Emergenze: ti chiama il sindaco! Venerdì telefonata di prova

CIRCONDARIO
“Sono il sindaco, questo è il primo messaggio del nuovo sistema di allerta”. Suonerà più o meno così la telefonata con la voce registrata che i residenti nei dieci comuni del circondario imolese riceveranno dal proprio sindaco venerdì 18 novembre a partire da mezzogiorno. Sarà solo un messaggio informativo per far sapere che il sistema è partito, ma in seguito verrà utilizzato per diramare in maniera veloce e capillare le allerte, in particolare quelle della Protezione civile, ad esempio in caso di esondazioni, frane o neve, ma anche informazioni di pubblica utilità come le variazioni alla viabilità in caso di eventi particolari.

Venerdì verranno chiamati prima di tutto coloro che hanno un numero fisso (anche chi non è presente nell’elenco telefonico perché per questo progetto i numeri sono stati forniti direttamente dal Ministero). Poi ci sono i cellulari che l’ente locale ha già in archivio come i 500 residenti a ridosso dei torrenti Santerno, Sillaro e Correcchio, che già vengono avvisati dal Comune di Imola in caso di piena tramite un sms, e i 17 mila genitori imolesi che hanno fornito il proprio cellulare per essere avvisati sull’apertura o chiusura delle scuole in caso di neve. Questo vale, in generale, anche per gli altri dieci territori comunali. Ma l’obiettivo è ampliare il più possibile la rete dei numeri telefonici fissi e mobili inseriti nel sistema.

Ci si può recare all’Urp del proprio comune di residenza e lasciare i propri dati oppure compilare il modulo che verrà inserito nei siti internet dei singoli Comuni e del Circondario imolese. In aggiunta, si può scaricare l’applicazione per smartphone o tablet Alert System e registrarsi inserendo il proprio numero di cellulare.

Altre informazioni su “sabato sera” in edicola dal 17 novembre

La presentazione di “Alert System” con i sindaci del circondario imolese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *