Sport

Sport 19 marzo 2018

L'avvocato imolese Marcello Sangiorgi campione italiano avvocati di slalom speciale

Da maestro di sci a campione italiano avvocati per lo slalom speciale. E” il titolo guadagnato nel weekend da Marcello Sangiorgi, avvocato imolese trentasettenne che per lo sci ha una lunga passione che lo ha portato anche a conoscere il grande campione Alberto Tomba.

Quale avvocato, Sangiorgi ha partecipato ai campionati italiani avvocati di sci, dedicati alla categoria professionale, nelle discipline dello slalom speciale, dove ha portato a casa titolo e miglior tempo assoluto fra tutti gli avvocati e magistarti iscritti, ed anche slalom gigante, dove ha terminato in quarta posizione assoluta pur registrando il primato della propria categoria.

Oltre a praticare la professione di avvocato, Sangiorgi è anche avvocato e manager dei vip per l”agenzia Olimpicreative; gestisce, in pratica, i contratti di personaggi noti del mondo dello sport e dello spettacolo. L”anno scorso, ad esempio, aveva “piazzato” Milena mastromarino e Giacomo urtis al reality L”Isola dei Famosi.

mi.mo

Nella foto: Marcello Sangiorgi alla partenza dello slalom speciale

L'avvocato imolese Marcello Sangiorgi campione italiano avvocati di slalom speciale
Sport 19 marzo 2018

Pallavolo B2 femminile: Csi Clai Imola sempre più vicina ai play-off

La Csi Clai Imola strappa due punti a Forlì grazie alla vittoria casalinga 3-2 e si fa un altro passettino verso i play-off.

Le ragazze di Turrini, dopo aver perso il primo set, crollano nel secondo. La partita è subito in salita, ma Devetag (migliore marcatrice delle biancoblu) e compagne hanno una  reazione d”orgoglio e sono capaci di ribaltare il risultato e battere Forlì in rimonta 3-2.

r.s.

Csi Clai Imola – Libertas Volley Forlì: 3-2 (23-25, 15-25, 25-20, 25-21, 15-11).
Csi Clai Imola
: Devetag 15, Bombardi 2, Cavalli 2, Ferracci 14, Folli n.e., Ricci Maccarini n.e., Melandri 10, Tamburini, Collet 16, Tesanovic 14, Magaraggia (L). All.: Turrini.
Forlì: Partisani, Peretti 10, Morelli (L), Raggi 7, Stradaioli n.e., Valpiani 11, Balducci 10, Bernabè 13, Contri n.e., Guardigli 1, Gardini 1, Rossi 19, Gramellini (L2). All.: Delgado.

Pallavolo B2 femminile: Csi Clai Imola sempre più vicina ai play-off
Sport 19 marzo 2018

Pallamano A: il Romagna Handball tiene accese le speranze con la vittoria a Modena

In quello che aveva il sapore di spareggio salvezza, il Romagna Handball espugna il Pala Madiba di Modena 19-17 al termine di una partita punto a punto.
Dopo un primo tempo gomito a gomito, con i padroni di casa che vanno all”intervallo in vantaggio 9-8, nella ripresa vincono grazie a un grande Lorenzo Martelli tra i pali (15 parate, con 3 rigori neutralizzati) e alle performance del trio Fabrizio Tassinari, Alex Rotaru e Fabrizio Folli che ha saputo congelare la palla nei momenti topici del match.
Ora le due formazioni sono ultime a pari punti a quota 4 punti in classifica, ad un turno dalla conclusione della poule play-out, ma il Romagna ha il vantaggio dello scontro diretto vinto. 
Sabato prossimo al PalaCavina di Imola arriverà Teramo, mentre Modena farà visita al Carpi.

r.s.

Pantarei Modena – Romagna: 17-19 (9-8).
Modena
: Bonacini, Barbieri 3, Boni 2, Bortolotti, Di Felice, G.Di Matteo, N.Di Matteo, Dondi 3, Jahollari, Mezzetti, Panettieri 5, Pieracci 4, Resci, Rolli. All: Francesco Sgarbi.
Romagna: Martelli, Sami ne, Folli 8, Minoccheri, F.Tassinari 2, Andalò 2, Dal Fiume, Golini, La Posta 1, Martelli, Chiarini 1, Bosi, Panetti, A.Boukhris, Rotaru 5. All: Domenico Tassinari.

Pallamano A: il Romagna Handball tiene accese le speranze con la vittoria a Modena
Sport 18 marzo 2018

Basket C Gold, i Flying Ozzano la spuntano nel finale e aspettano Fiorenzuola

I Flying Ozzano soffrono più del previsto per avere la meglio 77-72 di Pontevecchio. Il match è rimasto incanalato nei binari dell”incertezza fino alla fine e la sfida nella sfida ha visto Dordei duellare con l”esperto Bonaiuti.

Fin dalla palla a due Pontevecchio mette alla corda le «Palle Volanti» scappando via grazie ad un approccio migliore, salvo poi vedere rientrare i biancorossi prima della sirena (15-19). Nel secondo parziale il copione non cambia e salgono in cattedra anche i bolognesi Gianninoni, Nanni e il giovane Folli, mentre sulla sponda ozzanese è Agusto a guidare i suoi avanti. L”equilibrio però non si schioda nemmeno all”intervallo lungo (36-40).

Nel terzo quarto le due squadre, come pugili sul ring, incassano e sferrano i colpi agli avversari senza però mandarli al tappeto. Chiusolo esce per falli e si accorciano le rotazioni in casa ozzanese, ma la squadra di Grandi resiste e chiude ancora avanti prima dell”ultima sirena (51-54). Gli ultimi dieci minuti sono incerti come non mai, caratteristica inusuale nei recenti match biancorossi. Pontevecchio cerca lo strappo per vincere il match e impatta il risultato sul 70-70 a circa 90 secondi dalla fine. Qui l”esperienza di Ozzano si materializza nelle mani di Agusto e Dordei che, insieme a Folli, permettono agli ospiti di portare a casa due punti fondamentali per la classifica vista anche la contemporanea vittoria di Fiorenzuola.

Nel prossimo turno, infatti, i Flying Ozzano affronteranno sabato 24 (ore 20.30) proprio Fiorenzuola in un match decisivo per la conquista del primo posto al termine della regular season.

d.b.

Tabellino

Pontevecchio-Laco 72-77 (15-19, 36-40, 51-54)

Pontevecchio: Bonaiuti 14, Gianninoni 15, De Gregori 8, Nanni 13, Di Rauso 2, Brancaleoni ne, Buriani 2, Folli 12, Mantovani, Vetere ne, Bergami 6, Minerva. All. Carretto.

Ozzano: Folli 10, Chiusolo 6, Corcelli 5, Dordei 18, Agusto 13, Masrè 6, Morara 4, Lalanne 7, Magagnoli ne, Zambon ne, Martini 8, Agriesti. All. Grandi.

Nella foto (dalla pagina facebook dei Flying Ozzano): Dordei e Folli

Basket C Gold, i Flying Ozzano la spuntano nel finale e aspettano Fiorenzuola
Sport 18 marzo 2018

Solo un pari, c’è poca Imolese

Allora, è finita o no? Di sicuro è durissima, dopo la vittoria del Rimini contro il Lentigione e il pareggio dell’Imolese a Città di Castello, contro il Sansepolcro. Dunque è finita 1-1, grazie al gol di Tattini al 39’ del secondo tempo, ma i rossoblù di Gadda sono stati sotto 1-0 per oltre 1 ora, dopo che i padroni di casa avevano segnato al 19’ con Romano. Sono 7 i punti che separano le due contendenti a 7 giornate dalla fine, con lo scontro diretto ancora da giocare.

Nella tana del Sansepolcro, campo ostico come spesso succede da quelle parti, l’Imolese ha subito un cross dalla destra e un piattone al volo. Ma la cosa preoccupante è che per tutto il primo tempo non si è visto un tiro nello specchio della porta. Poco Titone, poco Ferretti, poco Borrelli, con gli ultimi della classe a correre molto di più rispetto ai rossoblù.

Meglio l’Imolese nella ripresa. Tre-quattro occasioni, ma nulla di clamoroso, a parte un colpo di testa di Ferretti parato dal portiere e un colpo di Titone allo scadere che poteva valere i 3 punti vitali. Tanti cambi per Gadda, che ha provato a stravolgere la formazione, almeno rendendosi più solida e senza rischiare più nulla. Non male gli ingressi di Franchini e Tattini, ma serviva un gol in più, visto che questa Imolese una rete subita la deve sempre mettere in preventivo. E, se vogliamo essere onesti, non si è mai vista una squadra vincere un campionato con una media gol subiti così alta.

p.z.

Città di Castello

Solo un pari, c’è poca Imolese
Sport 18 marzo 2018

Imolanuoto Master, più di venti ori ai regionali. Nicola Xella record italiano nei 100 rana

La formazione Master dell’Imolanuoto si è presentata numerosa a Riccione per i campionati regionali, dove hanno nuotato 1.257 atleti provenienti e ben 257 staffette. Battuti 2 record europei e 8 italiani, tra i quali quello dei 100 rana M30, che Nicola Xella ha abbassato a 1’03”63 (secondo Davide Domenichini).

Cinque ori nei 50 rana con Nicola Xella (M30), Giacomo Bucchi (M35), Filippo Grappi (M40), Gianluca Guidotti (M45) e Massimo Busignani (M50). Tra gli altri campioni regionali, Massimo Morelli (M55) nei 400 misti, Daniela Sentimenti (M50) e Gianluca Guidotti (M45) nei 50 stile, Davide Domenichini nei 200 rana (M30), Milena Melandri nei 400 stile (M45), Giacomo Bucchi (M35), e Filippo Grappi (M40) nei 100 misti, Alice Balducci (M30), Marco Zucchini (M55) e Davide Cantagalli (M25) nei 50 farfalla, primo anche nei 100 stile; Marina Morelli e Massimo Busignani (M50) nei 100 rana, Luca Cavina nei 1.500 stile (M25). Vanes Terziari nei 200 farfalla e nei 200 misti (M40) si porta a casa il punteggio più alto della spedizione e partecipa anche alle due staffette, una mista ed una a stile libero con Gianluca Guidotti, Manuela Villa e Daniela Sentimenti che vincono la categoria C. Stessa sorte per la staffetta 4×50 mista e stile categoria B composta da Cantagalli, Xella, Domenichini e Palcaldi. Oro, infine, anche per la 4×50 mista categoria E, composta da Morelli, Xella, Zucchini e Morini. 

Per continuare con le medaglie, argento per Simone Pancaldi (M45) nei 50 farfalla e nei 100 stile, per la 4×50 stile maschile categoria C, composta da Gianluca Guidotti, Michele Barnabè, Mauro Morelli e Davide Domenichini. Per quanto riguarda i bronzi, sono terzi Barbara Cervellati negli 800 stile (M40), Daniela Sentimenti nei 50 farfalla (M50), Valentina Cicognani (M40), Christian Visani e Davide Rabiti (U25) nei 100 rana e Daniele Morini nei 200 misti e nei 100 farfalla (M60). Sale per ben due volte sul terzo gradino del podio anche la staffetta 4×50 mista e stile categoria A, composta da Laura Pintori, Nicola Xella, Davide Contoli e Alice Balducci.

r.s.

Nella foto: Nicola Xella dell”Imolanuoto

Imolanuoto Master, più di venti ori ai regionali. Nicola Xella record italiano nei 100 rana
Sport 18 marzo 2018

Futsal serie A, che beffa per Imola-Castello contro la capolista

Sconfitta che sa di beffa per l”Ic Futsal che perde 4-2 in casa contro la capolista Came Dosson al termine forse di una delle migliori prestazioni stagionali. 

Dopo la rete in avvio di Ferrugem, i bianconeroverdi tengono il pallino del gioco, correndo pochi pericoli in difesa e azzerando, di fatto, i 26 punti che li separano dai veneti. Il Came Dosson pareggia prima dell”intervallo e passa in vantaggio nella ripresa, ma la squadra di Pedrini non molla e trova il meritato pareggio con Castagna. Sul 2-2, però, gli arbitri non vedono un fallo (sarebbe stato il quinto di squadra) su Ferrugem e in contropiede gli ospiti siglano il più semplice dei gol per un 3-2 nato tra mille polemiche. L”Ic Futsal cerca la seconda rimonta di serata, ma sono i veneti ad arrotondare a due minuti dalla fine.

In classifica tutto invariato viste le contemporanee sconfitte di Cisternino, Lazio e Milano. Il campionato dell”Ic Futsal ripartirà ora dopo Pasqua vista la sosta nel prossimo weekend per le final-eight di Coppa Italia.

d.b.

Tabellino

Ic Futsal – Came Dosson 2-4 (1-1)

Imola-Castello: Juninho, Ferrugem, Castagna, Vignoli, Rodriguez, Salado, Borges, Misael, Silveira, Lari, Liberti, Battaglia. All. Pedrini.

Came Dosson: Morassi, Belsito, Vieira, Alemao, Schiochet, Di Guida, Rangel, Bellomo, Crescenzo, Sviercoski, Grippi, Massafra. All. Rocha.

Marcatori: 2°15” p.t. Ferrugem (I), 7°50” Grippi (C), 5°35” s.t. Schiochet (C), 7°24” Castagna (I), 12°45” Grippi (C), 18°10” Schiochet (C) 

Ammoniti: Rangel (C), Ferrugem (I).

Nella foto (di Joseph Pandolfo): il gol di Ferrugem

Futsal serie A, che beffa per Imola-Castello contro la capolista
Sport 17 marzo 2018

Basket C Gold, due punti che profumano di salvezza per Castel Guelfo

Al palaMarchetti Castel Guelfo ipoteca la salvezza superando 72-65 Bologna Basket e per la prima volta in stagione ha la meglio su una squadra che la precede in classifica. Con questa vittoria i ragazzi di Serio agguantano il 5° posto (anche se non ribaltano la differenza canestri con i bolognesi) in attesa sempre di recuperare il match contro Modena.

I gialloblù subiscono il forte avvio degli ospiti, poi trovano la quadratura di squadra e danno vita ad uno scontro punto a punto che caratterizza un primo quarto chiuso in sostanziale equilibrio (16-18). Nel secondo parziale i ragazzi di Serio costruiscono un piccolo capolavoro contro la quinta forza del campionato e in attacco armano alla grande le mani caldi di Trombetti e Musolesi (20 punti), scappando via con un break importante (42-32 all”intervallo lungo). 

Nel terzo quarto sale in cattedra Bologna Basket con l”onnipresente Cortesi (23 punti) che fa la voce grossa e guida la sua squadra verso una rimonta insperata. Castel Guelfo non è più micidiale sotto canestro e gli ospiti ne approfittano per rientrare. L”ultimo parziale vede ancora l”inerzia del match nelle mani dei bolognesi che, complici gli errori dei padroni di casa, arrivano a -1 a quattro minuti dal termine sempre grazie al solito Cortesi(66-65). Il gioco da tre punti di Musolesi, il canestro di Trombetti e i liberi di Grillini però congelano il match fino alla sirena finale che regala una grande gioia al pubblico guelfese sugli spalti.

Nel prossimo turno, in programma domenica 25 (ore 18), Castel Guelfo affronterà in trasferta Fidenza per cercare di blindare una volta per tutte il discorso salvezza e regalarsi la migliore posizione possibile nella griglia play-off.

d.b.

Tabellino

Prosic-Bologna Basket 72-65 (16-18, 42-32, 58-50)

Castel Guelfo: Grillini 9, Santini 4, Pieri 2, Govi 6, Trombetti 17, Bernabini 3, Rebeggiani ne, Musolesi 20, Casagrande 4, Degli Esposti Castori 7, Baccarini, Burresi ne. All. Serio.

Bologna Basket: Fin 9, Brotza 4, De Pascale 4, Poluzzi 8, Cortesi 23, Guerri 10, Cerulli, Tugnoli ne, Bertuzzi 2, Saccà ne, Legnani 5, Brighotti. All. Lolli.

Nella foto (dalla pagina facebook di Castel Guelfo): la gioia gialloblù a fine partita

Basket C Gold, due punti che profumano di salvezza per Castel Guelfo
Sport 17 marzo 2018

Basket A2: l'Andrea Costa Imola parte forte ma Bergamo si prende l'anticipo

L”anticipo finisce… in anticipo per l”Andrea Costa che a Bergamo illude nei primi 10 minuti e poi subisce 30 punti nel secondo quarto che la condannano ad una rincorsa impossibile e ad una sconfitta.

L”inizio di Imola è al galoppo, dopo 4 minuti è 15-2 per l”Andrea Costa con Prato che, partito in quintetto al posto di Maggioli, giganteggia.  Bergamo infila appena 2 punti in 3 minuti. Si sveglia Hollis e Imola allenta un po” la presa ma resta salda (+11) al comando grazie a buone percentuali di tiro (7/9 da due, 3/8 da tre).

Laganà accenna ad una rimonta orobica in avvio di secondo quarto quando Cavina inserisce Maggioli. Imola soffre e Hollis firma il sorpasso a 1 minuto dall”intervallo, benedetto da Imola.

Terzo quarto con un pallido risveglio di Imola che però dura poco e Cavina prima di metà tempo chiama timeout sotto di 7 (53-46). Alviti reagisce e con due schiacciate prova a scuotere Imola. Bergamo però ha preso l”onda e Solano schiaccia il +10 al 27 minuto. Altro timeout di Cavina che per fermare il burian orobico rimette Maggioli e Bell, rallentando solo la corsa degli uomini di Sacco.

Nell”ultimo tempo Bergamo resta in gestione, Bell si ribella al finale già scritto e trascina Imola fino al -4 (75-71) quanto mancano 100 secondi alla fine. Tempo che passa però senza altri canestri di Imola.

r.s.

Il tabellino

Bergamo – Andrea Costa Imola 79-71 (13-24, 43-37, 64-55)

Bergamo: Laganà 16, Solano 11, Hollis 21, Sergio 7, Fattori 13; Ferri 2, Cazzolato 7, Bozzetto 2. N.e.: Augueri, Crimeni, Bedini. All: Sacco.

Andrea Costa Imola: Penna 2, Gasparin 2, Prato 13, Alviti 15, Wilson 14; Bell 21, Simioni, Toffali, Maggioli 4. N.e.: Rossi. All: Cavina.

Nella foto: Penna (Isolapress)

Basket A2: l'Andrea Costa Imola parte forte ma Bergamo si prende l'anticipo
Sport 17 marzo 2018

Basket C Gold, passeggiata di salute per la Vsv Imola a Bertinoro

La Virtus Vis Spes Imola vince facile 80-57 a Bertinoro e, almeno per una notte, si gode il primato insieme a Ozzano e Fiorenzuola. La bella prestazione della squadra di Tassinari è soprattutto nei numeri offensivi e nella capacità di infilare un gran numero di canestri ad una formazione che finora aveva subito solo 64 punti di media a partita.

I gialloneri, infatti, scappano già nel primo quarto e per Bertinoro è notte fonda alla prima sirena quando il tabellone segna +20 per gli ospiti. I restanti tre parziali sono pura accademia per la Vsv che spinta da un Nucci ritrovato (17 punti) e da uno Zhytaryuk ispirato (17 punti anche per lui), oltre che dal solito Casadei mantiene sempre più di un «ventello» di vantaggio sui padroni di casa, salvo concedere a Bertinoro le briciole prima della sirena finale. L”unico neo della serata l”infortunio alla caviglia di Ranocchi.

Nel prossimo turno, in programma domenica 25 (ore 18) la Vsv affronterà in casa l”ultima della classe Modena.

d.b.

Tabellino

Bertinoro-Npc 57-80 (12-32, 24-37, 38-56)

Bertinoro: Frigoli 11, Ravaioli 8, Godoli 6, Bracci 14, Solfrizzi En. 4, Conocchiari, Zoboli 5, Gellera Malvolti 5, Del Zozzo 4, Biandolino, Solfrizzi Em. ne, Cristofani. All. Brighina.

Vsv: Dal Fiume 2, Nucci 17, Casadei 13, Ranocchi 4, Zhytaryuk 17, Boero 12, Creti, Sassi, Sangiorgi 10, Dalpozzo 5. All. Tassinari.

Nella foto (dalla pagina facebook della Vsv Imola): Zhytaryuk e Casadei di spalle

Basket C Gold, passeggiata di salute per la Vsv Imola a Bertinoro

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast