Fermato dalla municipale con una mazza di legno a bordo, denunciato

IMOLA
E’ stato denunciato perchè a bordo dell’auto aveva una mazza di legno. La presenza della mazza è emersa nei giorni scorsi quando la polizia municipale era intervenuta per effettuare i rilievi di un incidente stradale nel quale erano rimasti coinvolti due veicoli. Ritenendola uno strumento atto ad offendere, gli agenti hanno sequestrato la mazza e denunciato l’uomo all’autoritĂ  giudiziaria. La norma, ricordano dalla municipale, prevede infatti il divieto di portare fuori dalla propria abitazione, se non se ne ha un giustificato motivo, non solo le armi da fuoco, i coltelli e le armi bianche (baionette, spade, coltelli a scatto), ma anche mazze o bastoni, catene, fionde, bulloni, sfere metalliche, sfollagente, noccoliere o tirapugni, storditori elettrici e altri apparecchi analoghi in grado di erogare una elettrocuzione, strumenti da punta o da taglio atti ad offendere come cacciaviti, punteruoli, scalpelli o tubi.

Sempre la polizia municipale ha poi pizzicato in via Molino Vecchio un altro automobilista alla guida dell’auto senza assicurazione. Non solo. Eseguendo il controllo dei documenti, infatti, gli agenti hanno accertato che l’uomo stava circolando nonostante la sua patente fosse gravata da un provvedimento di sospensione. E, in aggiunta a tutto questo, l’autovettura che stava guidando era giĂ  stata sottoposta a sequestro amministrativo mai revocato, e quindi non poteva essere utilizzata. L’uomo è stato quindi sanzionato per mancanza di copertura assicurativa, per guida di un veicolo sottoposto a sequestro e per guida con patente sospesa, per un totale di euro 3.019 euro. Inoltre è stata ritirata la patente ed è stato riconfermato il sequestro dell’auto.

“La polizia municipale di Imola – dicono dal comando di via Pirandello – continuerĂ a dedicare particolare attenzione al controllo dell’obbligo di assicurazione dei veicoli poichĂ© ritiene il rispetto di tale norma di fondamentale importanza per la sicurezza della circolazione dei veicoli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *