenzione di entrare in rete fino al vantaggio firmato Bueno proprio poco prima dell”intervallo. Nel secondo tempo, però, l”Imolese si scatena e chiude definitivamente la pratica.

Nel prossimo turno, in programma sabato 15 (ore 16), i rossoblù affronteranno in trasferta i friulani del Maccan Prata. (d.b.)

Tabellino

Imolese Kaos – Sedico 5-1 (1-0)

Imolese: Juninho, Spadoni, Gabriel, Tiago, Castagna, Vignoli, Baroni, Bueno, Micheletto, Radesco, Paciaroni, Liberti. All. Carobbi.

Sedico: De Longhi, Dal Pont, Storti, El Johari, Bottega, Dos Santos, Crescenzo, Zanvettor, Viel, Farhan, Rossetto, Mazzucco. All. Forato.

Marcatori: 20’ p.t. Bueno (I); 4’ s.t. Castagna (I), 10” Gabriel (I), 13’ Gabriel (I), 17’ Farhan (S), 18’ Spadoni (I).

Ammoniti: El Johari (S), Radesco (I), Dos Santos (S), Vignoli (I), Rossetto (S).

Foto tratta dalla pagina facebook dell”Imolese Kaos

Futsal serie B, «manita» dell'Imolese Kaos al malcapitato Sedico
Sport 8 dicembre 2018

Basket serie B, coach Regazzi parla alla vigilia della sfida al palaCattani tra Faenza e Sinermatic Ozzano

Dopo la vittoria casalinga contro Desio, la Sinermatic Ozzano guarda già al prossimo impegno che la vedrà scendere in campo domani, domenica 9 (alle 18), in casa della capolista Raggisolaris Faenza. Se si nomina la squadra manfreda è impossibile non pensare all’imolese Marco Regazzi, da pochi mesi coach dell’Olimpia Castel San Pietro in C Silver, ma per sette anni artefice della cavalcata dalla Promozione ai play-off di serie B sulla panchina romagnola. «A mio parere sarà un match piacevole – ha commentato Regazzi -, anche se Faenza partirà favorita. Il livello del campionato è leggermente calato rispetto alla passata stagione, ma voglio fare i complimenti ad entrambe, perché si meritano la loro classifica».

Partiamo da Faenza. Segui ancora la tua ex squadra?

«Onestamente no. Hanno cambiato quasi completamente il roster rispetto all’anno scorso e anche la filosofia è diversa. Vincere partite molto combattute porta sempre entusiasmo ma, non avendoli mai visti, non voglio esprimere giudizi».

Cosa ne pensi, invece, di questo exploit di Ozzano?

«Seguo i risultati, perché lì ci giocano i miei amici Corcelli e Morara. Sapevo che avrebbe potuto far bene fin da subito, perché è una squadra costruita con oculatezza negli anni e composta da ottimi giocatori».

A proposito, quanto è difficile per un’avversaria giocare al palaCattani?

«L’anno scorso abbiamo centrato 13 successi su 15 in casa e immagino che anche oggi questo parquet sia un valore aggiunto per i padroni di casa (finora solo Cesena è uscita indenne da Faenza, nda), oltre ad essere sicuramente il migliore impianto del girone. Può sembrare un po’ dispersivo, ma il calore del pubblico ti fa rendere sempre al meglio e regala emozioni anche a chi viene da fuori». (d.b.)

Nella foto (Isolapress): Marco Regazzi

Basket serie B, coach Regazzi parla alla vigilia della sfida al palaCattani tra Faenza e Sinermatic Ozzano
Sport 8 dicembre 2018

Calcio serie C, i prossimi avversari dell'Imolese: tutto sulla Virtusvecomp Verona

L”Imolese oggi torna al Galli e, nel giorno dell”Immacolata, sfida il fanalino di coda Virtusvecomp Verona (fischio d”inizio alle 18.30). La squadra di Dionisi non vince da un mese, ovvero dalla gara casalinga contro il Vicenza ed è alla ricerca spasmodica dei tre punti.

I veneti dovranno rinunciare agli squalificati N’Ze, Grbac e Casarotto (espulsi nell”ultimo turno contro la Sambenedettese), mentre in panchina non mancherà mister Luigi Fresco. Il tecnico è l”anima di questa squadra: arrivato in società all”età di 8 anni, dal 1982 è allenatore-presidente dei veronesi. La sua squadra dovrebbe scendere in campo con il classico 3-4-1-2, anche se potrebbero esserci novità, viste le tante assenze. In attacco l”ex Bari Francesco Grandolfo, autore di 3 gol finora in stagione.

In vista del match sono 22 i convocati dal tecnico Fresco. 

Convocati Virtusvecomp Verona

Portieri: Sibi, 22 Chironi, 30 Cantarelli. Difensori: 2, Pinton, 4 Rossi, 5 Trainotti, 11 Maccarone, 15 Frinzi, 28 Sirignano. Centrocampisti: 3 Santuari, 6 Alba, 8 Cattivera, 16 Rubbo, 17 Merci, 20 Lavagnoli, 25 Danieli. Attaccanti: 7 Danti, 9 Manarin, 14 Ferrara, 18 Fasolo, 24 Grandolfo, 27 Momentè, 

Probabile formazione

Virtus Verona (3-4-1-2): Chironi; Trainotti, Maccarone, Sirignano; Lavagnoli, Danieli, Rubbo, Rossi; Manarin; Grandolfo , Danti. All. Fresco.

Foto tratta dalla pagina facebook della Virtusvecomp Verona

Calcio serie C, i prossimi avversari dell'Imolese: tutto sulla Virtusvecomp Verona
Sport 7 dicembre 2018

Serie C, Imolese di qualità con Carraro e Bensaja con la Vecomp Verona

L”Imolese punta sulla qualità per battere la Vecomp Verona. Nella quindicesima giornata della serie C l”Imolese attende la terza squadra di Verona alle 18.30 del sabato dell”Immacolata. «E” una partita difficile perché dopo un po” di tempo partiamo favoriti sulla carta» ha detto l”allenatore dell”Imolese Alessio Dionisi in esclusiva a «sabato sera». La Virtus Vecomp Verona (questo il nome completo della squadra scaligera) è sì ultima in classifica e ha raccolto 10 punti facendo soffrire squadroni come il Vicenza e la Samb. Dionisi risolverà molti ballottaggi nell”11 dell”Imolese solo prima della partita: «Loro verranno a Imola spensierati e noi dobbiamo mettere in campo molta qualità». Per questo a centrocampo giocheranno insieme Bensaja e Carraro (Valentini parte avanti nel ballottaggio con Gargiulo e Saber). In attacco torna disponibile Belcastro (che partirà dalla panchina) e quindi Mosti agirà dietro le punte che in partenza potrebbero essere Lanini e De Marchi. In difesa Fiore sembra favorito sulla sinistra e Boccardi per il ruolo di centrale a fianco di Carini. Inamovibili Rossi in porta e Garattoni sulla fascia destra.

Dirigerà la sfida il signor Adalberto Fiero della sezione di Pistoia. (Paolo Bernardi)

PROBABILE FORMAZIONE IMOLESE

IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 18 Garattoni, 19 Boccardi, 26 Carini, 25 Fiore; 4 Bensaja, 21 Carraro, 8 Valentini; 29 Mosti; 17 Lanini, 30 De Marchi. (1 Zommers, 2 Sciacca, 3 Sereni, 5 Checchi, 6 Tissone, 10 Belcastro, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 20 Gargiulo, 23 Rinaldi, 24 Saber, 27 Rossetti, 28 Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto Isolapress: Rossi in uscita aerea

Serie C, Imolese di qualità con Carraro e Bensaja con la Vecomp Verona
Sport 7 dicembre 2018

Il calendario 2019 dell'autodromo tra eventi e motori. L'assessore Lelli: «Il concerto? Contratto pronto»

E’ ancora presto per delineare tutti gli eventi del calendario nel 2019 dell’autodromo, ma tra new-entry e appuntamenti fissi qualcosa si sta già muovendo. In tema motori, ritornerà il Minardi Day il 27 e 28 aprile, così come l’1 maggio sarà dedicato ai venticinque anni dalla scomparsa di Ayrton Senna. Salta il Motor Legend Festival che sarà rimpiazzato dalla 200 Miglia il 3 e 5 maggio, inoltre la pista sul Santerno ospiterà nuovamente la Superbike con la quinta tappa il 10 e 12 maggio. In estate, il weekend del 12-14 luglio è prelazionato per il tanto atteso concerto, con l’intenzione di ripetere il successo degli Ac/ Dc nel 2015 o dei Guns N’ Roses nel 2017. «La società con la quale stiamo ragionando è Live Nation, la stessa che organizza l’Heineken Jammin’ Festival e il concerto di Vasco Rossi al Modena Park. Il contratto è pronto – ha dichiarato sicuro l’assessore all’Autodromo e ai Grandi eventi, Maurizio Lelli -, serve solo la firma e dopo ufficializzeremo il tutto». L’intenzione è chiudere entro Natale. Le voci parlano di Pearl Jam o Bob Dylan, con il sogno dei Coldplay. Ma per il momento Lelli si sbilancia solo su chi non ci sarà, ovvero nulla da fare per chi sperava in Jovanotti, Vasco Rossi o Springsteen.

Nel calendario dell’autodromo non sono riservate altre date alla musica. Uberto Selvatico Estense, presidente di Formula Imola, la società che gestisce l’impianto, all’inizio dell’anno aveva detto in un’intervista a sabato sera che avrebbe voluto organizzare un festival di più giorni. La Giunta Sangiorgi ha lanciato un’idea analoga qualche mese fa, ragionando di musica techno. Fabrizio Favilli, consigliere comunale 5Stelle delegato alle Strutture sportive, ora rinvia al 2020: «Parliamo di musica elettronica – precisa -. Abbiamo due progetti in ballo: uno all’autodromo di portata europea, in grado di richiamare migliaia di persone, e un altro in centro storico con connotati simili ad “Imola in Musica”».

Tra gli appuntamenti evergreen del calendario ritroviamo il Crame e il Giro dei Tre Monti. Il 21-22 settembre farà di nuovo tappa anche il Mondiale Motocross «per il quale abbiamo ricevuto i complimenti dalla Federazione» dice il direttore dell’autodromo, Roberto Marazzi, che aggiunge: «Siamo al lavoro per portare anche un terzo “mondiale”, una gara automobilistica ma non tra quelle più prestigiose» conclude, smorzando un po’ gli entusiasmi a chi pensava si parlasse della Formula Uno. Già che fine ha fatto il ritorno della Formula Uno annunciato dalla Giunta pentastellata qualche mese fa? «La situazione la sta gestendo il Governo da Roma, ma si ragiona per il 2021 – ha detto Lelli -. Noi non vogliamo fare la guerra a Monza né esserne l’alternativa, ma portare due Gran premi in Italia, viste anche le difficoltà in cui versano altri circuiti europei». Nel frattempo, gli amanti delle due ruote «perso» il Giro d’Italia (la corsa rosa ha fatto tappa a Imola nel 2015 e nel 2018), potranno consolarsi con una 24Ore ciclistica, come organizzata di recente anche sulle piste di Le Mans e Spa. (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 6 dicembre.

Nella foto: il concerto dei Guns N” Roses nel 2017

Il calendario 2019 dell'autodromo tra eventi e motori. L'assessore Lelli: «Il concerto? Contratto pronto»
Sport 7 dicembre 2018

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana

Come ogni settimana torna la nostra guida sugli appuntamenti sportivi più importanti del weekend nel territorio. 

BASKET. L”Andrea Costa (A2), dopo la sconfitta a Treviso di mercoledì, tornerà in campo domenica 9 (ore 18) al «Ruggi» contro Piacenza. La Sinermatic Ozzano (serie B), invece, sarà impegnata, sempre domenica (palla due alle 18) al palaCattani contro la capolista Faenza. In C Gold turno di riposo per Castel Guelfo, mentre la Vsv Imola (domenica alle 18) sarà di scena sul parquet di Bologna Basket. In C Silver, infine, stasera si gioca Zola Predosa-Olimpia Castello (ore 21). Domani, invece, Fortitudo-Grifo (alle 20.15) e Medicina-Castelnovo (ore 21).

CALCIO. L”Imolese (serie C) scenderà in campo domani (ore 14.30) al Galli contro la Virtusvecomp Verona. Passando all”Eccellenza (domenica alle 14.30) il Sanpaimola giocherò sul campo della Copparese, mentre il Medifossa riceverà il Progresso. In Promozione, invece, ci sarà Vadese-Valsanterno e Casumaro-Sesto Imolese. Scendendo in Prima Categoria spazio a Bubano-Marzabotto, Juvenilia-San Benedetto, Osteria Grande-Atletico Castenaso, Libertas Castello-San Cesario, Ozzanese-Crespo e Fontanelice-Castellettese. In Seconda (girone L) Tozzona-Corticella, Fly Sant”Antonio-Granaroloe Amaranto Guelfo-Fossolo. In Seconda (girone N), invece, Santagatese-Mordano e Biancanigo-Castel Del Rio. Scendendo in Terza Categoria (girone B) Dozzese-Quarto, San Gabriele-Sporting Valsanterno, Castel de Britti-Sporting Guelfo e Academy Imola-Stella Azzurra. Riposa l”Ozzano Claterna.

CALCIO DONNE. L”Imolese (serie C) domenica viaggerà fino a Lucca (ore 14.30). 

FUTSAL. L”Imolese Kaos (serie B) scenderà in campo domani (ore 15) alla Cavina contro il Sedico Belluno.

PALLAVOLO. In B2 domani (ore 17.30) Gramsci-Vtb Ozzano, mentre domenica (ore 18) Clai Imola-Arbor.

RUGBY. Domenica (ore 14.30) il calendario propone Imola-Formigine e Castel San Pietro-Ravenna.

PALLAMANO. Il Romagna (A2) sarà impegnato domenica a Ferrara (ore 18).

(d.b.)

Guida sportiva ai principali appuntamenti del fine settimana
Sport 7 dicembre 2018

Calcio serie C, Il pensiero di Davide Bombardini e «Bobo» Vieri sull’Imolese

Pur non raccogliendo quanto seminato sul campo, a livello di risultati, questa Imolese continua a piacere a tutti. Anche a chi ha calcato l’erba degli stadi ai massimi livelli. Come l’ex calciatore imolese Davide Bombardini e l’inseparabile amico «Bobo» Vieri, che in tribuna a Monza due domeniche fa hanno potuto apprezzare dal vivo la compagine rossoblù guidata da Alessio Dionisi. «Ma ho rischiato di non vedere la partita, perché il mio amico Brocchi (allenatore del Monza, nda) non voleva accreditarmi, sapendo che avrei tifato per l’Imolese. Ma poi non ho esultato al gol di Reginaldo, bensì a quello di Rossetti» ha rivelato «Bomba».

A dimostrazione che il primo amore non si scorda mai.

«La mia vecchia squadra ha fatto un’ottima impressione anche a Bobo. Sicuramente meglio del Monza, che ha dei grossi limiti. L’Imolese è molto ben organizzata, e la mano dell’allenatore si vede chiaramente. E non è scontato che questo accada. Io che dall’Eccellenza alla Champions ho giocato in tutte le categorie, posso dire che in tanti ci provano, ma sono pochi i tecnici che riescono a trasmettere i loro concetti come sta facendo Dionisi. D’altronde non è facile manovrare partendo dalla propria area. Tutti fanno fatica a farlo, perché è alto il rischio di sbagliare e perdere il pallone a ridosso della propria area».

Chi ti ha impressionato di più fra i giocatori?

«A Bobo è piaciuto moltissimo Rossetti. Forse perché gli ricorda lui da giovane. Anche a me è parso un bel centravanti. Uno all’antica, potente, che ha i numeri per sfondare anche in categorie superiori. E’ la classica punta che garantisce un’alternativa di gioco come il lancio lungo, perché è forte fisicamente, difende bene la palla e fa respirare la squadra. Ma anche De Marchi ci è piaciuto. Grande progressione e tanta fisicità. Su attaccanti del genere bisognerebbe insistere, e invece vedo che giocano solo mezze partite. Non so fino a che punto paghi l’avvicendamento continuo che pratica Dionisi là davanti».

L”articolo completo su «sabato sera» del 6 dicembre.

Nella foto: l”ex calciatore dell”Imolese Davide Bombardini insieme all”inseparabile amico Christian «Bobo» Vieri

Calcio serie C,  Il pensiero di Davide Bombardini e «Bobo» Vieri sull’Imolese
Sport 7 dicembre 2018

A Imola una tre giorni internazionale dedicata agli scacchi

Re, torri, regine, alfieri, cavalli… sbarcheranno nel weekend sotto l’Orologio per una tre giorni dedicata agli scacchi. Da oggi fino al 9 dicembre, infatti, al Museo di San Domenico avrà luogo la prima edizione del Torneo Internazionale «Città di Imola», dedicato appunto al famoso gioco di strategia e organizzato dal «Circolo Scacchistico Bolognese 1874», insieme al Circolo Scacchi Imolese. L’evento sarà valido come prova ufficiale omologata dalla Federazione Scacchi Italiana e porterà ad Imola alcuni tra i più prestigiosi giocatori nazionali e internazionali. «Al momento gli iscritti al torneo sono più di 140 – fa sapere Giulio Calavalle, presidente del circolo bolognese – che daranno vita ad oltre 500 partite. Il via è previsto per oggi, dalle ore 20, mentre domani e domenica si giocherà tutto il giorno».

A sfidare alcuni grandi campioni ci penseranno alcuni tra i più forti giocatori imolesi, come il giovanissimo talento Pietro Mirri e Tommaso Fuochi, oltre al 2006 Mattia Pizzoferrato e alla 2010 Nicole Ingrid Neacsu. Alcune partite, inoltre, saranno giocate su scacchiere digitali e potranno essere seguite online (www.scacchirandagi.com). L’ingresso è gratuito e aperto a tutti, ma i cellulari dovranno rimanere spenti per non disturbare i giocatori. Tra gli eventi collaterali, domani (dalle 13 alle 14) è in programma la rappresentazione teatrale di un finale di partita del Quattrocento mentre, dopo le ore 16, il Maestro Giulio Calavalle sfiderà contemporaneamente fino a 10 giocatori. Per finire, domenica 9, dalle 10 alle 13, appassionati e semplici curiosi potranno ammirare la scacchiera dai pezzi giganti, alti dai 50 ai 60 centimetri. Gli ultimi due appuntamenti si svolgeranno in piazza Matteotti o, in caso di maltempo, nella galleria del centro cittadino. (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 6 dicembre.

Nella foto: una gara di scacchi

A Imola una tre giorni internazionale dedicata agli scacchi
Cronaca 6 dicembre 2018

L'autodromo di Imola ed il bilancio in rosso. L'assessore Lelli: «Il circuito non si chiude, ma meno giornate di rumore»

Alla provocazione se fosse d’accordo nel chiudere l’impianto imolese, l’assessore all’Autodromo, Maurizio Lelli, ha risposto che «è una pazzia ed è inimmaginabile anche solo pensarlo». Questo non toglie che la gestione dell’Enzo e Dino Ferrari chiuderà il 2018 con un segno meno di non facile soluzione. A quanto ammonti la cifra è ancora difficile stabilirlo (i rumors parlano di almeno 300 mila euro, ndr). La causa principale, secondo Uberto Selvatico Estense, il presidente di Formula Imola, la società che gestisce l’impianto, va ricercata «nelle 34 giornate in meno di attività in pista, oltre al cambio di direttore ed alcune nuove scelte politiche e strategiche messe in atto dalla nuova Giunta. Così è dura, ma per l’anno prossimo l’obiettivo è il pareggio di bilancio».

L’Amministrazione comunale, però, entrata in carica di fatto a luglio, non ci sta ad essere chiamata in causa sul bilancio in rosso di quest’anno e rimanda le accuse al mittente. «Non è colpa nostra – ha esordito l’assessore Lelli – perché il calendario era già stato completato a marzo, prima del nostro insediamento. Eventi come il mondiale di Motocross, è chiaro, vanno ammortizzati nel tempo. Sostenere economicamente un impianto simile è comunque un discorso complesso e sempre aperto». E pensando già a come andare oltre ha avanzato la possibilità di «utilizzare i 180 mila euro del capitolo di spesa destinato ai Grandi eventi, usato l’anno scorso per il Giro d’Italia, per finanziare il concerto nel 2019 oppure un appuntamento ulteriore durante i giorni della Superbike o del Motocross».

Ma qualunque ragionamento sul futuro e sostenibilità economica dell’impianto non potrà prescindere da un tema: il rumore e le lamentele di chi abita attorno al circuito. «Abbiamo intenzione di diminuire le giornate rumorose da 60 a 57. Inoltre vogliamo limitare il numero delle auto contemporaneamente in pista – ha aggiunto Lelli -. Esiste una legge dello Stato sul rumore che va rispettata, metteremo mano anche al Protocollo operativo datato 2014». In verità, Formula Imola sta lavorando in tal senso da tempo. «Durante l’estate abbiamo provato degli speciali silenziatori per moto e auto – dice il direttore generale dell’autodromo Roberto Marazzi -. Speriamo che le aziende prendano a cuore questi strumenti, che interessano tutti i circuiti, non solo quello di Imola. Ci stiamo sforzando per far collimare le richieste con la vocazione motoristica dell’impianto, ma non è semplice».

Per Lelli, comunque, si dovrà puntare agli orizzonti più silenziosi del mondo dell’elettrico. «Le attività svolte finora proseguiranno – ha precisato -, ma stiamo progettando anche di realizzare nell’area dell’autodromo un kartodromo per kart elettrici. Dovremo effettuare dei test per verificare l’impatto acustico e nel caso non fossero rispettate le regole rimetteremo le mani al progetto». Altro problema sul tavolo è lo stallo del ConAmi, la diatriba politica sul ricambio al vertice e il riparto delle riserve chiesto da Imola, che ha bloccato alcuni cantieri previsti da tempo per favorire la polifunzionalità oltre i rombi di auto e moto in pista. «Per la barriera antirumore di via dei Colli e la costruzione del nuovo centro medico avremmo il permesso per costruire già da due mesi… – dettaglia il direttore del Consorzio Ami, Stefano Mosconi. (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 6 dicembre.

Nella foto: il mondiale Motocross di settembre

L'autodromo di Imola ed il bilancio in rosso. L'assessore Lelli: «Il circuito non si chiude, ma meno giornate di rumore»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast