“E macador”, mestiere scomparso

“E macador”, mestiere scomparso

CASTEL DEL RIO
In questa foto dei primi anni Trenta vediamo uno “spaccasassi” (in dialetto “e macadòr”) intento a frantumare sassi nel letto del fiume Santerno per ricavarne breccia e ghiaia. Un lavoro duro e logorante, per le schegge che potevano colpire gli occhi e, comunque, si infilavano sotto la pelle e vi rimanevano, per la posizione causa di malattie alla colonna vertebrale, per la polvere finissima che, una volta respirata, restava nei polmoni. Oggi questo mestiere è scomparso, e gli stessi prodotti vengono forniti da grandi frantoi meccanici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *