Catturato un istrice nell’aiuola davanti all’ospedale nuovo

IMOLA
Un istrice è stato catturato nell’aiuola spartitraffico di via Montericco, proprio davanti all’ingresso dell’ospedale Santa Maria della Scaletta. La presenza dell’animale, appartenente ad una specie protetta, era stata notata da alcuni giorni dai residenti della zona, e domenica la segnalazione è giunta alle Guardie ambientali dell’area metropolitana

I volontari sono così potuti intervenire immediatamente, coordinati dalla Polizia provinciale. Hanno individuato la tana dell’istrice e, nella serata di domenica, hanno predisposto una gabbia-trappola. Il felice epilogo della vicenda si è avuto all’alba di ieri, quando la gabbia si è chiusa intrappolando in modo del tutto incruento un bell’esemplare di istrice adulto di taglia media. I volontari delle Guardie ambientali hanno poi provveduto a trasferirlo sulle nostre collina, dove è stato liberato come previsto dalle normative vigenti.

Non è il primo caso di una specie selvatica che si insedia in una zona densamente abitata, dato che pure tassi, volpi, piccoli rettili innocui vengono avvistati frequentemente in città. Qualche settimana fa è accaduto per una femmina di cinghiale, e purtroppo è stato necessario abbatterla. Particolarmente importante è la collaborazione dei cittadini nel segnalare con la massima tempestività queste presenze che, se a prima vista possono sembrare piacevoli, sono comunque anomale e potenzialmente pericolose sia per l’animale, che può essere investito da un’auto, che per l’uomo, nel caso appunto di un incidente. Le Guardie volontarie ambientali della nostra zona rispondono ai tel. 051/0828786 e cell.349/9407224.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *