Concorso comunale per nidi e materne: 1.400 candidati per 15 posti

IMOLA
Il Comune di Imola assumerà a tempo indeterminato 7 educatori per i nidi e 8 insegnanti per le materne. E, come accaduto un anno fa a Montecatone (in palio allora c’era un lavoro da infermiere), la corsa al posto fisso ha fatto lievitare le domande: circa 1.400 quelle arrivate, 1.388 le ammesse.

Per diventare insegnante nelle scuole dell’infanzia imolesi si “batteranno” in 248 (5 ammessi con riserva), mentre per i nidi sono 1.140 (34 ammessi con riserva). Il motivo è dovuto soprattutto ai requisiti: per le materne è richiesta la laurea in Scienze della formazione (oppure il diploma magistrale o del liceo socio psico pedagogico conseguito prima del 2003), mentre per i nidi è sufficiente il diploma (purché antecedente il settembre 2015).

La prova scritta per la selezione dei docenti della scuola dell’infanzia è stata fissata per giovedì 8 giugno presso l’aula magna dell’Alberghetti in via San Benedetto; gli orali inizieranno il 26.

Per i nidi, invece, visto l’ingente numero di iscrizioni, sarà necessaria una prova preselettiva: un test a crocette che si svolgerà martedì 6 giugno al PalaRuggi di via Oriani. Poi la prova prova scritta il 15 giugno con «al massimo a 185 persone», dice il responsabile del servizio Infanzia, Daniele Chitti, che farà parte della commissione esaminatrice assieme alla dirigente comunale Anna Giordano e alla coordinatrice pedagogica comunale Barbara Molinazzi. Gli orali cominceranno il 5 luglio.

Probabilmente non tutti gli iscritti si presenteranno. Si vedrà.

Altri particolari e commenti sul “sabato sera” dell’1 giugno.

Nella foto: un’immagine del PalaRuggi nel marzo scorso durante il concorso per un posto da infermiere a Montecatone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *