Crif investe 60 milioni di euro a Varignana

VARIGNANA-CASTEL SAN PIETRO
“Sessanta milioni di euro”. Una cifra da capogiro, ma è l’ambizioso investimento che Palazzo di Varignana Srl e Crif Spa stanno concretizzando sulle colline della frazione castellana. Un progetto che parte dallo sviluppo e ampliamento del centro congressi inaugurato appena due anni fa, con spa e albergo 4 stelle superior nato dal recupero ed ampliamento della storica Villa Bentivoglio di via Ca’ Masino. Il Palazzo di Varignana, per l’appunto, che fa capo all’omonima società, ma di fatto è proprietà sempre di Crif Spa, leader nel settore dei software e dei sistemi informativi bancari e creditizi con sede principale a Bologna.

In pratica, verranno realizzati un parcheggio interrato da oltre 100 posti auto, nuovi uffici per il personale del resort e nuove sale polifunzionali destinate sia alla ristorazione sia agli eventi. Inoltre sarà più che raddoppiata l’area del centro benessere con il potenziamento della palestra a disposizione degli ospiti, un’ulteriore piscina esterna per gli adulti e una, più piccola, per i bambini.

Molti cantieri sono a buon punto: il parcheggio interrato da cento posti, ad esempio, sarà completato entro l’anno, mentre le sale polifuzionali in prima-vera. La nuova spa e le camere, invece, saranno pronte indicativamente a fine 2016. Il centro direzionale, destinato ad ospitare servizi accessori allo sviluppo del business di Crif, come un back office high tech internazionale, si prevede vedrà la luce entro il 2017.

“Tutte queste attività che andranno ad ampliare ulteriormente la capacità ricettiva del resort, dovrebbero concludersi entro la fine del prossimo anno e manterranno inalterata una filosofia che vede tutte le realizzazioni completamente integrate nella collina, per conservare intatta la piacevolezza di un contesto unico nel suo genere” garantiscono sempre da Crif.

Come per ogni progetto di sviluppo urbanistico, sono previsti oneri e contropartite per il territorio. In particolare, Palazzo di Varignana si è legato sin dall’inizio ad un’attenzione particolare per le ricadute per la piccola frazione collinare partendo dai potenziali disagi per i vicini. Non a caso per il solo ampliamento tra oneri e opere accessorie si parla di oltre 2 milioni di euro.

Altre informazioni su “sabato sera” in edicola dal 5 novembre

Il resort Palazzo di Varignana e i lavori in corso per il parcheggio interrato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *