Cesi, incassati 5 milioni di euro

IMOLA
L’8 luglio 2014 la cooperativa edile Cesi veniva posta in liquidazione coatta amministrativa con decreto del ministero dello Sviluppo economico. In quel momento Cesi aveva 402 dipendenti. A quasi nove mesi di distanza abbiamo chiesto al commissario liquidatore, Antonio Gaiani, di fare per noi il punto della situazione. “Alla data del decreto di messa in liquidazione – ci ha spiegato – erano attive su tutto il territorio italiano 82 commesse di svariate tipologie, peculiarità e importi (di cui 14 sul territorio del circondario e ozzanese, Ndr). Complessivamente, ad oggi, sono stati raggiunti 36 accordi, che hanno accertato un credito in favore della procedura liquidatoria di circa 15 milioni e 500 mila euro, dei quali circa 5 milioni già incassati, mentre per l’importo residuo l’incasso è stato scadenzato entro i prossimi 18 mesi”. Gaiani ha anche riferito che “per le società controllate o partecipate, molteplici sono state le manifestazioni di interesse pervenute. Per quanto riguarda gli asset immobiliari di Cesi (immobili e aree edificabili) sono già state ultimate le relazioni notarili e sono in corso di ultimazione le perizie tecniche, al fine di procedere alle vendite del compendio immobiliare mediante aste pubbliche”.

Altri dettagli nell’intervista pubblicata sul settimanale “sabato sera” in edicola da giovedì 2 aprile.

Un cantiere Cesi rimasto in sospeso a Castel Guelfo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *