E’ morto Romano Cenni, il fondatore del Mercatone Uno

DOZZA-TOSCANELLA
Romano Cenni, patron del gruppo Mercatone, è morto questa mattina nella sua abitazione a Dozza. Cenni, che avrebbe compiuto 84 anni in aprile, era malato da tempo.

Il nome di Romano Cenni è profondamente legato al gruppo Mercatone Uno, fondato quarant’anni fa con il primo negozio Germanvox. Un gruppo recentemente travolto dalle difficoltà tanto che dall’aprile 2015 si trova in amministrazione straordinaria speciale (ne è escluso il negozio di Toscanella). Tra l’altro, è in corso anche un’inchiesta per bancarotta: Cenni stesso, la famiglia e altri soci sono indagati con l’accusa di aver “spogliato” la struttura commerciale per oltre 300 milioni di euro. Un’accusa dalla quale si sono subito difesi dicendo di aver portato a termine soltanto “operazioni legittime”.

Comunque sia, Cenni è indissolubilmente legato anche ad alcune delle immagini più importanti della storia sportiva. In particolare del ciclismo: insieme a Luciano Pezzi costruì la squadra del Mercatone Uno del grande Marco Pantani. Un’enorme biglia che raffigura il “pirata”, fa bella mostra di sé nel piazzale della torre sede del Mercatone in via Molino Rosso a Imola, a lato dell’autostrada.

Le esequie si svolgeranno domani, martedì 14 marzo, a Toscanella. Alle ore 15.30 si terrà la messa nella chiesa della parrocchia di Santa Maria del Carmine in via Emilia, poi si proseguirà al cimitero del Piratello per la tumulazione.

Il sindaco di Dozza, Luca Albertazzi, ha ricordato che “Romano Cenni ha rappresentato per la nostra comunità una figura molto importante non solo per l’impegno e la laboriosità con cui ha svolto per tanti anni la sua attività imprenditoriale ma anche per aver legato il nome di Dozza al mondo del ciclismo ai più alti livelli. Per tutto questo lascerà un segno indelebile nella storia del nostro paese.”

Nella foto: Romano Cenni in una foto d’archivio

2 Responses to E’ morto Romano Cenni, il fondatore del Mercatone Uno

  1. Addio ad un grande uomo vicino da sempre al lavoro ed alla famiglia. Ci mancherà la sua lucidità nelle scelte commerciali, avere affidato il Gruppo Mercatone Uno () gli è costato il fallimento e l’amministrazione straordinaria. Grazie comunque per tutto quello che ci ha insegnato con il suo esempio. grazie Presidente.

    Antonio
    13 marzo 2017 at 20:32
    Rispondi

  2. Ho collaborato con Cenni per 12 anni grande uomo generoso e onesto ha sempre voluto bene a tutti noi

    Giovanni bassi
    13 marzo 2017 at 22:20
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *