Emergenza siccità, a Ozzano ordinanza limita il consumo di acqua potabile per usi extra-domestici

OZZANO EMILIA
Il Comune di Ozzano ha emesso un’ordinanza che prevede il divieto, da ieri 26 giugno al 30 settembre e nella fascia oraria dalle 8 alle 21, di prelevare acqua dalla rete idrica di acqua potabile per farne un uso extra-domestico, in particolare per innaffiare orti e giardini e per il lavaggio di automezzi. Le violazioni alle disposizioni contenute nell’ordinanza potranno comportare l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria che va da 25 fino a 500 euro.

Sul sito del Comune, sono comunque contenuti anche tutta una serie di consigli utili alla cittadinanza al fine di ottimizzare al massimo l’utilizzo dell’acqua stessa.

“Le elevate temperature di questo ultimo periodo – esordisce il Sindaco Lelli – e l’eccessivo protrarsi della mancanza di pioggia stanno causando, anche nella nostra Regione, una grave siccita’ ed un preoccupante abbassamento dei livelli delle riserve idriche. Tutto questo ci ha indotto, quest’anno, ad emanare come Amministrazione comunale questa ordinanza”.

“Capisco – conclude il Sindaco – che per molti cittadini risulti un po’ faticoso adeguarsi a questi accorgimenti, ma spero che gli ozzanesi siano disciplinati e capiscano che vale la pena fare un piccolo sacrificio ora per salvaguardare il nostro patrimonio idrico.”

Nella foto: Gli effetti della siccità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *