Concorso comunale per i nidi, dopo le contestazioni tutti e 888 ammessi alla prova scritta

IMOLA
Il Comune di Imola ha deciso di ammettere tutti i candidati alla prova scritta, ben 888 persone. Questa la scelta dopo le contestazioni e i ritardi che hanno caratterizzato il test preselettivo che si è svolto ieri pomeriggio al palazzetto Ruggi per 7 posti a tempo indeterminato come educatore nei nidi imolesi.

Nel comunicato della commissione, a firma della presidente Anna Giordano, dirigente comunale del settore Scuole, si legge infatti che “tenuto conto delle problematiche emerse durante lo svolgimento della preselezione relativa al concorso in oggetto e considerato che il punteggio della prova preselettiva, come previsto dal bando, non sarà utilizzato per la determinazione del punteggio finale, ha deciso di non procedere all’apertura delle buste contenenti gli elaborati e alla successiva correzione degli stessi. Pertanto tutti i candidati che risultano registrati nell’elenco allegato al verbale di preselezione e di seguito indicati sono ammessi alle prove d’esame. E’ altresì confermata l’ammissione alle prove d’esame dei candidati esonerati dalla prova preselettiva ai sensi della L. 104/92. La prova scritta si terrà, come già stabilito, il 15 giugno alle ore 15 presso il PalaRuggi sito in Via Oriani 2/a, anziché nella sede precedentemente comunicata. Le operazioni di identificazione dei candidati inizieranno alle ore 14 come previsto. Resta confermata infine la data di inizio delle prove orali”, a partire dal 5 luglio.

Su quanto accaduto ieri al palaRuggi è intervenuta anche l’assessore alla Scuola, Giuseppina Brienza. “Certamente si è verificata una sottovalutazione di alcuni aspetti organizzativi, in particolare legati all’alto numero dei partecipanti – ha commentato -. L’intenzione non era certamente quella di creare discriminazioni e ci scusiamo per il disagio procurato. Il concorso indetto dal Comune di Imola – ha aggiunto – è un fatto importante e in controtendenza rispetto a ciò che avviene in questo periodo negli enti pubblici”.

Nella foto: i partecipanti al test di preselezione al Ruggi

One Response to Concorso comunale per i nidi, dopo le contestazioni tutti e 888 ammessi alla prova scritta

  1. È stato vergognoso il modo in cui è stato organizzato il tutto!
    Adesso il contentino è ammettere tutti i candidati!!!
    Questo per evitare la pioggia di ricorsi…. Ma questi ricorsi ci saranno cmq…. Non si più annullare una prova preselettiva… Così come se nulla fosse … E “obbligare” 1000 persone ad affrontare ulteriore spesa per confrontarsi sempre con la stessa mole di persone!
    Questo va contro quelli che era scritto su bando!!!
    È già inficiato in partenza!
    Secondo voi è la stessa cosa affrontare una prova più complessa con 888 persone piuttosto che con la metà … ?!?!
    Vergogna!!!!
    È assurdo !!!

    Melsnia
    8 giugno 2017 at 18:55
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *