Famosa studia il controllo dei frutti

IMOLA
Fa.Mo.S.A. Srl, startup innovativa costituita da pochi mesi, è l’acronimo del progetto Farm monitoring systems for agriculture, che offre una gamma di servizi dedicati al settore ortofrutticolo. La società, costituita da Massimo Noferini ed Elisa Bonora, entrambi ricercatori, è stata valutata positivamente per l’entrata nell’incubatore di impresa imolese Innovami, che offrirà alla startup appoggio logistico e varie opportunità formative e di contatto per sostenere il percorso di consolidamento.
Al suo attivo ha già la brevettazione di due strumenti: il Da-meter, in grado di misurare, tramite la rilevazione di diverse lunghezze d’onda, il grado di maturazione di pesche, nettarine, albicocche, mele, pere; ed il Kiwi-meter, specifico per l’applicazione sulle produzioni di actinidia. Tali strumenti, non distruttivi, forniscono un indice specifico per tipologia di frutto, che esprime la maturazione come indice Da (differenza di assorbanza).
Al momento Famosa Srl sta anche lavorando ad un progetto pilota. “Seguiremo innanzitutto il monitoraggio di accrescimento e maturazione dei frutti, parametri ambientali di campo, contenuto idrico del suolo, temperatura dell’aria, piovosità – spiega Noferini -. Tutti questi parametri verranno integrati per razionalizzare le risorse, acqua irrigua, fertilizzanti, prodotti fitosanitari, eccetera, e gestire il frutteto secondo un’ottica di sostenibilità. Oltre alla sperimentazione diretta – conclude Noferini – stiamo collaborando con alcune aziende la cui presenza sul territorio regionale è consolidata”. L’intero articolo è pubblicato sul settimanale “sabato sera”, in edicola da giovedì 3 luglio.

Massimo Noferini ed Elisa Bonora, soci di “Famosa srl”, startup ospitata nell’incubatore di impresa imolese “Innovami”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *