Droga a scuola, tre imolesi segnalati al Prefetto

IMOLA-FAENZA
Ci sono anche tre studenti imolesi tra i clienti dei due minorenni spacciatori che vendevano ogni genere di droga in varie scuole superiori di Faenza e Forlì. Un’articolata indagine dei carabinieri faentini durata sette mesi ha permesso di ricostruire il giro di spaccio di cocaina, lsd, speed, hascisc e sopratutto marijuana che venivano cedute dai due pusher a compagni di scuola e non solo, anch’essi tutti minorenni. Fondamentale per ricostruire il giro sono state le chat di gruppo su Whatsapp che si scambiavano i giovani clienti, incentrate proprio sulla droga.

Due pusher, due faentini di 16 e 17 anni, “agganciavano” i coetanei sui bus e sui treni presi per raggiungere gli istituti scolastici poi vendevano la droga direttamente a scuola o nei parchi limitrofi.

I due spacciatori sono stati arrestati e affidati a una comunità minorile. I quindici giovani consumatori individuati, tra cui i tre imolesi, sono invece stati segnalati ai prefetti delle rispettive province di appartenenza.

Altri dettagli su “sabato sera” in edicola dal 14 luglio

I carabinieri di Faenza mostrano la droga sequestrata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *