Estate senza Lao Cafè, a settembre bando per la gestione. Al Comune piacerebbe “sociale”

CASTEL SAN PIETRO
L’estate castellana trascorrerà senza Lao Café per la prima volta dopo dodici anni. Da quando in autunno lo storico gestore Pierpaolo Nanni ha scelto una nuova avventura imprenditoriale, il chiosco comunale al centro del Laghetto Scardovi è chiuso.

Nonostante l’Amministrazione comunale avesse subito manifestato l’intenzione di pubblicare un nuovo bando per individuare qualcun altro disposto a gestirlo, arrivati a questo punto l’estate 2017 trascorrerà senza che il chiosco riapra i battenti. “I tempi si sono un po’ dilatati – ammette il sindaco, Fausto Tinti -, ma è nostra intenzione pubblicare un bando per l’affidamento in settembre. Ci piacerebbe che la gestione fosse associata all’attuazione di un progetto sociale, che includa ad esempio l’impiego tra il personale di persone disabili. In questo caso, siamo pronti a rinunciare al canone d’affitto. Vogliamo che anche in futuro continui ad essere un ristorante e un posto per le famiglie e non un locale aperto fino alle 2 o alle 3 di notte”.

Nella foto: Il Lao Cafè

2 Responses to Estate senza Lao Cafè, a settembre bando per la gestione. Al Comune piacerebbe “sociale”

  1. Vorrei fare una precisazione sull’articolo perché come capita spesso in questi casi si scrive un po’ quello che si vuole, ma la verità è che dopo 12 anni il contratto è scaduto (come succede in tutti i contratti) e non era previsto dal suddetto che ci fosse rinnovo automatico o tacito o con agevolazioni per la gestione precedente per cui la nuova avventura è stata un occasione ovviamente imperdibile e anche una scelta obbligata dal buon senso di voler dare al più presto un altro locale per la clientela affezionata e amici e non aspettate mani in mano sprecando tempo grazie
    Lo storico gestore

    Pierpaolo
    29 luglio 2017 at 14:26
    Rispondi

    • Una precisazione è sempre utile, dobbiamo però far notare che l’articolo in questione racconta correttamente quanto accaduto quest’estate: il Comune pubblicherà un bando per riaffidare la gestione solo a settembre. Il dettaglio della legittima scelta dello “storico gestore” e delle dinamiche contrattuali li avevamo già raccontati a suo tempo (ottobre 2016) come si può leggere nell’articolo correlato visibile in questa stessa pagina.

      Redazioneweb sabatosera
      29 luglio 2017 at 15:44
      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *