Cesac punta alle aggregazioni commerciali

CONSELICE
Il Consiglio di amministrazione del Cesac, il Centro economico servizi agricoli aderente a Confcooperative e ad Apo Conerpo, con sede a Conselice e stabilimenti in provincia di Bologna (vedi Tre Spighe e Cometa a Medicina) e Ferrara, ha confermato per il prossimo triennio Stefano Andraghetti e Marco Passardi rispettivamente presidente e vicepresidente. Completano il Consiglio, per il settore Cantina, Virgilio Ancarani, Isnaldo Baldazzi, Alcide Marconi, Pietro Ravaglia, Loris Venturini; per il comparto Cereali, Paolo Ferretti, Luca Forni, Giuliano Guerra, Marco Menetti, Nair Valmori; per il settore Orticole, Luca Bressan, Luisa Brini, Fabrizio Dall’Olio, Valter Lai, Matteo Pelliconi; infine per il comparto Servizi, Andrea Berardi, Luigi Dall’Olio, Michele Filippini, Corente Galletti, Alberto Saggiorato.

Il 2015, per Cesac è stato un anno di crescita: il fatturato ha raggiunto i 57,5 milioni di euro, il patrimonio netto ha supera-to i 3,8 milioni, gli addetti sono diventati 242 (un anno prima erano 200), mentre i soci hanno superato quota 1.300. «Cesac – tiene a sottolineare Andraghetti – ha chiuso l’esercizio con un bilancio positivo nonostante la difficile congiuntura economica, che continua a far sentire i suoi effetti anche nei campi, e l’andamento climatico anomalo».

La produzione conferita si è attestata sulle 118.800 tonnellate, così suddivise: 77.000 tonnellate di cereali, 35.000 di orticole, di cui 18.000 di patate e 17.000 di cipolle, a cui vanno aggiunte 6.800 tonnellate di uva.

Il Cesac si conferma una delle aziende più attive dell’agricoltura romagnola e, forte dei risultati conseguiti, si appresta ad affrontare nuove sfide, proponendosi sul mercato sempre più come un’azienda multisettoriale aumentando “gli investimenti nei prodotti di quarta gamma, nel settore dei cereali e nei mangimi di qualità e promuovendo le aggregazioni commerciali, strategiche per valorizzare al meglio le produzioni dei soci”.

Altri particolari su “sabato sera” in edicola dal 30 giugno

Stefano Andraghetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *