Cavalcavia e sottopasso da sistemare

CASTEL SAN PIETRO-GALLO BOLOGNESE
La Consulta della frazione castellana di Gallo Bolognese chiede al Comune di intervenire sul cavalcavia di via Mori e nel sottopasso di via Ercolana. Entrambe le opere sono state costruite da Ferrovie dello Stato una ventina di anni fa, in concomitanza con la chiusura dei caselli. In pratica, dal sottopasso di via Ercolana dell’acqua si riversa sull’asfalto, rovinandolo. “La causa è una piccola sorgente sotterranea che non riesce a confluire nelle canalette che portano alla pompa sommersa – spiega Dante Martignani, presidente della Consulta -. Tra l’altro, in inverno, quando ghiaccia, l’asfalto diventa pericoloso”.

Il cavalcavia di via Mori, invece, presenta un problema alla pista ciclabile che corre a lato della carreggiata. “E’ pericolosa perché la sponda sta lentamente franando – dice senza mezzi termini Martignani -. Inoltre la ciclabile è chiusa male, manca un cartello di divieto e pericolo. Senza contare che è pericolosa per la casa abitata che si trova proprio sotto”.

Delle due problematiche se n’è parlato anche lunedì 26 ottobre nel corso dell’incontro della consulta alla quale hanno partecipato anche il vicesindaco Cristina Baldazzi e il presidente del Consiglio comunale con delega ai Lavori pubblici Stefano Trazzi. “Per il sottopasso possiamo programmare un inter-vento risolutivo per la prossima primavera, in maniera da convogliare altrove l’acqua che oggi si riversa sulla strada – ha spiegato Trazzi –. La situazione del cavalcavia di via Mori, invece, è più delicata e necessita di uno studio tecnico. Ad oggi non siamo in grado di dare certezza di intervento né tempistiche”.

Il sottopasso di via Ercolana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *