Conami riduce i compensi

IMOLA
Stefano Manara è stato confermato presidente del Consorzio Azienda multiservizi intercomunale, l’ente di via Mentana che associa 23 Comuni posti nelle province di Bologna, Ravenna e Firenze e terzo azionista di Hera Spa con il 7,4% del capitale. La sua nomina è avvenuta venerdì della scorsa settimana, 20 giugno, nel corso dell’assemblea dei sindaci dei Comuni soci.
Nel nuovo Cda siedono inoltre i riconfermati Stefano Cassani e Giorgio Sagrini e due volti nuovi: Francesca Cardelli Nanni e Mirko Minghini. L’assemblea dei sindaci ha proceduto anche al rinnovo del collegio dei revisori dei conti. I nuovi revisori sono Beatrice Conti (presidente), Roberta Trebbi e Andrea Bassi. “Il primo dato è che il Consiglio di amministrazione è sceso dai precedenti nove componenti agli attuali cinque”, ha tenuto a rimarcare Daniele Manca, sindaco di Imola e presidente dell’assemblea dei sindaci dei Comuni soci. Che ha aggiunto: “Per la prima volta, in aderenza a quanto previsto dal rinnovato statuto del Conami che indica il criterio della rappresentanza di genere, è entrata a far parte del Cda anche una donna”.
La contemporanea riduzione del numero di componenti del Cda e dei compensi, sia per i consiglieri che per il presidente, porta quasi a dimezzare il costo di funzionamento del nuovo Cda, che scende dai precedenti 112.500 euro agli attuali 60.750 euro lordi annui. Lo stesso per i revisori. Anche per loro c’è stato un abbassamento del compenso e quindi del costo complessivo di funzionamento di tale organismo, che scende da 34 mila agli attuali 29 mila euro lordi annui.

Stefano Manara, confermato presidente del Consorzio Ami

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *